Sei in Sport

6a giornata

Torna Ronaldo e la Juve torna a vincere (a La Spezia). Lazio, 3 punti a Torino - Risultati e classifica

01 novembre 2020, 17:07

Torna Ronaldo e la Juve torna a vincere (a La Spezia). Lazio, 3 punti a Torino - Risultati e classifica

Ci voleva Ronaldo, autore di una doppietta, perchè la Juve tornasse a vincere. Il portoghese, entrato nella ripresa, ha segnato subito e i bianconeri hanno evitato gli effetti negativi dello Spezia, al femminile sostanza aromatica di origine vegetale, ma anche squadra un pò indigesta per la Juve, sia pure solo per un tempo. La compagine di Italiano non è il Barcellona, si sa, eppure era riuscito a far impantanare la squadra di Pirlo nella prima parte della gara. Il pacifico dominio della Juve, in vantaggio col solito Morata, era stato spezzato dal pareggio di Pobega, un triestino in prestito dal Milan: un infiltrato, insomma. Ma appena è entrato CR7, la partita ha cambiato volto. E Rabiot ha arrotondato, prima che Ronaldo facesse il bis. La fase difensiva bianconera era andata in sofferenza su una delle poche proiezioni difensive dello Spezia, prima dominato dalla Juventus. Capita. Lo Spezia aveva segnato nell’unica occasione capitatagli. Demerito della Juve che non aveva saputo chiudere la partita subito concedendo qualcosa ai liguri. E tuttavia nella ripresa Ronaldo ha rimesso in carreggiata la Juve ed è finita come sapete.


Un gol di Morata, al 15', su assist di McKennie (bella azione corale partita da Danilo) stavolta è stato convalidato dal VAR. La Juve ha continuato a essere insidiosa: Chiesa ha messo fuori una palla d’oro. Al 23' uno sprint di Morata ha bucato la difesa ligure, ma era in fuorigioco, e il suo gol è stato annullato dal VAR. La lotta fra lo spagnolo e il VAR è così continuata...Chabot ha salvato su tiro di Chiesa, lanciato da Danilo. Un intervento di Demiral su Nzola ha evitato il pareggio, che è arrivato subito dopo. Un’azione di Bartolomei da destra verso il centro, al 32', ha portato Pobega al tiro rasoterra che, deviato da Demiral, ha spiazzato Buffon. Sorpresa: 1-1. McKennie non è riuscito a infilare una bella palla di Morata, dopo una bella progressione. Nel primo tempo, la Juve ha tenuto la scena, ma ha chiuso in parità. Lo Spezia ha cominciato in avanti la ripresa. Agudelo ha perso in contropiede la difesa bianconera sulla destra, ma non ha trovato nessuno al centro. Vista la scarsa forza penetrativa della propria squadra, Pirlo ha fatto entrare Ronaldo al posto di Dybala, che forse non ha gradito. E al 14' Ronaldo, messo davanti alla porta Morata che ha segnato subito. E Agudelo in offside ha fatto altrettanto: annullato. 


La Juve, dopo qualche momento difficile, è quindi tornata a vincere contro il vivace Spezia che vive tra tante difficoltà (in primis i problemi dello stadio: si è giocato a Cesena). La squadra di Pirlo aveva perso qualche colpo e aveva destato malumori nell’ambiente. Il ritorno di Ronaldo è stato decisivo: doppietta. Sarà in Champions che i bianconeri dovranno far vedere il loro vero valore, dopo la brutta prova col Barcellona. Pirlo aveva richiamato Buffon, inserendo Bentancur e McKennie in mezzo e aveva fatto giocare inizialmente la coppia Dybala-Morata davanti con Ronaldo in panchina. Italiano, senza Galabinov e altri infortunati, ha reinserito Ricci a centrocampo, Ferrer dall’inizio in difesa, Verde e Farias nel reparto avanzato. Nella ripresa la solita girandola di cambi: Agudelo ha sostituito Verde. Ronaldo è entrato per Dybala, Rabiot e Ramsey per McKennie e Bentancur. Nello Spezia Esteves, Dell’Orco e Gyasi, per Pobega, Chabot e Farias. Poi sono entrati Kulusevski e Frabotta per Cuadrado e Bonucci. Con i bianconeri in...arancione, la partita è cominciata su ritmi blandi. Le prime iniziative della Juve sono state di Morata (tiro sull'esterno rete), Cuadrado (incursioni sulla destra), Dybala (azione e tiro fuori). Si è giocato stabilmente nella metà campo spezzina. 


Al 22', Rabiot ha ricevuto sulla sinistra in area, ha dribblato Chabot e ha insaccato a fil di palo. Lo Spezia ha cercato ancora il gol e la Juve ha arrancato un pò. Al 31' Un intervento di Bartolomei su Chiesa ha indotto Abisso a indicare il dischetto che Ronaldo ha segnato col cucchiaio. Lo Spezia ha cercato il gol nel finale, ma la partita era finita. La difesa, della Juve, priva di Chiellini e De Ligt, ha pagato in una delle poche occasioni concesse. Anche nella ripresa qualche momento complicato, ma non troppo. Italiano aveva impostato una partita di contenimento, fermando i bianconeri nel primo tempo. A centrocampo Pirlo ha giocato con Bentancur e McKennie, mandando Kuslusevski inizialmente in panchina. Qualche palla persa, ma partita normale. Lo Spezia con Verdi e Farias pronti a retrocedere. Morata l’unico veramente pericoloso della Juve. Poi è entrato Ronaldo...Per lo Spezia, perdere con la Juve ci sta. Per i bianconeri invece in Champions contro il Ferencvaros la vittoria è d’obbligo e con Ronaldo si può. 

 

SERIE A - 6^ GIORNATA 

Crotone - Atalanta 1-2 (ieri)

Inter - Parma 2-2 (ieri)

Bologna - Cagliari 3-2 (ieri)

Udinese - Milan 1-2

Spezia - Juventus 1-4

Torino - Lazio 3-4

Napoli - Sassuolo 0-2

Roma - Fiorentina 2-0

Sampdoria - Genoa (ore 20.45) 

Verona - Benevento (02/11, ore 20.45) 

La classifica

                 Pt Pg Pv Pn Pp Gf Gs 
Milan        16 6 5 1 0 14 5 
Sassuolo 14 6 4 2 0 18 9 
Juventus 12 6 3 3 0 14 5 
Atalanta 12 6 4 0 2 17 13 
Napoli     11 6 4 0 2 14 7 
Inter       11 6 3 2 1 15 10 
Roma      11 6 3 2 1 13 10 
Lazio      10 6 3 1 2 10 12 
Sampdoria 9 5 3 0 2 10 8 
Verona     8 5 2 2 1 5 2 
Fiorentina 7 6 2 1 3 10 12 
Cagliari     7 6 2 1 2 12 15 
Bologna  6 6 2 0 4 11 12 
Benevento 6 5 2 0 3 9 14 
Parma     5 6 1 2 3 8 13 
Spezia     5 6 1 2 3 8 15 
Genoa     4 4 1 1 2 4 9 
Udinese  3 6 1 0 5 6 11 
Torino    1 5 0 1 4 10 15 
Crotone 1 6 0 1 5 6 17 

Napoli 1 punto di penalizzazione 

© RIPRODUZIONE RISERVATA