Sei in Viaggi

VIAGGI

In spiaggia a Camogli

Le case sono di tutti i colori. Il mare invece è proprio blu

22 maggio 2021, 09:19

In spiaggia a Camogli

Voglia di mare dopo i mesi di chiusura? Desiderio di stendervi in spiaggia per un primo sole? E' il momento andare, allora,  evitando l'affollamento che arriverà nei prossimi mesi.
 Una delle mete che sempre vale la pena di una gita è Camogli con spiaggia  incorniciata dal borgo marinaro con con le case colorate. Una curiosità: secondo la tradizione il motivo della presenza di case di tanti colori pare fosse  dovuto al passato marinaro della città: le tinte accese servivano ai marinai di ritorno dalla navigazione per riconoscere più facilmente a propria abitazione e farvi ritorno al termine della battuta di pesca. 
Ma siamo venuti per goderci il mare ed ecco allora la spiaggia: su un lato si trova il castello della  Dragonara, mentre dall'altro spicca il promontorio dell'Area Marina Protetta di Portofino.
La spiaggia, lunga circa 200 metri, è formata da sabbia e ciottoli e nell'alta stagione è in parte attrezzata ma ora ci si può stendere più facilmente, soprattutto nella parte centrale dove una parte è completamente libera.
Dopo una bella giornata di sole ci si può anche concedere una passeggiata nel borgo andando magari a vedere la basilica minore di Santa Maria Assunta, affacciata sul porticciolo e  il santuario di Nostra Signora del Boschetto, eretto nel luogo in cui, secondo la tradizione popolare, nel 1500 apparve la Madonna. Infine non può mancare una visita al castello della Dragonara  costruito per difendere l’antico borgo ed il tratto di costa circostante dalle incursioni dei pirati saraceni. Non perdetevi l'occasione di  salire le scale e girare attorno al castello fino ad arrivare ad una piccola terrazza per un colpo d'occhio speciale.  Gli amanti del trekking possono andare a scoprire uno dei molti sentieri panoramici che congiungono Camogli alla frazione di Ruta e magari raggiungere Punta Chiappa protesa sul mare di Portofino.
 

Info - Dove mangiare
Hostaria del pesce
Un piccolo locale a conduzione familiare nel centro del paese. la cucina è quella della tradizione con pochi fronzoli con una attenzione alla materia prima che per fortuna è ancora quella locale, pescata in zona. Da non perdere i primi e il ricco fritto misto.  

Vento Ariel
Proprio davanti al porticciolo con una bella vista un locale dove si viene per mangiare gli spaghetti allo scoglio e l'inconsueto patè di seppia. Anche ci si rifornisce dai pescatori della zona e il prodotto è fresco e ben cucinato. Buona carta de i vini locali.