Sei in Formula 1

I TEST DI F1

L'ultima trovata Mercedes, in pista col volante mobile

Raikkonen il più veloce nel secondo giorno, Ferrari lontane

20 febbraio 2020, 19:16

L'ultima trovata Mercedes, in pista col volante mobile

Più che i tempi dei test (ha svettato l'Alfa Romeo di Kimi Raikkonen), nella seconda giornata di test di F1 al Montmelò hanno tenuto banco le sorprese. Come quella targata Mercedes che ha stupito un po' tutti, non solo gli addetti ai lavori, mai anche i piloti del circus. La diabolica e inaspettata novità - il cui nome è DAS (acronimo di Dual Axis Steering) - ha preso forma al volante della Mercedes di Lewis Hamilton, come emerso grazie alla telecamera onboard della W11, da cui si vede chiaramente come il pilota britannico, appena appare il messaggio 'Marker', può cambiare la convergenze delle ruote anteriori muovendo in avanti o indietro lo sterzo della sua monoposto: il volante va indietro quando il pilota dà gas (in rettilineo e quindi con vantaggi aerodinamici), mentre torna in posizione originale in prossimità delle staccate.

Subito ai box hanno cominciato a circolare le più disparate interpretazioni e ipotesi sulla machiavellica invenzione: la più gettonata è che il movimento permetta di aprire e chiudere la convergenza delle gomme anteriori, usurando in tal modo meno gli pneumatici. Ovviamente a tenere banco c'è anche la irregolarità o meno del nuovo volante: per il momento la FIA dopo le prime investigazioni avrebbe definito a norma il sistema, mentre si sarebbe riservata ulteriori indagini per quanto riguarda la sicurezza. "Non spiegherò molto di quello che avete visto, è una nuova idea, ha un nome, DAS, una nuova dimensione di sterzata per il pilota ma non dirò come lo usiamo e perché lo usiamo - ha spiegato in conferenza stampa il direttore tecnico della Mercedes, James Allison - La Fia sa tutto ma capiremo solo nei prossimi giorni quanto vantaggio ci darà", ha aggiunto l’ex Ferrari, mentre Lewis Hamilton, primo pilota Mercedes a testare la novità, non si sbilancia più di tanto sugli aspetti tecnici ma si è molto compiaciuto della novità: "L'ho provato per una sola mattina, non so se sia sicuro o no, sto cercando di capire come funzioni ma mi inorgoglisce che sia ancora una volta il mio team a innovare in una direzione non sperimentata. La Fia ha approvato il progetto, sulla sicurezza non so ma vedremo".

Sorprese a parte, la giornata in pista si è chiusa con Kimi Raikkonen davanti a tutti in 1:17.901, poi Perez (Racing Point), Ricciardo (Renault), Albon (Red Bull) e Gasly (AlphaTauri), con le due Ferrari di Vettel (al debutto al debutto ufficiale sulla SF1000) e Leclerc che hanno chiuso con 6° e 8° tempo. Più indietro le Mercedes, che avevano dominato la prima giornata: Lewis Hamilton ha chiuso col 9° crono, Valtteri Bottas 13esimo.