Sei in Sport

corte sportiva d'appello

La partita Lazio-Torino va giocata

30 marzo 2021, 20:50

La partita Lazio-Torino va giocata

Lazio-Torino si deve giocare. Lo ha stabilito la Corte sportiva d'Appello che ha respinto il ricorso del club biancoceleste, confermando la sentenza del giudice sportivo Gerardo Mastrandrea e sposando così la causa della "forza maggiore" dettata dal divieto della Asl competente allo spostamento della squadra verso Roma. 

 

 

Lo scorso 2 marzo la Lega di Serie A non dispose il rinvio ma il giudice sportivo non concesse lo 0-3 a favore del club biancoceleste rimettendo alla Lega la calendarizzazione. Tesi a cui si era opposto il legale della Lazio Gian Michele Gentile che chiedeva l’omologazione del 3-0 a tavolino. Ma nel dispositivo della corte, presieduta dal Piero Sandulli, le motivazioni sono tutt'altro che benevole nei confronti del club granata. La Corte ha infatti censurato i comportamenti del Torino considerati come improntati "ad una sorta di 'furbizià" e che "non sono, in alcun modo, in linea con i principi di lealtà, probità e correttezza che devono, invece, sempre ispirare chi partecipa a competizioni che, sebbene abbiano natura professionistica, riguardano sempre un gioco". 

Nel frattempo, la Lazio si è allenata a Formello sul campo 'Fersinì per preparare la sfida di sabato contro lo Spezia. Senza i nazionali, la squadra ha svolto attivazione muscolare seguita da un torello con divisione in gruppi. Ampio spazio alla parte atletica con una serie di allunghi agli ordini del prof. Ripert. Dopo un 8 contro 8, incentrato sul possesso palla, una partitella a campo ridotto ha concluso la seduta. La Lazio tornerà al lavoro domani mattina. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA