Sei in Sport

L'Udinese vince e fa un salto in avanti. Milan, poker al Crotone per riprendersi la vetta

07 febbraio 2021, 17:16

L'Udinese vince e fa un salto in avanti. Milan, poker al Crotone per riprendersi la vetta

Udinese-Verona 2-0

Finisce 2-0 alla Dacia Arena tra Udinese e Verona. Vittoria meritata per gli uomini di Gotti che, grazie all’autorete di Silvestri e alla rete di Deulofeu nei minuti finali, conquista tre punti preziosi nella lotta per la salvezza. Discorso diverso per il Verona che, dopo la sconfitta rimediata contro la Roma, colleziona il secondo ko consecutivo. A inizio gara l’equilibrio stenta a far decollare il match e per la prima occasione da rete bisogna attendere il 24': sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Deulofeu, la difesa scaligera si dimentica di Samir che svetta su tutti e colpisce di testa. Silvestri sembra in ritardo ma con grande reattività riesce a intervenire ed evitare la rete del possibile svantaggio. L'occasione mancata infonde fiducia ai friulani che, al 30', tornano a rendersi pericolosi. Dalla destra, Larsen trova in profondità un corridoio per Deulofeu. Lo spagnolo fa tutto bene ma al momento della conclusione non riesce a trovare il tocco vincente, complice l’ottimo intervento in uscita di un Silvestri assoluto protagonista. 
Il Verona sembra più determinato e, al 47', Zaccagni innesca Faraoni, che da buona posizione manda sull'esterno della rete. Le parti adesso sembrano essersi invertite rispetto al primo tempo e il Verona ha ora il sopravvento sui bianconeri di Gotti. L’undici friulano arretra il proprio baricentro, mentre l’Hellas preme il piede sull'acceleratore e, al 77', da ottima posizione, Tameze ha la possibilità di segnare la rete del vantaggio ma il camerunense calcia malissimo facendo disperare Juric. L’Udinese prova a scuotersi e, con un pò fortuna, all’83' Gotti può esultare per la rete del vantaggio: dalla destra, Deulofeu entra in area veneta e crossa basso e teso per Okaka; Silvestri tocca e devia nella sua porta. Il Verona è sotto shock e in pieno recupero Deulofeu si mette in proprio, firmando il definitivo 2-0. L'equilibrio dei primi minuti di gara è ormai un ricordo e i padroni di casa, in pieno dominio della partita, tra il 36' e il 37', sfiorano nuovamente il vantaggio prima con Deulofeu, direttamente da calcio di punizione, e poi con Larsen ma in entrambe le occasioni Silvestri non si lascia sorprendere. Dalla panchina veneta, Juric chiede ai suoi una reazione ma, al 42', è ancora l’Udinese a farsi pericolosa con Walace che, da distanza ravvicinata, deve però arrendersi all’ennesimo miracolo compiuto da Silvestri, che permette al Verona di chiudere la prima frazione di gara sullo 0-0. Nella ripresa Juric prova a dar una scossa ai suoi con un immediato triplo cambio: fuori Gunter-Dawidowicz-Lasagna e dentro Magnani-Lovato-Ilic. Sponda bianconera, Gotti non resta a guardare e sceglie di inserire Nestorovski per Pereyra, uscito malconcio. 

Milan-Crotone 4-0

 Milan vince 4-0 a San Siro contro il Crotone, risponde all’Inter e si riprende la testa della classifica della Serie A nel segno di Ibrahimovic, che con la doppietta di oggi sfonda quota 500 gol nelle squadre di club (501). La squadra di Pioli inizia forte e va subito in gol con Calabria, che però è in fuorigioco. Così il Crotone inizia a far vedere che non è a Milano per una visita di cortesia e crea due occasioni importanti con Ounas e Di Carmine. La gara è vivace con potenziali situazioni di pericolo da entrambe le parti, ma è Ibra a stravolgere l’equilibrio al 30': dopo un uno-due con Leao, lo svedese entra in area e la piazza nell’angolo più lontano per l'1-0 e per il suo 500esimo gol nelle squadre di club in carriera (82esimo con il Milan). Nella ripresa subito una grande occasione con Leao, su cui è molto bravo Cordaz a mandare in angolo, ma il raddoppio arriva al 64' grazie alla solita sgroppata di Theo Hernandez che va via sulla sinistra, mette in mezzo e Ibra da solo fa 2-0. 
 Dopo cinque minuti ecco il 3-0 con il colpo di testa di Rebic su calcio d’angolo battuto da Calhanoglu. Neanche due minuti e ancora Rebic fa il quarto, ancora su assist di Calhanoglu ma stavolta con palla in movimento, servito tutto solo sul secondo palo. Crotone tramortito e al tappeto, decisive le sviste difensive dei calabresi che si confermano peggior difesa del campionato con 50 gol subiti. Pioli pensa a preservare le forze in vista del tour de force tra Europa League e campionato (tra due giornate c'è il derby) e manda in panchina Ibra e Rebic, lo stesso fa Stroppa in vista della prossima difficile trasferta sul campo del Sassuolo. Uno dei nuovi entrati, Mandzukic, sfiora il quinto, con un colpo di testa quasi mandato dentro la propria porta da Djidji. Finisce 4-0, il Milan resta primo, il Crotone è sempre ultimo. 

I risultati

Fiorentina - Inter 0-2 (venerdì)

Atalanta - Torino 3-3 (ieri)

Sassuolo - Spezia 1-2 (ieri)

Juventus - Roma 2-0 (ieri)

Genoa - Napoli 2-1 (ieri)

Benevento - Sampdoria 1-1

Milan - Crotone 4-0

Udinese - Verona 2-0

Parma - Bologna (ore 18)

Lazio - Cagliari (ore 20.45) 

La classifica

             Pt Pg Pv Pn Pp Gf Gs 
Milan 49 21 15 4 2 45 23 
Inter 47 21 14 5 2 51 23 
Juventus 42 20 11 6 2 41 18 
Roma 40 21 12 4 5 44 35 
Napoli 37 20 12 1 7 44 21 
Atalanta 37 21 10 7 4 48 29 
Lazio 37 20 11 4 5 35 27 
Sassuolo 31 21 8 7 6 34 32 
Verona 30 21 8 6 7 26 23 
Sampdoria 27 21 8 3 10 31 32 
Udinese 24 21 6 6 9 23 28 
Genoa 24 21 6 6 9 24 31 
Benevento 23 21 6 5 10 24 41 
Fiorentina 22 21 5 7 9 21 33 
Spezia 21 21 5 6 10 28 38 
Bologna 20 20 5 5 10 25 35 
Torino 16 21 2 10 9 32 41 
Cagliari 15 20 3 6 11 24 38 
Parma 13 20 2 7 11 14 38 
Crotone 12 21 3 3 15 22 50 

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA