Sei in Calcio

CHAMPIONS

Inter fuori dalle coppe. Solo 0-0 con lo Shakhtar

Niente biscotto a Madrid ma i nerazzurri non segnano. Finiscono quarti, non avranno nemmeno l'Europa League

09 dicembre 2020, 23:07

Inter fuori dalle coppe. Solo 0-0 con lo Shakhtar

Inter e Shakhtar Donetsk 0-0 nell’ultimo turno del girone B di Champions League. Con questo risultato i nerazzurri sono eliminati e, essendosi piazzati quarti nel loro gruppo, non parteciperanno neppure all’Europa League. 

Niente biscotto a Madrid ma l’Inter non ha segnato ed è rimasta fuori dalla Champions. Il portiere ucraino Trubin ha negato nel finale il gol ai nerazzurri. L’Inter del primo tempo si è limitata a colpire una traversa con Lautaro all’inizio senza riuscire successivamente a centrare il bersaglio, con Lukaku abbastanza fuori dal fulcro del gioco. I nerazzurri non sapevano che il Real stava vincendo per 2-0 e la loro superiorità su uno Shakthar grigio come le proprie maglie, non è sfociata nel gol. Sembrava essere tornati indietro nel tempo, quando l’Inter, pur attaccando, non riusciva a realizzare. Lukaku si è svegliato nella ripresa, mia l’Inter ha creato pochi pericoli alla difesa ucraina. Insomma, nerazzurri poco pericolosi e risultato in bianco. Addio Europa per la squadra di Conte ! L’Inter non ce l’ha quindi fatta, ad andare avanti, e d’altronde avrebbe dovuto vincere anche all’andata, a Kiev, e più in generale svegliarsi prima. Lo Shakhtar non è poi questo granchè: una multinazionale con scarsa identità. Ma la squadra di Conte si è un pò persa per strada tentando poi di recuperare in extremis. E’ andata buca. 

Il tecnico nerazzurro, privo di Vidal aveva potuto schierare Barella e mandato ancora Eriksen in panchina, dopo le critiche che gli erano piovute addosso. Castro aveva parecchi assenti, ma ha messo insieme una formazione senza Dentinho che tuttavia ha dato battaglia, finchè ha potuto. Sotto la pioggia, Lautaro dopo sei minuti ha sparato un missile che è andato a incocciare sotto la traversa ed è tornato indietro. E’ cominciata così questa partita in cui gli ucraini hanno giocato un ruolo marginale, palleggiando in mezzo al campo, senza andare quasi mai al tiro. Partita monocorde, quindi, con una girata di Lautaro alta e l'attivissimo Barella che ha commesso degli errori. Un break di Kovalenko con tentativo alto è stato l’unico pericolo. De Vrij non ha colto un’occasione propizia, in mischia. Intanto, il Real era sul 2-0 contro il Borussia. Dodò ha scaldato le mani di Handanovic e Lautaro con una girata di testa ha impegnato Trubin. Anche Bastoni ha sparato senza centrare la porta. Primo tempo in cui l’Inter non ha saputo tradurre in gol la propria superiorità. 

Nella ripresa gli ucraini hanno cominciato in avanti, sembrando trasformati. Ma per poco. Trubin è stato chiamato in causa presto perchè l’Inter ha cominciato a cercare il gol del passaggio del turno. Un colpo di testa centrale di Lukaku. Un miracolo di Trubin, in volo sulla sinistra, su un altro colpo di testa del belga. Poi Lautaro ha toccato fuori un pallone da sinistra. Un tenente di Brozovic dal limite è stato deviato in angolo. Un doppio tiro di Tetè e Taison ha messo a dura prova le capacità di Handanovic. Anche gli ucraini hanno cominciato a cercare il gol. L’Inter non ha mostrato grande intraprendenza e Conte ha fatto entrare Perisic. Lautaro ha sparato alto un pallone su angolo. Ci ha provato lo Shakthar, ad attaccare, ma senza mordente. Sanchez ha avuto un’occasione ma non l’ha sfruttata. Lukaku sulla traiettoria di di un colpo di testa Sanchez, Trubin ha salvato su tiro di Eriksen e amen. Stringi stringi, la difesa nerazzurra non ha corso pericoli, ma nel primo tempo, salvo l'occasione della traversa di Lautaro e qualche altro debole tentativo, gli ucraini hanno controllato la situazione. Insomma non è stata una serata felice, per l’Inter.