Sei in Viaggi

La Rocchetta Mattei 

Il magico castello del conte che voleva curare il mondo

di Chiara Cabassi -

19 giugno 2021, 10:06

Il magico castello del conte che voleva curare il mondo

Il bolognese più famoso dell’Ottocento? Senza dubbio è stato Cesare Mattei, il visionario creatore della surreale Rocchetta che svetta su uno scoglio, a 400 metri sopra il borgo di Grizzana Morandi. Un castello medievale, ma anche moresco, un po’ liberty e molto esotico. Una fabbriceria mai conclusa riservata alla desolata Grizzana per le cave di arenaria, le acque del Reno e per innalzare un cantiere sopra gli ultimi resti di una residenza di Matilde di Canossa e del Barbarossa.

La vita di Mattei è stata lunga quasi tutto il suo secolo e inarrestabile. Nobile, dopo una donazione a Papa Pio IX, ricco imprenditore tanto da avere risorse praticamente illimitate per edificare una Disneyland in mezzo al nulla, generoso nell’includere i braccianti della zona nel suo disegno e, tanto ambizioso, dal credere di poter curare l’umanità da tutti i mali con la sua elettromeopatia. Il castello lo doveva rappresentare. E’ stata la sua residenza, luogo di balli e orchestre, riparo per lo studio incessante, ma anche ambulatorio per pellegrini da tutto il mondo e che, in tutto il mondo esportava medicamenti. 

Di persona vi arrivò lo zar Alessandro II, la regina imperatrice Vittoria ne fu eccellente testimonial, Dostoevskij lo infilò ne I fratelli Karamazov come guaritore addirittura del diavolo a cui il conte inviò un libro e delle gocce. Il castello conserva il carattere di una biografia eccezionale in una continua serie di effetti speciali. Percorsi labirintici tra spazi senza scopo, soffitti effimeri, andaluse riproduzioni di Mezquite, vigili gargoyles: tutto si mischia in una suggestione esoterica intrigante. 

La più celebre epopea dei Bagni di Porretta poco distanti non ha la stessa aria di mistero, ma senza un castello magico a stuzzicare la curiosità, il conte Cesare si sarebbe perso nello scorrere placido del tempo d’Appennino. 

Info
Come arrivare

Un'ora e mezzo da Parma
Il comune di Grizzana Morandi è sull’appennino bolognese. Quaranta km da Bologna, all’incirca  un’ora e mezza d’auto da Parma. 
Si arriva seguendo la Porrettana (SS64) sempre dritto fino a superare Sasso Marconi, Marzabotto, Vergato e Lissano. 
Una volta arrivati a Riola basta seguire le indicazioni per Rocchetta Mattei. 
Prendendo l’uscita A1 uscire a Sasso Marconi per il tratto di SS64 rimanente fino alla Rocchetta.