Sei in Sport

olimpiadi

Splendida Italia, una medaglia anche nella lotta libera: Conyedo è di bronzo

07 agosto 2021, 13:38

Splendida Italia, una medaglia anche nella lotta libera: Conyedo è di bronzo

Abraham Conyedo Ruano conquista il bronzo nel torneo di lotta libera, categoria 97 kg. L’azzurro ha affrontato e superato il turco Suleyma Karadeniz 6-2. Si tratta della 39esima medaglia italiana.

 Non c'è gioia per l’Italia nell’ultima giornata di finali sulla pista dello stadio Olimpico. La staffetta 4x400 chiude lontano dalle medaglie, ma stampa comunque un altro record italiano. Stavolta il display racconta di un 2'58"81, un decimo più veloce del tempo corso in semifinale. Ad esibirsi è il medesimo quartetto del primo turno, ma con un cambio nell’ordine di entrata in pista tra Davide Re e Alessandro Sibilio. Il ligure apre anzichè chiudere, mentre al napoletano spetta la quarta frazione. Invariati Vladimir Aceti in seconda e Edoardo Scotti in terza. Re parte bene, mentre dopo la seconda frazione l’Italia è ottava. Qui si accende la gara con una grande rimonta di Scotti, che vanifica  purtroppo con un pessimo cambio con Sibilio. Il partenopeo attende infatti il compagno all’esterno, ma Scotti non riesce a superare i rivali per portarsi nella posizione corretta di cambio.
Che peccato, perchè nonostante il tempo perso nel passaggio del testimone il crono degli azzurri è il più veloce di sempre per un quartetto nazionale. Oro agli Stati Uniti (2'55"70), argento ai Paesi Bassi (2'57"18) e bronzo al Botswana (2'57"27). Spumeggianti le altre finali della serata. A cominciare dall’alto femminile che premia Maria Lasitskene. La russa sembrava spacciata a 1.96, quota passata al terzo tentativo, ma poi si è ripresa e ha valicato 2.04. Argento per l’australiana McDermott (2.02) e bronzo per l’ucraina Makuchikh a 2.00 Nei 10.000 l’olandese Sifan Hassan trionfa in 29'55"32, cogliendo il secondo oro dopo quello dei 5000 e il terzo podio considerando anche il bronzo sui 1500. La tripletta dorata è quindi sfuggita per poco. Argento per Kalkidan Gezahegne (Bahrain) in 29'56"18, bronzo per Letesnbet Gidey (Etiopia) con 39'01"72. (
I 1500 maschili sono appannaggio del vichingo Jakob Ingebritsen, oro in 3'28"32, grazie all’astuzia tattica con la quale ha battuto il keniano Timothy Cheruiyot (argento in 3'29"01) e il britannico Josh Kerr, bronzo a 3'29"05. La sorpresa della giornata arriva dal giavellotto, con l’oro che prende la strada dell’India, finendo sul petto del 23enne Neeraj Chopra, già iridato Juniores, autore di un lancio a 87.58. Ad accompagnarlo sul podio sono i cechi Jakub Vladejch (86.67) e Vitezslav Vesely (85.44). Nell 4x400 femminile l’oro è degli Stati Uniti (3'16"15), davanti a Polonia e Giamaica. Allyson Felix allunga così la sua collezione di ori a cinque cerchi.