×
×
☰ MENU

SCOMPARSA DI CALISTO TANZI

Asprilla:" Mi ha sempre trattato come un figlio. Senza di lui non ci sarebbe stato il Parma "

Asprilla:" Mi ha sempre trattato come un figlio. Senza di lui non ci sarebbe stato il Parma "

01 Gennaio 2022,18:42

- «Ha reso possibile il sogno di giocare in Italia, mi ha sempre trattato non come un calciatore ma come suo figlio, mi ha dato il suo sostegno, il suo affetto e il suo amore non sono stati solo, per me ma per tutti i giocatori». Faustino Asprilla, attaccante colombiano, uno dei protagonisti dell’epopea del Parma, noto anche per la sua eccentricità, ricorda così Calisto Tanzi.

«L'uomo che ha fatto grande una piccola città - scrive su Instagram - perché senza di lui non ci sarebbe stato il Parma"

«Era una persona molto nobile e leale - scrive Asprilla, che nell’agosto 2019 andò a trovarlo a casa - è stata una gioia vederlo. Un gentiluomo in tutti i sensi. Tutto quello che ci ha promesso a Parma ha sempre mantenuto. Voglio ringraziarlo in particolare perché mi ha permesso di giocare nel calcio italiano e ha sopportato tutti i capricci. Ti ricorderò sempre come uno dei migliori amici che il calcio mi ha dato». Asprilla ricorda anche un episodio in particolare, quando morì sua madre. Tanzi andò a consolarlo -racconta Asprilla - e gli prestò il suo aereo personale perché potesse andare al funerale.

«Lo porterò sempre nel mio cuore - conclude - grazie, presidente, ti voglio tanto bene».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI