Sei in Cultura

TURISMO E CULTURA

Castelli del Ducato: riaperti i primi 32 luoghi d'arte tra Emilia, Lunigiana e Cremona - Foto

04 maggio 2021, 10:25

Chiudi
PrevNext
1 di 8

Novità 2021 abbinate alle visite ai manieri: escursioni ai borghi storici alla scoperta di antiche cantine e luoghi di produzione tipica; i castelli con locande, taverne medievali, enoteche, bistrot, ristoranti e osterie sono già attrezzati anche per pranzi, merende, aperitivi prima di cena e cene all'aperto in giardini, terrazze, spazi porticati oltre ad offrire proposte pic nic in spazi sicuri. Tornano le visite guidate con i proprietari di rocche e fortezze. Debuttano esperienze immersive nella natura: flower watching, art therapy, forest bathing, yoga nel verde, letture ad alta voce nel parco, welleness spa. www.castellidelducato.it

Hanno riaperto con il primo weekend di maggio i primi 30 luoghi d'arte della rete turistica culturale del circuito Castelli del Ducato: alcune migliaia di persone hanno scelto subito, alla ripartenza in zona gialla, di visitare rocche, fortezze e manieri tra Emilia, parte della Lunigiana e una fetta di cremonese in Lombardia. E sono già in calendario proposte nuove, in sicurezza, per vivere in modo originale l'esperienza all'interno delle roccaforti dal crinale dell'Appennino ai fiumi Trebbia e Po. Soprattutto i castelli con locande, taverne medievali, enoteche, bistrot, ristoranti e hosterie all'interno sono già attrezzati anche per pranzi, merende, aperitivi prima di cena e cene all'aperto in giardini, terrazze, spazi porticati oltre ad offrire proposte pic nic in spazi sicuri. In tutti i luoghi d'arte del circuito Castelli del Ducato si rispettano le normative DPCM.

Tornano inoltre le visite guidate con i proprietari di rocche e fortezze. Debuttano esperienze immersive nella natura: flower watching, art therapy, forest bathing, yoga nel verde, letture ad alta voce nel parco, welleness spa.