21°

30°

ALLUVIONE

Il poeta Gennari e quel ponte che non c'è più Video

Ricevi gratis le news
0


Per mezz'ora ha cercato di resistere, ma lo schiaffo che lo ha colpito è stato talmente forte da mandarlo al tappeto.
Ad un certo punto il fango gli ha coperto gli «occhi», gli ha tolto il «respiro», ed è stato in quell’istante che le forze gli sono venute meno, e lui si è lasciato morire.
Il lui in questione è un lottatore, ma non nel senso classico del termine, perché al posto dei bicipiti e del collo taurino ci sono i mattoni e la calce, o meglio c’erano, dato che la furia del Baganza li ha spazzati via in pochi minuti, come racconta Giuseppe Gennari nella poesia dialettale intitolata «L’inondasjòn» e dedicata al crollo del ponte della Navetta.
«Il 13 ottobre scorso, verso le 16.30, una massa enorme d’acqua mista a fango, scesa dai monti del parmense, ha investito con una forza inaudita il ponte facendolo crollare e invadendo strade e case», racconta Gennari, ex preside ed ex insegnante di matematica, che nella sua raccolta di poesia «Do gossi äd rozäda», due gocce di rugiada, ha dedicato altri quattro componimenti dialettali al ponte e alla sua storia, più uno per gli angeli del fango, J àngioj dal fàngh. «Ho cercato di dare un’anima a questo povero ponte che spesso, nel corso degli anni, è stato trascurato. Nelle poesie è il ponte stesso che parla», aggiunge il poeta, nato e cresciuto in Oltretorrente prima di varcare il Baganza, all’inizio degli anni Settanta, per sistemarsi nel quartiere Montanara, proprio a pochi metri di distanza da «quel povero ponte che oggi non c’è più».
«La prima poesia, intitolata Al lamènt dal pònt ädla Navèta, risale al novembre 1990, quando la struttura venne chiusa al traffico, perché dichiarata pericolante, con grossi tubi di ferro saldati fra loro e avvolti con filo spinato», racconta, per poi passare alla genesi del secondo componimento, L’è sempor cla fòla.
«Il titolo significa, è sempre la stessa storia, e nella poesia il ponte si lamenta, per l’ennesima volta, dopo la piena del 1999».
La bèla nòva, la bella notizia, prende spunto da un articolo di giornale.
«Il 13 aprile 2000 la Gazzetta di Parma annunciava che sarebbe stata costruita una pista ciclabile lungo via Baganza, ponte della Navetta, argine destro del Baganza, fino a via Ognibene. A tale scopo il ponte sarebbe stato ristrutturato e ampliato».
Ne L’inavgurasjòn, il ponte non sta nella pelle, e quasi trema dall’emozione, perché «dopo due anni di lavoro - dice Gennari - il 24 maggio 2003 il ponte viene riconsegnato all’uso pubblico con una suggestiva cerimonia».
Oltre undici anni dopo, la furia del Baganza spazzerà via, si spera non per sempre, quel piccolo ma suggestivo ponte che attende di essere ricostruito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

social

Vip e fake news, quando la bufala corre sul web: e c'è ci casca Gallery

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

choc

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

9commenti

Lealtrenotizie

Anna Maria Bianchi

lutto

Parma (e non solo) piange Anna Maria Bianchi: domani il rosario, lunedì i funerali - Video

dal ritiro

Parma, contro il Foggia (3-1) "buona forma fisica e applicazione degli schemi" Video

incidente

Schianto con la moto a Collecchio: grave un 21enne, in fuga l'amico 26enne Foto

soccorso alpino

85enne scivola su un sentiero a Lagdei e poi si sente male

Festa della lavanda alla Fattoria di Vigheffio Guarda chi c'era

Jihad

Terrorista iracheno arrestato a Parma torna libero e chiede lo status di rifugiato

1commento

GAZZAREPORTER

Piove, "acqua alta" in via D'Azeglio

1commento

gazzareporter

Caduto un pilastro in via Verona: "tragedia sfiorata" Foto

3commenti

guardia di finanza

Falsi crediti Iva per 14 milioni di euro. Denunciati 59 responsabili Video

E' caccia ai due imprenditori "menti" del sistema: sono irreperibili. Sequestrati quattro fabbricati nel Parmense

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

3commenti

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

1commento

sicurezza

I "furbetti del semaforo di Corcagnano... Video

2commenti

truffa

Mette in vendita online un orologio "fantasma": denunciato 23enne di Langhirano

12 tg parma

Dalla tangenziale Nord al Lungoparma: tutti i cantieri in corso e al via Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, il nemico è nelle scelte quotidiane

di Luca Tentoni

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

ROMA

Scontrino omofobo: ristorante offende coppia gay. E dal web parte il boicottaggio

2commenti

PIEMONTE

Temporali sull'Astigiano e sul Torinese, ingenti i danni

SPORT

il commento

Vettel in pole: la netta superiorità della Ferrari

ciclismo

Tour: 14ª tappa, Fraile 1° sul traguardo di Mende

SOCIETA'

social

Il bimbo e il cane giocano divisi dalla staccionata Video

il disco

I Pooh alla ricerca del Graal

MOTORI

IL TEST

Il futuro secondo Bmw? Elettrificato:25 novità da qui al 2025

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto