Sei in Sport

CICLISMO

Gimondi, il ricordo di un piccolo (allora) lettore della Gazzetta con la maglietta della Salvarani

17 agosto 2019, 15:20

Gimondi, il ricordo di un piccolo (allora) lettore della Gazzetta con la maglietta della Salvarani

Un nostro lettore, Luca Povesi,  ci ha inviato una email - con un ritaglio della Gazzetta -  in cui condivide un suo ricordo d'infanzia sul Felice Gimondi, il grande campione di ciclismo morto ieri. 
"Siamo  - scrive Povesi nella mail - alla fine anni 60. 1969 per la precisione. 3^ elementare. Non  ricordo per quali vie traverse ma a me e altri 2 amici dalla Salvarani  arrivarono 3 magliette e 3 cappellini con l'effige di Felice Gimondi.  Celesti con stampata il viso di Gimondi di profilo e cappellini bianchi  con la scritta Salvarani in nero. Un lusso per il periodo. "Spianiamo" i  completi e ci concediamo una "sgambata" in Via Paradigna. Un reporter  della Gazzetta ci individua e scatta una foto. Il giorno dopo siamo  sulla Gazza. La didascalia (purtroppo dopo 50 anni è quasi illeggibile)   recitava pressapoco così: "Gimondi non vince molto, ma i suoi giovani  fans sono sempre una larga schiera. Una bicicletta un cappellino ed una  maglietta con l'effige del campione e via sulla strada" Come eravamo  felici !!! Oggi leggo che Felice Gimondi ci ha lasciato. Per noi bambini  eri "il Campione" R.I.P."

ps. nella foto da sinistra: Luca Povesi - Pietro Quintavalla - Sergio Orlandi amici  di un'infanzia felice.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA