Sei in Sport

golf

Francesco Molinari inizia l'anno con un ottavo posto in America

25 gennaio 2021, 11:53

Francesco Molinari inizia l'anno con un ottavo posto in America

La Top 10 di Francesco Molinari nel The American Express (PGA Tour) vinto dal sudcoreano Si Woo Kim con il campione azzurro ottavo dopo una prova positiva in California. E poi la sesta vittoria sul LPGA Tour dell’american Jessica Korda che in Florida, nel Diamond Resorts Tournament of Champions ha superato alla prima buca supplementare la connazionale Danielle Kang nel primo evento del 2021. Quindi il trionfo di Tyrrell Hatton negli Emirati Arabi Uniti con l’inglese che ha vinto l’Abu Dhabi HSBC Championship, gara inaugurale dell’European Tour festeggiando la quarta Rolex Series in carriera.

Settimana di grande golf sui massimi circuiti statunitensi ed europei del golf maschile e femminile. All’insegna delle imprese.

 

PGA Tour, The American Express – A La Quinta ottavo posto per Chicco Molinari che, con un totale di 274 (69 66 69 70, -14) colpi, è stato uno dei protagonisti del The American Express. Che ha segnato il ritorno alla vittoria, 1.352 giorni dopo l’ultima volta, di Si Woo Kim. Il 25enne di Seul, al terzo titolo sul PGA Tour, con 265 (-23) ha superato al fotofinish Patrick Cantlay, secondo con 266 (-22) e protagonista di una grande rimonta. All’americano non è bastato - con un giro finale bogey free, sottolineato da un 61 (-11) e caratterizzato da 11 birdie - realizzare il nuovo primato dello Stadium Course (par 72) del PGA West. Terza posizione (268, -20) per l’australiano Cameron Davis. Quarto posto (269, -19) per l’americano Tony Finau. Solo 64/o (287, -1) Andrew Landry, vincitore lo scorso anno.

Dopo il 15/o posto al Vivint Houston Open quale miglior risultato nel 2020, Molinari in Florida è stato anche in corsa per il titolo. Nel quarto e ultimo round ha conservato l’ottava posizione (la stessa del terzo round) con un giro chiuso in 70 (-2). Due birdie in chiusura hanno dato slancio e fiducia al piemontese che questa settimana sarà tra i protagonisti del Farmers Insurance Open (28-31 gennaio) a San Diego (California). Non solo. Con questo risultato Molinari è passato dalla 130/a alla 110/a posizione nel ranking mondiale. Balzo in avanti pure per Si Woo Kim, la cui impresa al The American Express gli ha fruttato un assegno di 1.206.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 6.700.000. Il sudcoreano, 96/o alla vigilia, è ora al 48/o posto dell’Official World Golf Ranking.

 

LPGA Tour, Diamond Resorts Tournament of Champions – Con un putt imbucato da 30 piedi Jessica Korda ha vinto con 260 (-24) colpi il Diamond Resorts Tournament of Champions, riservato a 25 vincitrici di gare nelle tre stagioni precedenti. La 27enne di Bradenton (Florida) ha superato con un birdie allo spareggio la connazionale Danielle Kang, dominatrice dei primi tre round. Portando a sei i titoli sul circuito. Per la quarta volta (dopo quanto già successo nel 2012, 2014 e 2018 la Korda è riuscita a vincere al debutto stagionale. Per una impresa, quella arrivata sul percorso del Four Seasons Golf & Sports Club (par 71), costruita nel terzo round dove con un parziale di 60 (-11) ha firmato il round più basso sul LPGA Tour della sua carriera.

Gara da incorniciare per le Korda. Perché se Jessica è riuscita a spuntarla, la sorella Nelly è salita sul terzo gradino del podio virtuale con un totale di 262 (-22) colpi. Quarta posizione (267, -17) per la sudcoreana In Gee Chun. Quinta piazza (268, -16) condivisa dalle americane Angela Stanford e Cheyenne Knight. Mentre altre due statunitensi, Lexi Thompson e Brittany Lincicome non sono andate oltre il 7/o posto (270, -14). Con la canadese Brooke Henderson 9/a (271, -13) e la tedesca Sophia Popov 10/a (272, -12). Solo 11/a (273, -11) la messicana Gaby Lopez, vincitrice nel 2020. Stesso score per la britannica Georgia Hall e la francese Celine Boutier.

Mentre la competizione riservata alle celebrità è stata conquistata dall’ex tennista Mardy Fish. Con la svedese Annika Sorenstam nona.

E’ una famiglia di sportivi vincenti quella dei Korda. Le due sorelle del “green” americano fanno faville sul LPGA Tour dando seguito a una lunga tradizione sportiva. Il papà Petr, ex tennista, nel 1998 ha vinto gli Australian Open. La mamma Regina Rajchrtová, sempre con la racchetta, ha rappresentato la Cecoslovacchia alle Olimpiadi del 1988. Mentre il fratello minore Sebastian è 119/o nella classifica ATP del tennis. E ora un nuovo traguardo che porta la firma di Jessica Korda, che sale in testa alla Race to the CME Globe 2021 incassando un assegno di 180.000 dollari a fronte di un montepremi complessivo di 1.200.000.

 

European Tour, Abu Dhabi HSBC Championship – Negli Emirati Arabi Uniti Hatton ha festeggiato la sesta vittoria sul circuito, la quarta in un evento delle Rolex Series, eguagliando il primato di Jon Rahm. L’inglese, passato così dal 9/o al 5/o posto nel ranking mondiale, ha fatto sua la contesa con un totale di 270 (-18) colpi. Sul percorso dell’Abu Dhabi GC (par 72) Nino Bertasio, 35/o con 284 (71 67 73 73, -4), è stato il migliore tra gli azzurri in gara. In un evento che s’è rivelato sempre più un tabù per Rory McIlroy, terzo con 275 (-13) alle spalle pure dell’australiano (nato in Sudafrica) Jason Scrivener, secondo con 274 (-14). Quattro secondi posti e ora anche altrettanti tre terzi posti. Niente da fare per il nordirlandese.

Sono usciti al taglio Francesco Laporta (72 72) e Guido Migliozzi (73 71), 67.i con 144 (par), insieme all’americano Justin Thomas, stesso score e grande favorito della vigilia. Torneo sfortunato pure per Lorenzo Gagli, 84° con 145 (72 73, +1), Edoardo Molinari, 107° con 148 (74 74, +4), e Renato Paratore, 119° con 150 (78 72, +6). Mentre per un infortunio al polso Andrea Pavan è stato costretto a ritirarsi dopo 17 buche del primo giro.

E ora l’European Tour si trasferisce a Dubai dove, dal 28 al 31 gennaio, si giocherà l’Omega Dubai Desert Classic.