Sei in Teatro

TEATRO

Morta Gigliola Sarzi, attrice e burattinaia. Fu una dei fondatori del Teatro delle Briciole

30 ottobre 2020, 10:05

Morta Gigliola Sarzi, attrice e burattinaia. Fu una dei fondatori del Teatro delle Briciole

E’ morta a 89 anni a Reggio Emilia Gigliola Sarzi, burattinaia e attrice, sorella minore di Otello e di Lucia, si dedicò fin da giovanissima al teatro. Durante la Resistenza la famiglia Sarzi intrecciò il proprio destino a quello della famiglia Cervi e l’attività di teatro viaggiante con la propaganda clandestina antifascista, un mezzo per esprimere, grazie alla copertura della finzione teatrale, ideali di libertà e di giustizia. 
Gigliola si dedicò a diverse attività nell’ambito dello spettacolo: animatrice, attrice e autrice di testi, oltre che costumista e regista. Nel dopoguerra si trasferì con la famiglia a Roma dove venne a contatto, insieme ad Otello, con il vivace contesto intellettuale che animava la capitale in quegli anni. Risale a quel periodo la produzione di una 'Biancanevè per burattini, da cui ebbe luogo una lunga e fortunata tournèe in Italia e in Svizzera. In quegli anni Gigliola partecipò a diverse trasmissioni televisive e produzioni cinematografiche in Italia e all’estero. 
Nel 1976 fu a Parma una dei soci fondatori del Teatro delle Briciole, ad oggi una delle realtà più rappresentative e conosciute nel panorama del Teatro Ragazzi in Italia. Nel 2009, come spiega il sito della Fondazione Famiglia Sarzi, è stata inserita nell’Atlante del Teatro Ragazzi Italiano, a cura di Mario Bianchi, in qualità di figura capace di influenzare e caratterizzare il Teatro contemporaneo di Narrazione e di Figura. Nel 2010 ha ricevuto l’'Eolo award’alla carriera, uno dei premi più autorevoli del settore.