Sei in Calcio

Tardini, "invasione" dei tifosi dell'Atalanta ma vince il Torino

01 settembre 2019, 20:04

Il Torino al Tardini batte l'Atalanta 3-2. Delusione per la tifoseria bergamasca che aveva "invaso" lo stadio di Parma. In redazione alla Gazzetta sono arrivate numerose lamentele dei residenti per gli incontri "extra" al Tardini anche quando il Parma non gioca in casa.

Le reti: nel pt 24' Bonifazi, 38' D.Zapata; nel st 9' D.Zapata, 12' Berenguer, 21' Izzo. 

Il Toro non conosce ostacoli e, dopo avere messo sotto il Sassuolo nell’esordio casalingo di campionato, concede il bis contro un avversario di ben altro lignaggio. Questa volta ad arrendersi ai granata è l’Atalanta dei miracoli, squadra da Champions League a tutti gli effetti, costretta a giocare sul neutro del Tardini di Parma per i lavori di ammodernamento del proprio stadio e sconfitta 3-2. La sfida fra due squadre che scelgono di giocarsela in ogni settore del campo finisce per essere avvincente ed emozionante: le due formazioni, com'è loro costume, se le suonano di santa ragione, non si risparmiano e lo spettacolo ne risente positivamente. 
Ad aprire i giochi è il gol di Bonifazi che, dopo 24' di gioco, raccoglie un cross di Baselli sugli sviluppi di un angolo e, di testa, infila alla destra di Gollini. A ristabilire la parità ci pensa Duvan Zapata al 38', dopo una straordinaria ripartenza di Gosens, che dà a Gomez, da questi a Pasalic che pesca il colombiano, il cui destro è chirurgico. Lo stesso Zapata, al 9' del secondo tempo, porta in vantaggio l’Atalanta, dopo un contropiede favoloso: su assist di Gomez, il centravanti infatti s'invola, supera Djidji e batte Sirigu. 
L’entusiasmo di Gasperini, tuttavia, dura poco, perchè Berenguer ristabilisce la parità al 12', chiudendo un bel triangolo con Meitè e battendo di destro Gollini. Al 21' decide tutto Izzo, servito ancora da Baselli. Gasperini, come aveva fatto contro la Spal a Ferrara, gioca la carta Muriel e il colombiano impegna subito Sirigu con un gran tiro. Questa volta, però, finirà per non incidere. Il Toro alza le corna e festeggia: è a punteggio pieno, addirittura fianco a fianco con i campionissimi della Juve. Un barlume dopo il buio dell’eliminazione dall’Europa League. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA