Sei in Rugby

rugby

Lucchin: “Dopo la vittoria contro Cheetas, guardo con fiducia al futuro - Video

09 gennaio 2020, 12:16

di  Tommaso Villani

Il trequarti centro Enrico Lucchin, da giugno 2019 alle Zebre, ha fin ora collezionato 7 presenze in Guinness PRO14 e 1 in EPCR Champions Cup. Tra gli artefici in campo della prestigiosa e assai meritata vittoria per 41 a 13, ai danni della franchigia sudafricana dei Cheetas, lo scorso sabato 04 gennaio, ha esibito: 5 cariche, 4 placcaggi, 1 offoload e percorso 38 metri complessivamente negli ottanta minuti di gioco. Cresciuto nelle giovani della Rugby Rovigo ed è stato membro dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato”, e vanta 3 Campionati Italiani vinti (due conquistati con la Rugby Rovigo, e uno con il Calvisano).

“Siamo felici del risultato ottenuto lo scorso weekend ma ora la concentrazione è alla quinta giornata della coppa europea che ci vedrà impegnati contro lo Stade Francaise a Parigi sabato 11 gennaio” afferma Lucchin, che rimarca “giocare a questo livello è difficile, devi dare il massimo vista la grande competizione in squadra; inoltre devi curare nel dettaglio, ad ogni allenamento, molti aspetti: fisici, tecnici e mentali soprattutto in termini di concentrazione. Il livello è più elevato rispetto al Campionato Italiano del Peroni Top12. E’ stimolante scendere in campo e confrontarsi con giocatori di livello internazionale ogni settimana”. A coronare il percorso professionistico di Enrico, giocatore a cui l’head coach Bradley in casa Zebre sembra dare fiducia, potrebbe essere nel prossimo futuro la convocazione nell’Italrugby del nuovo ct Franco Smith, un tecnico attento a giocatori di sostanza che fanno della serietà e dell’impegno la loro arma in più. Va detto che Lucchin ha percorso tutta la trafila delle selezioni nazionali dall’Under 17 all’Under 20, partecipando al World Rugby U20 Championship nel 2015 e coronando infine la sua esperienza in Azzurro con la Nazionale Emergenti, prendendo parte a due edizioni di World Nations Cup nelle estati 2016 e 2017.

Il tabellino di Zebre Rugby v Cheetahs 41-13

Zebre: 15 Junior Laloifi, 14 Charlie Walker, 13 Giulio Bisegni (c), 12 Enrico Lucchin, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Joshua Renton, 8 Giovanni Licata, 7 Johan Meyer, 6 Jimmy Tuivaiti, 5 Ian Nagle, 4 David Sisi, 3 Giosue Zilocchi, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Danilo Fischetti, 18 Eduardo Bello, 19 Mick Kearney, 20 George Biagi, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Maxime Mbanda, 23 Edoardo Padovani

mete: Walker (12′, 65′), Meyer (35′), Renton (53′), Bisegni (76′)
trasformazioni: Canna (13′, 36′, 54′, 66′, 77′)
Punizioni: Canna (19′, 24′)

Cheetahs: 15 Rhyno Smith, 14 Craig Barry, 13 William Small-Smith, 12 Benhard Janse van Rensburg, 11 Rabz Maxwane, 10 George Whitehead, 9 Tian Meyer (c), 8 Aidon Davis, 7 Junior Pokomela, 6 Chris Massyn, 5 Walt Steenkamp, 4 Sintu Manjezi, 3 Aranos Coetzee, 2 Wilmar Arnoldi, 1 Boan Venter
A disposizione: 16 Joseph Dweba, 17 Erich de Jager, 18 Luan de Bruin, 19 JP du Preez, 20 Marnus van der Merwe, 21 Gerhard Olivier, 22 Ruan Pienaar, 23 Tian Schoeman

mete: Arnoldi (7′), Meyer (62′)
trasformazioni: Whitehead (33′)