×
×
☰ MENU

ospedale

Era doloso il doppio incendio della scorsa notte nel cantiere del nuovo polo oncologico: arrestato un 24enne - Video

23 Gennaio 2022,09:16

Doppio incendio nella notte nel cantiere del nuovo polo oncologico all'ospedale Maggiore in via Abbeveratoia. I vigili del fuoco sono stati chiamati poco prima delle 23 di ieri per lo scoppio delle fiamme in una baracca dove gli operai custodiscono gli attrezzi, poi ha preso fuoco anche un escavatore. Sul posto oltre ai carabinieri e alla polizia di stato, 4 squadre dei vigili del fuoco che hanno lavorato fino alle3,20 di questa mattina. Fortunatamente non si registrano feriti.

L'origine dell'incendio però era dolosa e la polizia lo ha scoperto in fretta.

 Nei pressi dell’Ospedale gli agenti hanno notato un uomo che si aggirava con fare sospetto e si stava allontanando dall’aerea del cantiere e per questo immediatamente fermato per le prime verifiche. I Vigili del Fuoco intervenuti sul posto hanno dichiarato che si trattava di un incendio doloso che aveva interessato tre prefabbricati usati dagli operai del cantiere per il deposito degli attrezzi causando ingenti danni. Le fiamme hanno anche coinvolto un escavatore e sono servite più di due ore per mettere in sicurezza la zona. Sul posto è anche intervenuta la Polizia Scientifica per i rilievi fotografici. A causa del fumo sprigionatosi è stato richiesto l’intervento della Polizia Locale per garantire le necessarie condizioni di sicurezza per la viabilità. Le fiamme non hanno causato feriti.

L’uomo condotto in Questura veniva identificato per un 24enne con diversi precedenti di polizia. È in corso di valutazione la ricostruzione delle ragioni che potrebbero aver condotto l’uomo a commettere il gesto: al momento non si esclude nessuna pista investigativa.

All’esito degli accertamenti l’uomo è stato arrestato per incendio doloso e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria trasferito in carcere in attesa dell’udienza di convalida. Ora la posizione del 24enne verrà valutata dall’Autorità Giudiziaria nel totale rispetto della presunzione di innocenza fino a sentenza passata in giudicato.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI