Sei in Altri Sport

BASKET NBA

Morto Tom Heinsohn, leggenda dei Boston Celtics

11 novembre 2020, 09:41

Morto Tom Heinsohn, leggenda dei Boston Celtics

 Lutto nel mondo dell’Nba. All’età di 86 anni è morto è morto Tom Heinsohn, leggenda dei Boston Celtics, con cui giocò dal 1956 al 1965 (654 gare per un totale di 12.194 punti) e che allenò dal 1970 al 1977.

Nato a Union City il 26 agosto 1934, nel College of the Holy Cross diventò il miglior realizzatore con 1.789 punti totali con medie di 22,1 punti per partita. Durante il suo ultimo anno mise a segno il record del college di 51 punti contro Boston College.

Nel 1956 Heinsohn, ala di gran talento, fu ingaggiato dai Boston Celtics. Nella sua prima stagione giocò anche un Nba All Star Game e ricevette il Nba Rookie of the Year Award e vinse il suo primo degli otto campionati con la casacca dei Celtics, dal 1959 al 1965.

Nella storia della Nba solo i suoi compagni di squadra Bill Russell e Sam Jones hanno conquistato lo stesso numero di titoli. Nella sua carriera fu nominato 6 volte per l’Nba All Star Game e nel 1966 il suo numero, il 15, fu ritirato dai Boston Celtics.  
Dopo la fine dell’attività agonistica, prese il posto sulla panchina della sua ex-squadra. Nella stagione 1972-73 portò Boston al record di lega di 68 vinte e 14 perse e fu nominato coach dell’anno. Nel 1974 e nel 1976 vinse altri due titoli con i Celtics.

Il suo record da coach è di 427 vinte e 263 perse. Era membro del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame dal 1986 come giocatore e dal 2015 come allenatore.