Sei in Motogp

Iannone non guarda la posizione

"Sono piuttosto soddisfatto di come abbiamo lavorato" ha raccontato l'abruzzese.

31 maggio 2019, 18:09

Iannone non guarda la posizione
Andrea Iannone ha compiuto un passo avanti rispetto alla difficile gara di Le Mans dove era stato limitato anche dai problemi alla caviglia sinistra, reduce dalla caduta di Jerez. Ora le condizioni fisiche non sembrano destare preoccupazione e Andrea ha potuto riprendere il percorso di sviluppo della sua RS-GP, migliorandosi tra le due sessioni e chiudendo col crono di 1,47.887 che lo colloca al diciannovesimo posto a poco più di un secondo dal primo.

"Se guardiamo la posizione può sembrare una giornata complicata, invece io sono piuttosto soddisfatto di come abbiamo lavorato oggi – ha detto l’abruzzese dell’Aprilia -. Siamo a un secondo dai migliori, la nuova carenatura ci ha permesso di fare un piccolo passo avanti. Al momento fatichiamo con il grip della gomma posteriore, nel senso che quando ne abbiamo troppo la moto spinge in staccata e non riusciamo a rallentare come vorremmo. Ci siamo fatti una idea piuttosto chiara ma dobbiamo continuare a lavorare senza sosta".

Iannone non guarda la posizione