20°

30°

siria

Video delle due italiane rapite: "Riportateci a casa"

Ricevi gratis le news
35

(ANSA) - Immagini drammatiche, ma che danno un filo di speranza: un video pubblicato su YouTube mostra le immagini, a prima vista autentiche - ma non si hanno al momento ulteriori conferme - delle due volontarie italiane, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, rapite in Siria il 31 luglio scorso. Il video sarebbe stato girato il 17 dicembre.
«Siamo Greta Ramelli e Vanessa Marzullo», dice in inglese con un forte accento italiano e tenendo gli occhi bassi, la prima delle ragazze. «Supplichiamo il nostro governo e i suoi mediatori di riportarci a casa prima di Natale. Siamo in estremo pericolo e potremmo essere uccise», prosegue con tono provato. "Il governo e i suoi mediatori sono responsabili delle nostre vite», conclude senza mai guardare la telecamera mentre l’altra giovane italiana la fissa per pochi secondi. Rispetto alle fotografie circolate sul web prima del rapimento, le ragazze appaiono molto dimagrite e dai tratti particolarmente tirati.
Il link al video pubblicato oggi su YouTube è stato postato da un giornalista arabo, Zaid Benjamin, su twitter (@ziadbenjamin) con l’hashtag #Syria A Video shows 2 Italian hostages believed they were aid workers held by Jabhat Al-Nusra http://youtu.be/ma6RoszaMPE ('un video mostra due ostaggi italiane, probabilmente volontarie, tenute da Jabhat al-Nusra/).
Come accennato, il video sembra autentico, anche se nulla lo conferma per il momento: le immagini mostrano le due ragazze con indosso una tunica nera lunga che copre loro il corpo e i capelli, ma lascia libero il volto ('abayà).
A parlare è una solo di loro, presumibilmente Greta Ramelli, mentre l’altra, Vanessa Marzullo, tiene in mano un cartello dove si legge la data di mercoledì 17 dicembre 2014. Ma anche in questo caso nulla conferma la veridicità della data, in mancanza di elementi esterni temporali come la presenza di un quotidiano. (ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    04 Gennaio @ 18.33

    Che il governo paghi il riscatto e le riporti a casa, ma che poi lavorino gratis tutta la vita per espiare la loro idiozia esibizionistica. Se si vuole fare del bene, abbiamo abbastanza situazioni per impegnarsi anche in Italia: non c'è bisogno di andare in paesi in guerra e mettersi nelle condizioni di doversi far riportare a casa!

    Rispondi

  • Gio

    01 Gennaio @ 20.08

    Giorgio R.

    Continuo a pensare nello stesso modo. Chi predica certe cose deve capire che poi la realtà è un'altra. Libere subito ma poi che capiscano che hanno sbagliato. Non è come in Italia che fai quello che vuoi. Basta con le ideologie ingannatrici ! LIBERI I MARO' LIBERE LORO.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    01 Gennaio @ 19.30

    MA LO VOLETE CAPIRE CHE , QUESTO VIDEO , è stato girato sotto dettatura dei terroristi che mercanteggiano sui soldi del riscatto , e questo è il momenti di star zitti , come chiedono il nostro Ministero degli Esteri ed il nostro Spionaggio ? Quando , come speriamo , le ragazze torneranno in Italia , è probabile che ringrazino il Governo che i rapitori han fatto loro colpevolizzare per alzare il prezzo. A volte questi "video" sono un buon segno , perchè indicano che le trattative vanno avanti. PROBABILMENTE HO SBAGLIATO ANCH' IO A COMMENTARE , e sono doppiamente un somaro , perchè , avendo fatto , nella mia vita , diverse Operazioni di Cooperazione Internazionale , queste cose le dovrei sapere....

