Sei in Musica

MUSICA

Morricone e Barilla, lo spot per il Mulino Bianco - Video

07 luglio 2020, 12:18

 Non tutti se lo ricordano - o forse lo sanno - ma Ennio Morricone, il geniale compositore la cui salma ieri è stata tumulata al cimitero Laurentino di Roma, firmò con le sue inconfondibili  note - ormai 30 anni fa - anche un famoso spot della Barilla.
L'agenzia Armando Testa, che  gestiva la comunicazione di Mulino Bianco, propose un serial pubblicitario legato alle avventure di una famiglia di oggi che lascia la città per «andare a vivere nel verde» in un antico mulino. 
Nascono così le avventure della Famiglia del Mulino: una mamma insegnante, un papà giornalista, un nonno e Linda e Andrea,  catturano l'attenzione e la simpatia di milioni di consumatori sulle note orchestrate da Ennio Morricone. Chiamato e voluto da uno dei suoi più cari amici: il regista di quello spot, Giuseppe Tornatore. Che nel '90 è praticamente all'apice della popolarità: proprio quell'anno vince infatti l'Oscar per il miglior film straniero con «Nuovo cinema Paradiso», una pellicola che ha grandissimo successo ovunque grazie anche alle musiche struggenti di Morricone.   
Dopo cinque anni la comunicazione si evolve nuovamente: la natura si può trovare anche in città. E così le piazze di Roma, Firenze, Venezia, Milano, Bologna e di tanti altri centri d'Italia si tingono di verde per mostrare che chi mangia sano trova ovunque il verde.
 Come osserva Silvano Guidone, direttore creativo generale dell’Agenzia Armando Testa che ha ideato la nuova campagna pubblicitaria, «dal ’76 la società è cambiata, sono cambiati i consumatori, si sono modificati i valori.  La semplicità di vita, la forza della famiglia, l’amore per la natura e gli animali sono più che mai valori fondamentali, ma il mondo contadino non è più in grado di rappresentarli. Per rendere attuale Mulino Bianco è necessario che la natura, intesa come nostalgia, diventi natura intesa come scelta: una natura da godere, dove vivere meglio, dove educare meglio i propri figli, dove trovare più spazio e tempo per stare insieme».
Il  critico musicale Giampaolo Minardi riguardo alla  musica di Morricone utilizzata per lo spot  del Mulino Bianco parla di un tono capace di unire «semplicità a raffinatezza, , quasi a suggellare una superiore unità di stile inteso come travestimento di una filosofia aziendale, una "comune aria di famiglia", pur nella sempre rilevata caratterizzazione dei percorsi, chiaramente differenziati».