Sei in Sport

AUTOMOBILISMO

Il «Riccardo Paletti» riaccende i motori per la fase 2

Il direttore Meggi: «Attendiamo i programmi relativi alle gare»

di Valentina Cristiani -

17 maggio 2020, 10:30

Il «Riccardo Paletti»  riaccende i motori per la fase 2

La “Fase 2” segna la riaccensione dei motori. Per questo l’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari è pronto ad accogliere nuovamente l’attività motoristica. Secondo le regole dettate dai decreti ministeriali, dalle ordinanze della Ragione Emilia-Romagna e dai protocolli dettati dalle autorità sportive, riaprono i cancelli per ospitare i test. 
Questa prima fase di riapertura è un segnale importante per la ripartenza delle attività dopo due mesi di stop, in attesa di conoscere quali saranno i programmi relativi alle gare. «Siamo felici di poter riaccendere i motori – spiega Alessandro Meggi, direttore di So.Ge.S.A. -. Ci siamo dovuti tutti adeguare a questa situazione di emergenza, e riaprire i cancelli della nostra pista significa tornare a dare un senso di ritorno progressivo alla normalità, per quanto possibile. Non si può ancora parlare di ritorno a pieno regime, né di gare, ma siamo pronti a fornire il massimo supporto per quanto riguarda il programma test su auto e moto. In questi giorni si sta disputando una versione online della Motor Valley Fest, e siamo felici di contribuire anche a livello di supporto emotivo con la nostra riapertura. Eventi come ASI Motoshow e Formula SAE sono stati cancellati per il 2020, ma siamo all’opera per garantire gli standard di sicurezza necessari per il lavoro in pista di quest’anno, per poter riaccogliere nel 2021 gli eventi a noi sempre cari. Mi piacerebbe anche poter usare le nostre aree, penso al paddock ed alle infrastrutture, per attività collaterali a quelle del motorsport, approfittando degli ampi spazi che favoriscono il distanziamento sociale necessario in questi giorni ma soprattutto per i prossimi mesi. Non c’è ancora un piano operativo, ma come sempre stiamo cercando di capire come poter essere di supporto alla comunità a noi sempre vicina. Gli aggiornamenti di sistema intrapresi negli ultimi anni con la prenotazione ed il pagamento online ci hanno di fatto reso prontamente operativi, come da normative imposte da governi e federazioni. Il nostro personale è da sempre stato abituato a lavorare rispettando le ferree regolamentazioni e per questo siamo pronti a ripartire, da questo momento, con gli “allenamenti”, aspettando che vengano poi ristabiliti i calendari sportivi per le manifestazioni».