Sei in Sport

TENNIS

Vince Tsitsipas, è lui il nuovo re. Thiem battuto 7-6 al terzo - Fotogallery

Il 21enne vince in 2 ore e 35 6-7 6-2 7-6

17 novembre 2019, 21:41

Vince Tsitsipas, è lui il nuovo re. Thiem battuto 7-6 al terzo - Fotogallery

E' il greco Stefanos Tsitsipas il nuovo re del tennis: ha battuto nella finale degli Atp Master di Londra l'austriaco Dominc Thiem che pure aveva vinto (7-6) il primo set. Il greco si è imposto 6.2 nel secondo e poi nuovamente al tie break del set decisivo. Il 21enne numero 6 al mondo ha impiegato 2 ore e 35 per piegare Thiem. 6-7(6), 6-2, 7-6(4) lo score nella prima finale del Masters tra i due giocatori con un rovescio a una mano dal 2006 (Federer vs Blake). 

La cronaca Dopo una prima palla break cancellata da Thiem nel quarto gioco, il primo set si accende dal 3-3: Tsitsipas rischia alla battuta ma cancella due chance del 4-3 all’austriaco con un paio di volèe non banali, nel game successivo è invece il greco a veder sfumare una duplice occasione sul 15-40. I due procedono così spalla a spalla sino al tie-break e a spuntarla è la testa di serie numero 5 per 8 punti a 6 al secondo set point utile. Nella seconda frazione il ventunenne di Atene cambia marcia: il break in apertura è una boccata d’ossigeno fondamentale verso il 6-2 archiviato in meno di mezz'ora e con appena due punti persi nei propri turni di servizio. Il copione non cambia nel parziale decisivo: Tsitsipas fa le prove generali di break nel game inaugurale poi messo a segno sull'1-1.

Guarda la fotogallery della finale:

Chiudi
PrevNext
1 di 25

Thiem, tuttavia, non demorde e rientra in carreggiata dall’1-3 con tre giochi consecutivi restituendo alla finale un equilibrio sottile spezzato solamente da un altro tie-break. Il greco spinge sulla diagonale sinistra e Thiem viene tradito per due volte dal suo rovescio: due mini-break permettono a Tsitsipas di provare la fuga sul 4-1, l’austriaco li recupera entrambi e impatta sul 4-4 ma perde i successivi tre punti. L’ateniese, battuto solamente da Nadal per una sconfitta indolore nel round robin, può alzare le braccia al cielo dopo una settimana da urlo e festeggiare il titolo più importante di una carriera in rampa di lancio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA