Sei in Sport

rugby

Il presidente delle Zebre: "Con l'ingresso delle 4 squadre sudafricane, campionato più spettacolare, difficile e motivante"

17 settembre 2021, 15:04

Tommaso Villani

Il Presidente delle Zebre Michele Dalai, parla della trasformazione del campionato di Guinness Pro 14 in United Rugby Championship che prenderà il via il prossimo 24 settembre e comporterà l'allargamento del campionato a 4 franchigie sudafricane Bulls, Sharks, Stormers e Lions.

“Sarà l’occasione di crescere ulteriormente” queste le parole di Dalai, che aggiunge “siamo molto motivati a fare bene. Sappiamo che la competizione sarà molto dura ma i giocatori hanno lavorato con motivazione e impegno dal 12 luglio. Stiamo recuperando i giocatori infortunati e ne sono stati acquistati di nuovi di valore provenienti dall’altro emisfero con esperienze internazionali”.

Confermato nel grado di capitano Bisegni, coadiuvato dai compagni Boni e Sisi in veste di vice capitani.

Dalai prosegue affrontando il tema della riapertura dello stadio Lanfranchi al pubblico: “ L’ingresso delle quattro squadre sudafricane rinnova il campionato che diventerà più spettacolare, difficile e motivante”.

Dalai conclude così: “Il dialogo con la FIR prosegue in continuità; un dialogo che non si è mai interrotto nonostante il cambio dei vertici e la nomina a presidente del padovano Marzio Innocenti. Essendo la FIR socio unico della franchigia del nord-ovest le decisioni sono condivise, mentre gli aspetti operativi della gestione quotidiana attribuiscono alle Zebre ampia autonomia. Questo ci aiuta nel riaprirci alla città e al territorio. Non dobbiamo dimenticare che l’intera Cittadella del rugby e lo stadio Lanfranchi sono infrastrutture di assoluto valore e per questo la Federazione Italiana Rugby ci ha affidato il grande onore ed onere di organizzare proprio in questi giorni il torneo di qualificazione europea delle nazionali femminili di rugby per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 2022 in Nuova Zelanda”.