Sei in Calciomercato

Paulo Fonseca congela il mercato

L'allenatore della Roma glissa sul tema svincolati e parla di Zaniolo: "Non ho ascoltato le parole di Capello".

26 ottobre 2019, 11:01

Paulo Fonseca congela il mercato
Dopo la beffa contro il Borussia Moenchengladbach la Roma riparte dalla sfida Champions contro il Milan all’Olimpico.

Paulo Fonseca vuole cancellare il ricordo della notte europea: "Dati alla mano quest'anno con il Borussia è stata la gara dove abbiamo corso di più e su un campo pesante. La mia preoccupazione sarà recuperare la squadra dal punto di vista fisico e prepararla per il Milan che sarà più riposato. La squadra sta bene, dobbiamo guardare avanti. È stata una serata infelice per la direzione di gara, ma in questo momento dobbiamo concentrarsi solo sul Milan".

L'emergenza infortuni è ancora alta: "Mkhitaryan non si allena ancora con noi. Under inizierà oggi ad allenarsi con noi e domani non sarà a disposizione. Dalla prossima partita sarà una pedina in più".

Negli ultimi giorni a Trigoria sono stati visti in prova gli svincolati Buchel e Rodwell, ma Fonseca dribbla il tema: "Non voglio parlare di questo. Parlo di un giocatore solo quando fa ufficialmente parte della rosa. Se ci saranno novità ne parleremo. La mia concentrazione è solo sul Milan".

Altro argomento caldo il caso Zaniolo dopo le parole di Capello sul giocatore: "Sinceraente non ho ascoltato le parole di Capello e preferisco non commentare. Mi limito a dire che crediamo tutti in Zaniolo, il suo è un talento immenso e deve continuare a lavorare per crescere. Non so se in passato ci siano stato influenze esterne, ma da quando sono qua ha sempre lavorato in modo esemplare e con dedizione. Questa è l'unica cosa che mi interessa".
Questa è una squadra che gioca e crea. Dobbiamo essere più attenti nell'ultima decisione. Durante la sosta che abbiamo avuto più tempo ci abbiamo lavorato e continueremo a farlo".
 

Paulo Fonseca congela il mercato

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema