Sei in Sport

sci

La Goggia domina in discesa, a Crans Montana terza vittoria stagionale

22 gennaio 2021, 17:45

La Goggia domina in discesa, a Crans Montana terza vittoria stagionale

Terza vittoria stagionale in discesa e dominio assoluto nella classifica di specialità: Sofia Goggia a Crans Montana è stata più forte del meteo, dei ritardi, e ovviamente di tutte le avversarie, regalando all’Italia dello sci un altro momento indimenticabile. Nonostante questo, l'olimpionica azzurra trova quasi qualcosa da ridire sul suo trionfo, sentendo di poter fare ancora di più: «Non mi aspettavo di vincere - ha dichiarato a caldo la campionessa bergamasca -. Ero contenta di essere arrivata in fondo col miglior tempo ma credevo non sarebbe bastato. Riesco a esprimermi bene in discesa anche se non scio in maniera perfetta». 
Già domani ha l’occasione di migliorarsi, anche se potrà farlo solo nello stile, e infatti nel mirino c'è un nuovo successo, che sarebbe il centesimo assoluto per l’Italia nella coppa del mondo femminile: «Nonostante la vittoria prendo la discesa di oggi come una terza prova di quella di domani», ha affermato. Spera di trovare meno vento, quel vento che ha costretto gli organizzatori a rinviare più volte la partenza, oltre che ad abbassarla di quota, e che in gara l’ha molto infastidita. «Io non patisco lunghe attese, cerco di riempire quegli spazi per avere più concentrazione per la gara - ha spiegato -, ma il vento è stato davvero fastidioso, con tanta neve che si alzava e condizioni molto variabili da un punto all’altro della pista. La giornata è stata lunga e faticosa, ma ho mantenuto il controllo». 
Con il tempo di 1'10"10, Goggia ha conquistato il decimo successo in coppa e il terzo stagionale dopo le discese di Val d’Isere e St. Anton. Nella classifica di specialità è prima con 380 punti, con un vantaggio di 140 sulla statunitense Johnson, oggi terza, e di 142 sulla svizzera Corinne Suter. Nella classifica generale, Goggia è quinta con 545 punti, mentre in testa ha allungato su tutte la slovacca Petra Vhlova (775) grazie all’eccellente e inatteso quarto posto odierno. 
L’unica atleta in grado di avvicinarsi all’olimpionica è stata la ceca Ester Ledecka, rimasta alle spalle dell’azzurra per 20 centesimi, con la Johnson staccata di 57. Bene anche Federica Brignone, nona, subito davanti a Nadia Delago. Al 12/o posto si è piazzata Elena Curtoni e al 15/a Laura Pirovano. Più staccate Marta Bassino - la piemontese resta terza nella generale con circa 150 punti di distacco da Vlhova - e Roberta Melesi che non hanno centrato la zona punti, mentre Francesca Marsaglia è uscita. Una gran prova di squadra in vista anche dei Mondiali di Cortina d’Ampezzo.