Sei in Altri sport parma

TENNIS

Per la prima volta un torneo Atp 250 nella nostra provincia: si disputerà al President

Prevista la partecipazione di giocatori inseriti tra i primi cento del ranking mondiale

di Vittorio Rotolo -

14 aprile 2021, 09:37

Per la prima volta un torneo Atp 250 nella nostra provincia: si disputerà al President

Per la prima volta nella sua storia il nostro territorio ospiterà un torneo di tennis Atp 250. L’appuntamento è dal 22 al 29 maggio, sui campi in terra rossa del Tc President di Basilicanova: un circolo reduce dal successo registrato dalle ultime due edizioni dell’Atp Challenger (125, lo scorso anno) e che ora alza ulteriormente l’asticella, organizzando insieme a Mef Tennis Events una manifestazione di grande spessore. 
L’Atp 250 «Emilia-Romagna Open» si colloca in una settimana cruciale per il tennis mondiale, a ridosso del Roland Garros.
 Facile, dunque, prevedere la presenza a Parma di giocatori di altissimo profilo, stabilmente collocati fra i Top 100 del ranking mondiale e pronti a «scaldare» i muscoli in vista della rassegna parigina.
 «Con questo evento rinnoviamo l’impegno che va nella direzione di una sempre maggiore attrattività e promozione del territorio: obiettivi che possono essere certamente perseguiti attraverso lo sport, che è un elemento strategico» ha sottolineato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, durante la videoconferenza stampa di presentazione del torneo alla presenza, tra gli altri, anche di Giammaria Manghi, capo della segreteria politica della Giunta, e - in collegamento - del vicesindaco con delega allo Sport del Comune di Parma Marco Bosi e del sindaco di Montechiarugolo Daniele Friggeri.


 «Questo Atp 250 - ha aggiunto Bonaccini - rappresenta una perla, anche per il momento storico che il tennis italiano sta vivendo, con quattro giocatori nei primi 30 della classifica mondiale». «La speranza è di vederli giocare qui, a casa nostra - ha fatto notare il vicesindaco Bosi -  Parma può oggi definirsi a pieno titolo la capitale italiana del tennis».


Rispetto all’eventuale presenza di pubblico sugli spalti del circolo di Basilicanova, invece, il presidente Bonaccini ha osservato: «Non dobbiamo illudere nessuno, ma l’auspicio è che l’accesso di un certo numero di spettatori, con mascherina e ben distanziati fra loro, possa essere consentito. Se ciò accadrà significa che la curva dei contagi si sarà abbassata. Da parte nostra, stiamo intensificando la campagna vaccinale: è un segnale importante».
Soddisfatto il commento di Fabio Rossi, direttore del Tc President, circolo che è presieduto da Romano Botti. «Viviamo questa attesa con entusiasmo e partecipazione emotiva - ha spiegato Rossi - il nostro compito è far sì che i giocatori possano trovare al Tc President, come accaduto già negli anni scorsi, le migliori condizioni possibili in termini di comfort e qualità delle strutture. Ringraziamo la Regione Emilia-Romagna per la sensibilità mostrata e Mef Tennis Events per la capacità organizzativa».
Parla di «impresa storica» Marcello Marchesini, presidente di Mef Tennis Events, «perché non era mai accaduto che un torneo passasse, nel giro di soli tre anni, da Challenger Atp 80 ad Atp 250. È il coronamento di un sogno, raggiunto grazie alla determinazione del Tc President ed alla piena fiducia che il presidente Bonaccini ha voluto accordarci. La entry list? È ancora presto ma, considerata la collocazione in calendario di questo torneo, la sensazione è che potremmo avere tanti Top 100».