Sei in Sport

Azeta, trionfo al vertice allo scadere, esplode la festa Le foto

26 marzo 2019, 18:50

Chiudi
PrevNext
1 di 28

Vale più di un gol allo scadere tutto quello che ha fatto Flavio Bonacini nella grandiosa vittoria - 23 a 22 il finale dopo aver chiuso sotto 10 a 12 la prima parte di gara - dell’Azeta Parma Pallamano sul Raimond Sassari, partita tra le due capoliste di questo campionato di A2.  Ad oggi l’Azeta resta seconda a pari punti per differenza reti ma la gioia per la vittoria resta immensa.
In tutto questo Bonacini, giovane portiere gialloblu, ha fornito una prestazione da sogno dall’inizio alla fine, salvando la porta in tantissime occasioni.
Al Pala Del Bono l’atmosfera è magica. La partita avvincente. Unica.
Un continuo susseguirsi di scambi di altissimo livello. Nella ripresa sono le ali a giocare il ruolo chiave di un match in bilico fino all’ultimo.
«Eravamo preoccupati ma concentrati - aggiunge Galluccio - e infatti sappiamo di aver fatto degli errori ma assieme siamo rimasti compatti. Kere come unico terzino e schierato solo in fase difensiva ha fatto cose egregie ma davvero, devo fare i complimenti a tutti i miei ragazzi. Non schierare Pagano, in rientro da un infortunio, è stato possibile farlo solo perché siamo un grande gruppo. Ora siamo tutti a pari merito, noi, Sassari e anche Nonantola. Vincere proprio con questi ultimi tra due settimane sarà un imperativo categorico».
«Mettiamo da parte quello che abbiamo fatto, comincia tutto adesso», dirà ai compagni capitan Matteo Usai a fine gara. Di certo però una partita cosi sarà difficile da dimenticare.