Sei in Sport

footbal americano

Tom Brady 7 volte leggendario: Tampa Bay vince il Superbowl. Schiantati i Kansas City Chiefs 31-9

08 febbraio 2021, 04:01

Tom Brady 7 volte leggendario: Tampa Bay vince il Superbowl. Schiantati i Kansas City Chiefs 31-9

Gli aggettivi oramai non bastano e non servono: sette Superbowl vinti e dieci giocati. L’anno scorso, dopo un’epopea leggendaria scritta con i  New England Patriots il passaggio a Tampa Bay. E Tampa non era certo una squadra top. Con lui il compagno di sempre (con cui hanno scritto pagine memorabili a Boston) Gronkowski. Anzi, Gronko aveva smesso e lui, TB #12, lo ha convinto a rientrare.

Tom Brady è una delle pagine più gloriose (e vittoriose) di sempre di tutti gli sport: sette titoli mondiali, l’ultimo vinto nella notte a 43 anni: indefinibile. Nessuno come lui: superato anche Mr Michael Jordan (e non solo). I Tampa Bay Bucaneers erano anche la prima squadra a giocare in casa il Superbowl. Avversari i campioni in carica dei Kansas City Chiefs dell’astro nascente Mahomes, annullato dalla difesa di Tampa nella partita di questa notte che incorona la squadra rosso-petrolio campione del mondo di Football Americano. Kansas, manco a dirlo, era strafavorita. Per Tampa secondo Vince Lombardi (l’altro nel 2002). I 25 anni  lasciano a Mahomes ampio margine per dare seguito alle (belle) premesse: il futuro è suo. Ma la notte di Tampa incorona Tom Brady. 

L’inizio del primo quarto vede le difese protagoniste. Quella di Tampa Bay è più determinante e continua la sua efficacia: Mahomes è costretto in due occasioni a chiudere personalmente con altrettante corse il down. Ma rischia anche in un paio di occasioni l’intercetto. Kansas arriva ad un calcio e a tre punti. Fournette spacca la difesa di Kansas e l’eterna coppia Brady-Gronkowski apre la partita, lancio per il tight-end ed ecco il primo touchdown.

Primo quarto 7-3 per Tampa. Secondo quarto, continua la pressione su Mahomes e le corse redditizie per la squadra rosso-petrolio che non riesce a finalizzare in un td un’azione da una yard. La difesa di Kansas in questo drive tiene. Tampa sembra perdere smalto, ma ancora la coppia leggendaria Brady-Gronko regala un’altra perla: il secondo touchdown. Mahomes e i suoi, da parte loro, in attacco sembrano non entrare in partita. Ecco che qb giallo-rosso suona la sveglia con l’aiuto del suo finalizzatore preferito, il tight end Kelce. Il forcing sembra avere efficacia, ma dopo un momento di calo la difesa di Tampa tiene: per  Kansas solo un calcio per accorciare le distanze sul 14-6. La prima metà sembra indirizzata a finire con questo risultato (manca meno di un minuto) ma due falli della difesa di Kansas mandano Brady and co. ad una yard dalla red zone: lancio per un altro veterano (redivivo), Brown, ed è il 21 a 6 che, di fatto, finisce metà partita. Il terzo quarto inizia con Mahomes e i suoi che attaccano a testa bassa affidandosi alle corse. Forcing che porta ad un calcio solo e a tre punti.

Tampa risponde con una ricezione decisiva dell’eterno Gronko. Yard utili che avvicinano alla galoppata di Fournette: touchdown e 28-9. Kansas che cerca ritmo, ma un intercetto di Tampa ferma tutto. Fournette è incontenibile: un calcio e tre punti per il 31-9. Tre quarti senza un td per Mahomes è la notizia nella notizia. Inizia il quarto quarto, due lanci disperati di Mahomes nella red zone non portano a punti. Brady inizia a guadagnare tempo e lo fa magistralmente. Il tempo corre e Mahomes è in difficoltà. Anche contro il cronometro. Un altro fallo spezza la ricerca del ritmo (e punti) e allontana Mahomes dalla red zone. La difesa dei bucanieri non perdona (fesseria di un difensore compresa che sbeffeggia un attaccante di Kansas: nel football è una penalità). Il tempo corre e le speranze dalle due parti si dilatano, Inutile, per così dire, l'intercetto a due minuti dalla fine. A bordo campo parte la festa.