Sei in Rugby

rugby

Zebre, il pilone Eduardo Bello: "Mi piace lottare. E adesso cerchiamo il bis"

05 novembre 2020, 16:31

 

Parla Eduardo Bello, il pilone di Cordoba (Argentina), che nell’ultimo match di Guinness Pro14, disputato dalle Zebre, ha contribuito in prima persona all’agognato e meritato successo ai danni dei gallesi Ospreys.  «Abbiamo vinto e siamo felici. La vittoria poteva arrivare prima della quarta di campionato, al di là della considerazione, siamo contenti. Soprattutto per la volontà della squadra di saper lottare fino all’80 minuto per portare a casa un risultato positivo. Ho giocato per 65 minuti e posso dire di essere soddisfatto per aver messo in pratica il lavoro tecnico che avevamo allenato la scorsa settimana. Probabilmente abbiamo commesso qualche errore di troppo nella seconda frazione di gioco ma l’impegno è stato massimo di noi tutti».

Queste le parole di Bello, che archiviato il successo di lunedì notte 2 novembre parla del prossimo e temibile avversario:   «domenica 08 novembre voleremo a Llanelli per affrontare gli Scarlets. Scontato dire che sarà un match duro sia perché giochiamo nel loro stadio, sia perché è forte la volontà di riscattare la sconfitta della scorsa settimana subita contro Edimburgo per 6 a 3. Gli Scarlets desiderano fare bene per migliorare la posizione in classifica. Ma noi non saremo da meno. Vogliamo un altro successo».

Bello conclude parlando della sua posizione in campo e della continuità che auspica per accrescere il proprio bagaglio tecnico: «Interpreto il ruolo di pilone prediligendo soprattutto il lavoro difensivo all’attacco, mi piace lottare per recuperare palloni nei punti di incontro. E soprattutto più minutaggio disputo in campo, maggiore sarà il rendimento in mischia ordinata e la fiducia nei miei mezzi». 

Tommaso Villani