Sei in Teatro

teatro regio

Presentazione del nuovo XX Festival Verdi "Scintille d'Opera"

Lunedì 8 giugno ore 11.30 in video conferenza in diretta sulla pagina facebook del Teatro Regio

29 maggio 2020, 11:06

Presentazione del nuovo XX Festival Verdi "Scintille d'Opera"

Ritrovarsi e riconoscersi dopo mesi di lontananza per riscoprire la gioia, la forza della musica dal vivo, commuoverci della sua bellezza, farla scintillare e condividerne lo stupore e le emozioni in nuove occasioni e in modi inediti. Questo lo spirito col quale il Teatro Regio di Parma sta lavorando con determinazione al nuovo programma del XX Festival Verdi “Scintille d’Opera”, che celebrerà il suo ventennale a Parma e a Busseto.
Il nuovo programma degli appuntamenti sarà annunciato in una video-conferenza stampa trasmessa in diretta sulla pagina facebook del Teatro Regio di Parma lunedì 8 giugno 2020, ore 11.30, con la partecipazione di Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma e Presidente del Teatro Regio, Anna Maria Meo, Direttrice generale del Teatro Regio e Direttrice artistica del Festival Verdi, Barbara Minghetti, curatrice di Verdi Off, Michele Guerra Assessore alla Cultura del Comune di Parma.
La grande musica verdiana annullerà le distanze e moltiplicherà gli spazi, uscirà dai teatri per diffondersi e sprigionare il suo entusiasmo, far risuonare le piazze, far vibrare i parchi e le strade di Parma e Busseto, animare i cortili delle nostre case, i nostri quartieri, in periferia come in centro città, abbracciando anche i luoghi di cura e di detenzione.
Il Festival Verdi desidera festeggiare così i suoi giovani vent’anni in questo tempo difficile per la vita e per l’arte e con il coraggio e l’entusiasmo della sua giovinezza non intende fermarsi. Non potendo, per le limitazioni imposte a favore della salute pubblica, portare in scena le opere già annunciate, come sa fare nei teatri e nei luoghi monumentali che abita, le farà vivere e ne farà sentire intensamente la bellezza in altri modi e in altri luoghi.
“Abbiamo lavorato da subito incessantemente nel desiderio di celebrare il XX Festival Verdi così come lo avevamo annunciato lo scorso febbraio, - dichiara Anna Maria Meo - seguendo con attenzione gli sviluppi della pandemia, le indicazioni fornite dall’autorità a garanzia della salute pubblica, analizzando i diversi scenari possibili e variando più volte i relativi piani organizzativi per farci trovare pronti alla ripartenza. Un programma complesso come quello del Festival Verdi con i suoi 4 debutti in 4 giorni consecutivi per 4 settimane richiede un contesto di cui oggi purtroppo non è dato disporre. Per questo, dopo aver vagliato ogni soluzione plausibile e aver valutato attentamente la sostenibilità, abbiamo compiuto la scelta di ritornare all’essenza della musica e del teatro, quella della relazione col pubblico, alla quale, nella prioritaria tutela della salute del pubblico, dei lavoratori e degli artisti, il teatro e la musica non devono comunque rinunciare. Per questo, in continuo ascolto e dialogo con le istituzioni e le autorità, abbiamo pensato e stiamo elaborando idee diverse e alternative per fare teatro e musica, ricongiungendo dal vivo artisti e spettatori. Desidero ringraziare con particolare gratitudine le istituzioni, i partner e gli sponsor che anche in questo momento di incertezza e difficoltà hanno testimoniato il loro sostegno e la loro vicinanza al Teatro Regio di Parma e al Festival Verdi, consentendoci di proseguire l’attività nel solco del percorso intrapreso in questi anni”.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA
Le modalità di rimborso per coloro che hanno sottoscritto l’abbonamento al XX Festival Verdi originariamente annunciato lo scorso mese di febbraio saranno indicate con comunicazione dedicata nei prossimi giorni. La relativa campagna abbonamenti è da considerarsi annullata.
Per ogni informazione la Biglietteria del Teatro Regio, attualmente chiusa al pubblico e raggiungibile esclusivamente all’indirizzo biglietteria@teatroregioparma.it, rimane a disposizione. 
Il Teatro Regio di Parma esprime il proprio ringraziamento a tutti gli spettatori per la solidarietà e l’affetto testimoniatoci in queste settimane, nonché a tutti coloro che vorranno manifestarci la propria vicinanza e generosità, aderendo alla campagna #iorinuncioalrimborso.