Sei in Calcio

TELEVISIONE

DAZN in tilt, oscurate Inter-Cagliari e Verona-Lazio

11 aprile 2021, 15:33

DAZN in tilt, oscurate Inter-Cagliari e Verona-Lazio

Niente pubblico allo stadio, niente diretta tv. Va in crash l’app di Dazn e Inter-Cagliari, testa coda della 30/a di serie A con vista scudetto per Conte, diventa una sorta di partita per pochi intimi, scatenando ironie e proteste via social dei tifosi. «Siamo molto dispiaciuti, tutto nasce da un partner esterno», le scuse finali di Dazn. A macchia di leopardo in varie parti d’Italia tantissimi abbonati alla tv streaming non sono riusciti a connettersi sin dall’inizio - e poi nonostante i tentativi di intervento per tutta la durata della partita - per seguire Inter-Cagliari. 


Invece delle immagini della partita iniziata alle 12:30, gli utenti si sono ritrovati a guardare messaggi di errore affiancati da un fermo immagine di Lukaku. E, mentre i minuti trascorrevano, sui social è montata la protesta mista ad ironia dei tifosi, inviperiti con l’emittente che si è aggiudicata i diritti tv della serie A per il prossimo triennio. Infuriati soprattutto di quelli di fede interista. Come Enrico Mentana, che su Instagram ha scritto: «danno di reputazione enorme». 


«Tutto il nostro team sta lavorando per risolvere il problema quanto prima», era stata la prima reazione all’ANSA di fonti Dazn, che a partita in corsa in una nota ufficiale ha poi chiarito che il problema di collegamento stava tutto nella App che gestisce la visione streaming. Ma il problema è proseguito per tutti i 90' e oltre, e in pochissimi sono riusciti a vedere il gol vittoria di Darmian, le parate finali di Handanovic, l'esultanza scudetto di Conte, mentre sul canale 209 di Sky la trasmissione di Dazn 1 funzionava regolarmente. Poi, al fischio d’inizio di Verona-Lazio, l’ultima delle tre partite di Dazn, identici problemi e black out. Ma se non correva l’App di Dazn, correva via whatsapp la sorpresa e la preoccupazione dei presidenti di serie A, con diversi messaggini. 


«Siamo molto dispiaciuti», le scuse Dazn dopo la fine della partita di Milano, con una spiegazione: «Il problema è derivato dal fallimento del servizio di autenticazione fornito da un nostro partner esterno che non è stato in grado di risolvere velocemente applicando le previste procedure di backup, pur avendo ricevuto da parte di Dazn informazioni tempestive e collaborazione immediata». «Il nostro partner - conclude la tv - è attualmente al lavoro per risolvere una problematica che sembra coinvolgere più paesi a livello Europeo e stiamo investigando ulteriormente la natura del danno ed eventuali responsabilità»