Sei in Sport

calcio

L'Inter sbanca Verona (2-1) e vola in testa (aspettando il Milan)

23 dicembre 2020, 20:34

L'Inter sbanca Verona (2-1) e vola in testa (aspettando il Milan)

Inter: settimo sigillo. Dopo aver bloccato Milan, Juve, Roma e Lazio e battuto l’Atalanta, il Verona non è riuscito a fermare l’Inter. Dopo un primo tempo sonnolento, ha sbloccato la partita Lautaro. Ma una papera Handanovic-Skriniar ha permesso a Ilic, appena entrato, di pareggiare a inizio ripresa. Il difensore ha rimediato quasi subito, segnando il gol del nuovo vantaggio interista. Sarà stata la stanchezza pregressa, sarà stato l’avvicinarsi del Natale, è certo che nel primo tempo si è visto poco: diciamo che di vere azioni ce ne sono state due: una di Dimarco, una di Lukaku-Lautaro. Il Verona ha fatto giro-palla sterile, forse per impedire che l’Inter si spingesse in avanti pericolosamente. Fine strategia dei tecnici oppure semplice sciatteria? Un’altra Inter nella ripresa: un bel gol di Lautaro ha sbloccato partita. Ma la disattenzione della difesa ha permesso a Ilic di pareggiare una gara in cui l’Inter sembrava padrona del campo. Ma Skriniar, dopo l’incertezza in difesa sul pareggio gialloblu, è andato a segnare il gol del 2-1. 
La settima vittoria consecutiva dell’Inter sul campo del Verona in emergenza è un risultato significativo per i nerazzurri che sperano in un 2021 migliore. La squadra di Juric aveva messo paura un pò a tutti, ma stavolta non ce l’ha fatta. Per l’Inter un fine anno all’insegna del successo dopo alcune delusioni. Il tecnico gialloblu, privo di una punta vera e di Barak, squalificato, aveva schierato Salcedo e Colley davanti e Magnani in difesa dall’inizio. L’Inter aveva presentato la variante Perisic dal primo minuto. Gagliardini in panchina. Juric, nel corso della gara ha fatto entrare al 31' Lovato al posto dell’infortunato di Dawidowicz; nel secondo tempo al 1' Ilic per Salcedo, un pò ammaccato; all’8' Ruegg e Lazovic per Zaccagni e Colley; all’8' Gunter per Lovato, infortunato. Tutti nella ripresa i cambi di Conte: al 2' Vidal per Perisic; al 42' Gagliardini per Lautaro. Il primo tempo, come detto, non è stato elettrizzante: ritmi blandi e palla stazionante a centrocampo. Quella che gli esperti di tattica definiscono "fase di studio", per noi è stata un brandello di gara di una noia mortale. Forse l’intento del Verona era proprio quello di non alzare i ritmi per evitare di far giocare l’Inter. (ITALPRESS) - (SEGUE).
Il Verona ha fatto più fumo che arrosto. L’Inter nemmeno fumo. Poi, al 26' Dimarco, un ex, è andato via in area sulla sinistra su assist di Zaccagni, e ha trovato Handanovic pronto a vanificare le sue cattive intezioni. Fra i nerazzurri, Lukaku si è dato da fare, ma senza incidere. Al 36' finalmente un’azione in profondità dell’Inter: Perisic ha dato a Lukaku sulla sinistra: giunto quasi sul fondo, il belga ha dato indietro a Lautaro che di esterno destro, da posizione centrale, ha tirato: Silvestri ha deviato. E’ stato pressochè tutto. Nella ripresa, ha cominciato Barella con un tiro di poco a lato. L’Inter è sembrata meno attendista. Così al 6' su un cross da destra di Hakimi, girata al volo di destro di Lautaro: palo-gol. Molto bello. Un tiro di Ilic fuori ha rappresentato la reazione veronese. I gialloblu comunque a causa degli infortuni hanno perso mordente. Silvestri ha vanificato un tentativo di Lukaku. Al 18' Faraoni è andato sul fondo deastrom ha messo al centro, Handanovic ha smanacciato, Skriniar ha dormito e Ilicic ha beffato tutti da due passi. Al 24' su angolo da destra Skriniar di testa si è riabilitato, riportando in vantaggio l’Inter. 
Poi i nerazzurri hanno controllato nel finale la gara contro un Verona stremato. Lukaku ha tirato: palla deviata in angolo. Una punizione di Dimarco ha sfiorato la traversa. Lukaku non è arrivato su una palla di Hakimi. E un gol di Lautaro è stato annullato. La prestazione della difesa gialloblu: una sola parata di Silvestri nella fase iniziale. Nella ripresa retroguardia sorpresa da Lautaro. La retroguardia interista ha dovuto controllare l’intraprendenza dei gialloblu del primo tempo. Male Handanovic e Skriniar sul gol di Ilic.E i difensori gialloblu sul gol di Skriniar. A centrocampo idee poche ma confuse sui due fronti nel primo tempo. Più incisiva l’Inter nella ripresa con VidalL'attacco veronese ha trovato una solo occasione per mettersi in mostra nel primo tempo. Furno Ilic sul gol.La prima linea interista ha fatto un solo vero tentativo nella prima parte dalla gara, con un’azione Perisic-Lukaku-Lautaro. Nella ripresa l'argentino ha segnato un bel gol. Il Verona, non ha interrotto la serie di vittorie nerazzurre, ma può essere lieto di un anno ricco di soddisfazioni. Per l’Inter, nel 2020 parecchie occasioni mancate, ma un nuovo anno che potrebbe riservare il ritorno dello scudetto. 

Risultati

 23/12 -

 Crotone - Parma 2-1

Juventus - Fiorentina 0-3

Verona - Inter 1-2

Bologna - Atalanta

Milan - Lazio

Napoli - Torino

Roma - Cagliari

Sampdoria - Sassuolo

Spezia - Genoa

Udinese - Beneven

 

Classifica

           Pt Pg Pv Pn Pp Gf Gs 
Inter 33 14 10 3 1 34 17 
Milan 31 13 9 4 0 29 14 
Napoli 24 12 8 0 4 26 11 
Juventus 24 13 6 6 1 25 13 
Roma 24 13 7 3 3 28 21 
Sassuolo 23 13 6 5 2 23 15 
Atalanta 21 12 6 3 3 26 18 
Lazio 21 13 6 3 4 20 20 
Verona 20 14 5 5 4 18 14 
Sampdoria 17 13 5 2 6 21 21 
Udinese 15 12 4 3 5 14 15 
Benevento 15 13 4 3 6 15 23 
Cagliari 14 13 3 5 5 19 24 
Fiorentina 14 14 3 5 6 16 21 
Bologna 14 13 4 2 7 19 25 
Parma 12 14 2 6 6 13 25 
Spezia 11 13 2 5 6 18 27 
Crotone 9 14 2 3 9 13 29 
Torino 7 13 1 4 8 21 31 
Genoa 7 13 1 4 8 12 26