Sei in Sport

Sci

Storica Goggia, bis a Crans Montana e quarto trionfo di fila

23 gennaio 2021, 13:28

Storica Goggia, bis a Crans Montana e quarto trionfo di fila

Non ci sono più aggettivi per la stagione di Sofia Goggia. La bergamasca conquista la quarta vittoria di fila, la seconda nel giro di 24 ore e l’undicesima in carriera: numeri da leggenda per la ventottenne che si ripete a Crans Montana in una discesa che scrive la storia dello sci alpino italiano.

Si tratta infatti della centesima affermazione in Coppa del Mondo per il tricolore in rosa: "Oggi ho vinto, ma la archivio presto e penso già domani - racconta Goggia - Alcuni passaggi sono stati difficili per la luminosità. Si vive sempre per la prossima gara e per le esperienze che non abbiamo raggiunto: cerco di essere sempre un’atleta migliore". L’ultimo back-to-back invece risale a soli pochi giorni fa con la doppietta di Marta Bassino - oggi ai box per prepararsi al meglio in Super-G - a Kranjska Gora. Ma è tutta la squadra azzurra a brillare. A partire da Elena Curtoni che torna sul podio grazie a una prova pressochè perfetta, solo dietro a Sofia e alla svizzera Lara Gut-Behrami.


"Finalmente - spiega - sono riuscita a esprimermi come dovrei fare sempre. Ho sfruttato il momento e sono riuscita a sciare a tutta. Ho scelto il pettorale numero 19 perchè pensavo nevicasse di più, ma è andata bene". Appena dietro Curtoni spicca una delle più giovani atlete in gara oggi, ovvero la classe 1997 Laura Pirovano che ottiene il quarto tempo e stampa il miglior risultato in carriera: "Un passo alla volta sto sciando sempre meglio - ammette la ventitreenne - Sto toccando il cielo con un dito, in discesa sto trovando una sensazione mentale bellissima". Soddisfatta della sua performance anche Federica Brignone nonostante il secondo e oltre di ritardo da Goggia e il nono posto: "Ho fatto una buona prova - conferma - Non voglio trovare scuse, ma la visibilità è veramente cambiata dopo. Ci tengo a fare i complimenti alle mie compagne". Nadia Delago e Francesca Marsaglia conquistano punti importanti, chiudendo al 13° e al 19° posto. Roberta Melesi muove la sua generale archiviando la classifica delle italiane con il 24° tempo. 


Tra le big c'è da segnalare la caduta di Ester Ledecka: la ceca ha riportato qualche ferita sul viso dopo l’impatto con le reti di protezione, ma è arrivata al traguardo sui propri sci. La classifica generale è sempre comandata dalla slovacca Petra Vlhova, settima oggi, mentre Sofia Goggia fa il vuoto nella graduatoria di specialità a quota 480 punti.