Sei in Sport

alle 20 alo Vigorelli

Riparte il Football Americano in Italia. I Panthers stasera giocano a Milano

Saltato per la pandemia lo scorso campionato, la compagine parmigiana si ripresenta al via con rinnovate ambizioni. Esordio a Milano nella tana dei Seamen, storici avversari di tante battaglie

di Paolo Mulazzi -

10 aprile 2021, 14:17

Riparte il Football Americano in Italia. I Panthers stasera giocano a Milano

C’è tanta voglia di ricominciare dopo aver saltato la stagione 2020 a causa della pandemia. E si ricomincia col botto, con un classico delle ultime sei stagioni e che dal 2013 al 2015 ha assegnato l’Italian Bowl: Seamen-Panthers, in campo questa sera alle 20 al Vigorelli di Milano con diretta streaming youtube su Seamen Channel. 
«Iniziare contro la migliore o contro la peggiore non ci interessa più di tanto. Iniziare coi Seamen ci darà un’idea di come stiamo andando e del nostro calibro». Parole del nuovo head coach dei Panthers, nonché defensive coordinator, Marc Mattioli statunitense di Atlanta ma con chiare origini italiane: «Mi hanno detto che è un cognome anche di queste parti, ma i miei bisnonni provengono dalle Marche. Però mi piacerebbe fare una ricerca per sapere se per caso ci fossero legami con Parma. Mi piace molto essere qui, è una bella opportunità, non vedo l’ora che arrivi il primo kick-off». 


Con i Giants Bolzano che hanno deciso di ripartire dalla terza divisione, i Giaguari Torino dalla seconda e i Rhinos Milano che non sono più quelli di alcuni anni fa, sulla carta Seamen, campioni d’Italia in carica, e Panthers sembrano poter tornare alla sfida finale in un campionato di Prima Divisione ridotto all’osso: 7 squadre per una regular season che finirà il 22 maggio per poi proseguire con una minifase ad orologio e infine con semifinali e finale. 


Sono due squadre che hanno mantenuto inalterato lo zoccolo duro, con la chicca dell’ingaggio, senza spese, da parte dei Seamen, del kicker Giorgio Tavecchio, primo, e unico, italiano ad aver segnato punti in Nfl anche se non sarà in campo stasera e che non avendo mai giocato in Italia è considerato straniero; a lui si aggiungono il serbo Drecun, buon elemento dell’attacco recente vincitore del titolo austriaco, l’azzurro Petrone e l’altro import Elder. 


I Panthers hanno allungato il roster con alcuni arrivi da Giants Bolzano, Lions Bergamo e Mastini Verona. «Vedo un gruppo Panthers molto buono, con buoni giocatori e giovani di talento, un bel mix». Come sempre nel campionato italiano, gli import possono fare la differenza; i Panthers si affidano al confermato qb Hennessey, a Diaco e a Brown: «Sono tre giocatori molto validi. Hennessey ha un gran braccio, è intelligente, ama questo gioco e mi aspetto grandi cose. Diaco è un ottimo atleta, può giocare in diversi ruoli, attacco e difesa; Brown è stato due anni con una squadra di Nfl (i Philadelphia Eagles, ndr) poi ha giocato in Xfl, ha un gran talento, è esplosivo e sarà un leader della difesa».