Sei in Sport

Glorie rossonere nuove e antiche: parate di stella al gala del Cus Le foto

Premiati i campioni 2018. Oltre al socio onorario Corrado Cavazzini, il premio Ambasciatore Cus Parma nel mondo a Zorzi

11 dicembre 2018, 12:58

Chiudi
PrevNext
1 di 15

Dall’impresa mondiale di Edo Scotti (uno dei quattro moschettieri della staffetta d’oro nei 4X400), alla campionessa di triathlon cross Eleonora Peroncini. E ancora: l’immensa Ayo Folorunso e compagne. Sono tante le stelle universitarie (e non) che brillano sul palco del Cus Parma. Nella carrellata generale del Gran Gala, non potevano mancare le glorie rossonere nuove e antiche. Di fronte alla platea gremita, insieme alle massime autorità cittadine e le realtà sportive del nostro territorio, è stata celebrata la stagione sportiva che vede il Centro sportivo universitario sempre in vetta. Il tradizionale appuntamento, andato in scena al Centro congressuale Padiglione25, è stato anche l’occasione per tirare le fila sul Cus Parma che, da oltre 72 anni, è in prima linea per diffondere i valori dello sport e del benessere. Undici sezioni, numerosi impianti fra cui la recentissima Cus Parma Podium, palestra con spazio-libri nel quartiere Crocetta e circa 7,500 tesserati fra sezioni e non. Sono inoltre più di 12,500 i bimbi e preadolescenti coinvolti nel progetto Giocampus, fiore all’occhiello del Cus. Quest’anno un socio onorario d’eccezione è entrato nell’albo d’oro: si tratta di Corrado Cavazzini, al timone dell’Unione nazionale Veterani dello Sport di Parma. Insieme a lui un ospite davvero speciale: il campione pallavolista Andrea Zorzi, insignito del prestigioso riconoscimento Ambasciatore Cus Parma nel mondo. Il presidente Michele Ventura ha ricordato inoltre le attività principali e le iniziative che si sono susseguite durante l’anno. Un capitolo a parte meritano infatti la  Crédit Agricole Cariparma Running che ha tagliato il traguardo della 21ª edizione, ma soprattutto dei 6000 partecipanti, e la Cetilar Run, la corsa serale nel cuore di Parma. Ma sono tanti anche i progetti estivi a misura di famiglia, la gestione degli impianti dedicati a diversi sport e l’impegno costante da parte di allenatori e dirigenti. E accanto al mondo dello sport non sono mancate le istituzioni, a cominciare dal delegato del Rettore allo Sport, Nelson Marmiroli e dal Prefetto Giuseppe Forlani. La serata si è conclusa con un momento di convivialità per lo scambio degli auguri e la promessa di rivedersi nel nuovo anno.

Ecco l’elenco degli atleti che hanno ricevuto il “Premio Atleta dell’anno Cus Parma”:

Medaglie d’oro ai Campionati nazionali universitari: Donnino Rastelli (Judo – 81 Kg), Caterina Toscani (Tiro a segno carabina 10 metri), Chiara Ferdani (Atletica leggera 1500 metri) Alessandro Guarnieri-Elisa Turganti (Doppio tennis tavolo), Marco Rossi Del Chicca – Piero Allesh (Beach Volley)

Squadra di Calcio (Luca Reggiani, Tommaso Rampini, Pietro D’Urso, Marco Roma, Cristian Bonati,Christian Macca, Diego Monnolo, Simone Pessagno,Francesco Delporto,Federico Abelli, Andrea Bedotti,Nicola Pagani,Elvis Opoku,Michele Barbarini,Andrea Cantelli, Edoardo Bufo, Christian D’Angelo, Marcello Tommasini, Claudio Davoli - Daniele Del Signore (allenatore), Giuseppe Ravasi (dirigente), Giuseppe Paselli (dirigente),Gabriele Fabris (dirigente). Squadra di  Rugby 7(Alberto Ferrarini,Matteo Ghiretti, Gabriele Bronzini, Edoardo Scalvi,Tommaso De Rossi, Alessandro Mordacci, Davide Rimpelli, Guido Dondi, Riccardo Cantoni,Davide Righi Riva, Simone Manganiello,Matteo Piccioli. Allenati dal coach Matteo Bernini con il supporto di Giacomo Fava.

Oltre agli studenti e atleti che hanno conquistato l’oro ai Cnu, hanno ricevuto il Premio Atleta dell’anno Cus Parma: Eleonora Peroncini (medaglia di bronzo al Mondiale di Triathlon Cross e maglia azzurra, quinta agli Europei in Spagna, oltre ad essere Campionessa italiana assoluta) Filippo Rinaldi (Campione italiano di Triathlon Cross, Vincitore dell’Iron Tour all’Isola d’Elba, quarto agli Europei in Spagna e ha partecipato ai mondiali in Danimarca) Andrea Conti (Campione italiano di Kickboxing pointfight esordienti) Marco Volo (Campione italiano lancio del disco) Sara Fantini (Campionessa italiana assoluta e di categoria nel lancio del martello, ha partecipato alla Coppa Europa in Portogallo ed è più volte stata convocata in Nazionale) Desola Oki (Dopo il titolo europeo conquistato a Tblisi nel 2016, ha continuato a scalare i vertici, conquistando titoli italiani e medaglie. Da oltre un anno è entrata nel gruppo sportiva della polizia di stato le fiamme oro) Riccardo Orsoni (Ha partecipato al Campionato Mondiale a squadre in Cina e ai Mondiali under 20 a Tampere. E’ campione italiano di marcia nella categoria Juniores) Elisa Maria Di Lazzaro (nel 2017, con la maglia del Cus Parma, tre record nazionali juniores indoor sui 60 metri ostacoli e poi quello dei 100 metri ostacoli all’aperto. Quest’anno è scesa a 13.21, seconda under 23 italiana di sempre) Ayomide Folorunso (con la staffetta 4x400 ha fatto il record nazionale ai Mondiali indoor e ai Giochi del Mediterraneo ha fatto parte della staffetta che ha regalato la medaglia d'oro all’Italia. Corre per le Fiamme Oro e studia medicina nel nostro Ateneo) Edoardo Scotti (l’exploit ai Mondiali U20 di Tampere: record italiano juniores (45"84) e 4° posto nella gara individuale e ultimo frazionista della staffetta 4x400 medaglia d’oro Mondiale).

“Premio studentesse campionesse d’Italia”: Studentesse parmigiane delle Furie Rosse Rugby Colorno che hanno conquistato il primo storico scudetto nella categoria seniores (Elisa Bonaldo, Giulia Barbieri, Michela Sillari, Sara Tounesi, Alice Vivoda e Federica Violi)

“Premio Pilastro del Cus Parma”: Non solo atleti, ma un riconoscimento speciale va anche a dirigenti, allenatori e angeli custodi del Cus. Figure che stanno dietro le quinte, discrete ma sempre presenti. Il premio è stato assegnato a Carlo Chitti (Dirigente sez Cus Parma Triathlon Parmigiano Reggiano) e Michele Tonini, anima del minibasket targato Cus Parma

“Menzione speciale”: Pietro Meli storico presidente Atletica azzurra

“Premio Ambasciatore Cus Parma nel mondo” ad Andrea Zorzi: è tra le glorie della pallavolo targata Cus Parma, Campione d’Italia ai Cnu dell’86. Due volte campione del mondo (1990, 1994) e 3 volte campione europeo (1989, 1993, 1995) ha partecipato a 3 Olimpiadi (Seoul 1988, Barcellona 1992 ed Atlanta 1996) conquistando la medaglia d'argento ad Atlanta. Con i club ha vinto: 2 scudetti (1990 – 1994), 2 Coppe Italia, 4 Coppe delle Coppe, 3 Supercoppe Europee, 3 Campionati Mondiali, 1 Coppa Campioni. Dopo il ritiro nel 1998 ha seguito il progetto Kataklò, la compagnia di physical theatre che si esibisce nei teatri di tutto il mondo. Ha maturato esperienze con Raisport, collabora con SKY SPORT e FOX SPORTS seguendo gli sport olimpici e il volley. Collabora con La Gazzetta dello Sport.

Il socio onorario Corrado Cavazzini: Da sempre iscritto al Gruppo Imprese Artigiane, è stato eletto prima come capogruppo del settore edile, poi nel Consiglio Direttivo e nella giunta, quindi Presidente del Gruppo per 15 anni, infine Consigliere e Presidente Onorario. E’ anche Consigliere e Vice Presidente della Federazione Regionale Confartigianato, oltre che componente del Consiglio Generale dell’Unione Industriali di Parma. Grande anche il suo impegno sociale: nel 1974 è stato tra i soci fondatori dell’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino, è tra i soci fondatori della Casa degli Anziani di Collecchio e ne è tuttora Consigliere. E’ poi impegnato da molti anni nel Club Service della città Rotary Club Parma Centro, Socio e Consigliere Panathlon. Altro capitolo importante di Corrado Cavazzini è lo sport, in particolare il ciclismo e il calcio: Dal 2009 riveste la carica di Presidente della Sezione di Parma dei Veterani dello Sport, Associazione che con il Diretto impegno del Presidente organizza al Teatro Regio l’importante Premio Internazionale “Sport Civiltà”. Come amante del ciclismo, oltre ad essere ancora un praticante attivo con 10.000 km all’anno, con la sua ditta Edil C sponsorizza e organizza da oltre 20 anni a Collecchio una gara internazionale per dilettanti che porta il nome di Trofeo Edil C. Dal 2015 dopo la scomparsa per il fallimento della squadra della città con un gruppo di amici Corrado si è impegnato molto per dare ancora alla città e al territorio una realtà che potesse alzare l’immagine della città. Ebbene, questa nuova società creata anche con il concorso dell’azionariato diffuso ha fatto il miracolo di raggiungere ancora una volta la serie A in soli 3 anni dalla fondazione.