    Rispondi

  • Straiè

    01 Gennaio @ 18.59

    Scopo ufficiale del “progetto Horryaty” era: 1) attivare un corso base di primo soccorso e rifornire alcune aree di kit di emergenza corredati di tutto il materiale occorrente; 2) garantire ai pazienti malati di patologie croniche di accedere alle giuste terapie rispettando i tempi, dosi e qualità dei farmaci. Per eseguire un progetto così ambizioso, in area di guerra, occorrevano persone esperte, di preferenza laureate in medicina e con un lungo periodo di tirocinio alle spalle. Tuttavia Vanessa è una studentessa di Mediazione Linguistica e Culturale mentre Greta è studentessa di Scienze Infermieristiche, neppure diplomata. In compenso il coordinatore e mente del progetto è un certo Roberto Andervill, di professione fabbro. Non sarebbe meglio che lo stato, prima di riconoscere e certificare certi tipi di associazioni le passasse al setaccio abilitando solo quelle che realmente offrono serie garanzie di professionalità?

    Rispondi

  • bing bang

    01 Gennaio @ 18.28

    davvero devono vergognarsi, Questi signori qui sotto; filippo, gaiunlucapasini liverpool, questa e' gente volgare. e che la gazzetta dica qualcosa

    Rispondi

    • liverpool

      01 Gennaio @ 19.01

      la gazzetta dovrebbe dire qualcosa a noi quando c'è chi ci definisce ignoranti, nazisti e volgari?

      Rispondi

      • 01 Gennaio @ 19.14

        Da REDAZIONE: Sì, la Gazzetta dice quel commento è sfuggito e che ora è stato "depurato" delle offese. Ci scusiamo per questo disguido.

        Rispondi

    • Vercingetorige

      01 Gennaio @ 18.49

      LA "GAZZETTA" STA GIA' CENSURANDO alcuni insulti che vi sono stati mandati in risposta ai vostri. Non si vede perchè debba censurare quelli degli altri e , i vostri , no.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

social

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

choc

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

9commenti

Lealtrenotizie

Anna Maria Bianchi, il ricordo di Mauro Coruzzi

Lutto

Anna Maria Bianchi, il ricordo di Mauro Coruzzi

L'INCHIESTA

Maxi frode fiscale, indagati anche 2 professionisti parmigiani

domenica

Barche di cartone in Ceno, spaventapasseri a Scipione, sagre e trekking: la ricca agenda

Donazione

Fuoristrada all'avanguardia per la Cri

Concorso

A Valmozzola il clarinetto di Letizia Consigli è da primo posto

INTERVISTA

Squeri: «Vetro piano: innanzi tutto chiedete sicurezza»

COMUNE

Salso, la maggioranza diserta il Consiglio

ALMA

Davide Groppi racconta le sue luci «stellate»

FIDENZA

Addio a Macchidani, l'impegno in politica e a difesa dei lavoratori

lutto

Parma (e non solo) piange Anna Maria Bianchi: domani il rosario, lunedì i funerali - Video

dal ritiro

Parma, contro il Foggia (3-1) "buona forma fisica e applicazione degli schemi" Video

incidente

Schianto con la moto a Collecchio: grave un 21enne, in fuga l'amico 26enne Foto

soccorso alpino

85enne scivola su un sentiero a Lagdei e poi si sente male

Festa della lavanda alla Fattoria di Vigheffio Guarda chi c'era

Jihad

Terrorista iracheno arrestato a Parma torna libero e chiede lo status di rifugiato

1commento

GAZZAREPORTER

Piove, "acqua alta" in via D'Azeglio

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, il nemico è nelle scelte quotidiane

di Luca Tentoni

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

ROMA

Scontrino omofobo: ristorante offende coppia gay. E dal web parte il boicottaggio

2commenti

PIEMONTE

Temporali sull'Astigiano e sul Torinese, ingenti i danni

SPORT

il commento

Vettel in pole: la netta superiorità della Ferrari

ciclismo

Tour: 14ª tappa, Fraile 1° sul traguardo di Mende

SOCIETA'

social

Il bimbo e il cane giocano divisi dalla staccionata Video

il disco

I Pooh alla ricerca del Graal

MOTORI

IL TEST

Il futuro secondo Bmw? Elettrificato:25 novità da qui al 2025

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto