Sei in Sport

SCI

Discesa libera, gioia Italia: Paris sul podio dopo un anno (dall'infortunio)

22 gennaio 2021, 17:27

Discesa libera, gioia Italia: Paris sul podio dopo un anno (dall'infortunio)

Beat Feuz doma la storica Streif e si aggiudica la discesa libera che apre la tappa di velocità a Kitzbuehel. In una giornata complicata dalle difficili condizioni meteorologiche, con forte vento che ha costretto gli organizzatori a interrompere definitivamente la gara dopo la discesa dei primi trenta atleti, senza dunque invalidare il risultato finale, lo svizzero stampa il miglior tempo con il quinto pettorale lasciando scatenare tutta la sua potenza nel finale dopo un avvio non troppo convincente. Una vittoria che mancava da circa un anno per Feuz che si mise sul gradino più alto del podio a Wengen, il 18 gennaio 2020. La notizia importante per l’Italia riguarda il ritorno sul podio di Dominik Paris: dopo l'infortunio, il recupero e un feeling che è tardato ad arrivare in questo avvio di stagione, l’altoatesino fa segnare il terzo crono con 56 centesimi dalla vetta. 
L'ultimo podio di Paris risaliva proprio alla gara di un anno fa a Wengen: "E' una giornata che non dimenticherò, tornare sul podio è qualcosa che mi dà tante emozioni - ha raccontato l’azzurro - E' stato un percorso lungo che ha richiesto tanta disciplina e calma, anche se io non ho tanta pazienza. Non è stato facile gestire la situazione, ho spinto al limite e mi è venuto abbastanza bene". Seconda posizione per l’austriaco Matthias Mayer con 16 centesimi di ritardo rispetto a Feuz, mentre non brilla Christof Innerhofer dopo giorni tribolati legati alla positività al Covid-19. Per il veterano azzurro arriva solo un 22° posto con oltre tre secondi dalla testa: "Fa male vedermi sofferente - ha ammesso Innerhofer - sia nel cuore che nelle gambe. Non mi sento bene, ma non si può fare niente: speriamo che questo momento passi il più velocemente possibile. Sento che non ho energia, è incredibile". 
Emozioni ma anche tanta paura a Kitzbuehel. In particolare per Urs Kryenbuehl che è precipitato a tutta velocità dopo il salto che porta all’arrivo: le condizioni dello svizzero sono da valutare dopo gli immediati soccorsi. Più ottimismo invece traspare in seguito alla caduta di Ryan Cochran-Siegle: l’americano, cosciente e piuttosto mobile nei movimenti, è stato trasportato via in elicottero per accertamenti. Domani si ritorna in pista a Kitzbuehel con un’altra discesa libera dalle ore 11.30