Sei in Rugby

Rugby Pro 14

Munster implacabile. Le Zebre costrette ad arrendersi

La Franchigia in formazione rimaneggiata e con sette giocatori del Top 10 travolta in Irlanda anche se ha cercato più volte la via della meta. Gli unici punti di Pescetto

di PAOLO MULAZZI -

01 dicembre 2020, 12:23

Munster implacabile. Le Zebre costrette ad arrendersi

Munster-Zebre è una sfida impari a prescindere, in particolare a Limerick. A maggior ragione con una squadra, quella delle Zebre, con sette giocatori provenienti dal Top10. Risultato: 52-3. 

Le Zebre non sono state remissive, anzi, diverse sono state le puntate in attacco e nei ventidue avversari, ma la disperata ricerca della meta è stata frustrata dalla difesa irlandese. In netta difficoltà la mischia ordinata.

La prima opportunità è del Munster e non se la lascia sfuggire andando in meta in prima fase dopo otto minuti: touche vinta nei ventidue, Hanrahan effettua un calcetto nello spazio dietro la prima linea di difesa, Goggin anticipa Bruno e Laloifi e va a schiacciare.

Anche le Zebre hanno una touche nei ventidue alcuni minuti dopo, giocano sullo stretto guadagnando una punizione centrale che Pescetto mette tra i pali per gli unici punti della partita. 

Le Zebre restano in attacco, giocano due volte nei ventidue ma non riescono a concretizzare. Munster, complici anche tre falli delle Zebre, stanzia nei ventidue d’attacco per sei minuti dal 21’ al 27’, non trova una meta in quanto Gallagher perde il contatto con la palla mentre va a schiacciare, la fallisce di pochi centimetri con Coombes, ma al terzo tentativo riesce a sfondare in mezzo ai pali con de Allende. 

In un’occasione Kearney ruba palla in touche, ma all’ennesimo fallo per un’entrata laterale di Masselli sulla spinta della maul irlandese l’arbitro concede meta tecnica e sventola il giallo al giocatore delle Zebre. 

Allo scadere di frazione arriva la meta del bonus di Sweetnam, ancora in prima fase, dopo il break di Goggin. 

A inizio ripresa Munster accelera con un ottimo possesso palla, va in meta al 44’ con Hanrahan, poi il tmo ne fa annullare una di de Allende al 47’. 

Le Zebre vanno vicine alla meta con Mordacci, buona la sua prova, Munster ne manca una con Cloete poi la segna con French, che bagna al meglio il suo esordio, le Zebre ci provano più volte vanamente e allo scadere Casey mette il settimo sigillo e Ahern l’ottavo, dopo il giallo a Venditti.