17°

29°

Parlamento

Paride Mori: Romanini e Maestri rilanciano la polemica

Ricevi gratis le news
9

I deputati Giuseppe Romanini e Patrizia Maestri rilanciano la polemica sulla medaglia alla memoria di Paride Mori. Intervenendo alla Camera, Romanini ha chiesto - anche a nome della collega Maestri - che dopo l'istruttoria aperta nei giorni scorsi si arrivi al ritiro del riconoscimento a Mori. Il deputato parmigiano spera che la decisione arrivi in occasione del settantesimo della Liberazione: "Sarebbe un bel segnale", dice. 

Ecco il comunicato di Romanini: 

Si fa più forte, alla vigilia del 25 aprile, l’azione che i deputati di Parma mettono in campo per ottenere dal Governo la necessaria chiarezza sul riconoscimento assegnato a Paride Mori. Dopo l’interrogazione che porta la prima firma dell’on. Patrizia Maestri e sottoscritta dal collega Giuseppe Romanini e da altri 47 deputati, il pressing esercitato dai due parlamentari sugli uffici del neo Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti e sulla presidente della Commissione che ha assegnato il riconoscimento, ieri alla Camera Romanini è intervenuto in aula, a nome di entrambi, per segnalare al Governo la necessità di una risposta rapida su quello che i due deputati definiscono un fatto molto grave.
La vicenda risale allo scorso 10 febbraio, quando nell’ambito della commemorazione del “Il giorno del ricordo” dedicato alle vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata, è stato consegnato un riconoscimento, durante la cerimonia di Montecitorio, ai figli di Paride Mori, militare in un reparto fascista di bersaglieri durante la Rsi, ucciso in combattimento contro i partigiani in Val Baccia, nella zona di Gorizia, nel febbraio 1944.
“Non si tratta – sottolineano i deputati di Parma - di un giovane diciottenne finito inconsapevolmente tra le fila fasciste, ma di un uomo di quarantadue anni ben consapevole della scelta fatta. Come attesta anche la documentazione dell’Istituto storico della Resistenza di Parma il capitano Mori apparteneva al Battaglione «Mussolini», reparto di volontari sotto comando della polizia tedesca (SS) schierato nei territori del Adriatisches Küstenland, di fatto annessi al Reich. Difficile quindi comprendere dove stanno le ragioni che lo hanno reso meritevole dell’intitolazione e invitiamo il governo a porre rapidamente rimedio a questo errore grossolano”.
Intanto, informano i deputati, sulla base della loro denuncia e di segnalazioni giunte dal nostro territorio e dalle associazioni partigiane, la Commissione che ha valutato l’assegnazione dei riconoscimenti ha avviato una indagine sull’istruttoria che ha portato al conferimento della medaglia a Mori, un approfondimento condotto anche sulla base di documentazione richiesta e fornita dall’Isrec di Parma. “Se verrà appurato, come ci auguriamo sia, l’errore si dovrà procedere con il ritiro dell’onorificenza e sarebbe un bel segnale se questo avvenisse nei giorni del 70esimo della Liberazione dal nazifascismo” – dicono Maestri e Romanini che invitano a vigilare in futuro affinché casi simili non debbano più accadere. 

(nel video da YouTube, l'intervento in Aula di Giuseppe Romanini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianlucapasini

    24 Aprile @ 19.47

    Mori quell'onoreficenza la merita. Stiano zitti gli eredi di un partito che voleva svendere Trieste, Gorizia e l'Istria a Tito!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      25 Aprile @ 10.41

      GLI "EREDI" "VOLEVANO" svendere . I Repubblichini l' HANNO svenduta !

      Rispondi

  • Luca

    23 Aprile @ 18.44

    azione vile e in malafede in linea con il pensiero unico dei parlamentari exPCI,exDS,exPDS con argomentazioni allucinanti, come se perdere la vita a 40 anni è diverso che perderla a venti, tristissimi e penosi.Proprio un bel segnale per il 70esimo anniversario della liberazione...complimenti. Paride Mori, medaglia d'Argento al V.M.,cap. dei bersaglieri della RSI , è caduto in un agguato dei partigiani slavi-comunisti sul confine orientale dove svolgeva il suo dovere di soldato.Non era al comando dei tedeschi ma dipendeva dalle autorità militari italiane con comando a Verona e l'unica sua colpa , come quella dei partigiani della brigata Osoppo trucidati dai partigiani comunisti della "Garibaldi", è stata quella di opporsi all'invasione slava e difendere i nostri confini.

    Rispondi

  • marco850

    23 Aprile @ 18.42

    Ma sono stati eletti per rivangare cose di settant'anni fa o per lavorare per il paese? Si può sapere cosa stanno facendo per guadagnarsi quel signor stipendio che stanno portando a casa?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fisco: le linee guida se la Srl uninominale opera all'estero

L'ESPERTO

Fisco: le linee guida se la Srl uninominale opera all'estero

di Daniele Rubini

Lealtrenotizie

Boschi di Carrega, ciclista a terra: è grave

incidente

Boschi di Carrega, ciclista a terra: è grave

berceto

Valbona, crolla una parte di "castello". Inagibile la casa di una pensionata

Fontevivo

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

1commento

12tgparma

Insegnante delle elementari e spacciatrice: scoperta perché sbaglia indirizzo Video

cultura

La magica Notte del Terzo giorno: scatti tra le ali di folla (e di arte)

ramiola

Cade nella rotatoria: motociclista ferito

Traversetolo

Raid alla Sandrini Legnami. «E' il dodicesimo, non ne possiamo più»

agenda

Quartieri in festa, aquiloni, fattorie e cantine aperte: l'agenda

Nella zona del Tardini

Anziana truffata da un finto tecnico Iren

Curiosità

Il sindaco di Medesano si sposa con un'assessora di Collecchio

Sfida

Giochi delle 7 frazioni: si torna all'antico

Bellezza

Miss Mondo: le parmigiane Lorena e Fabiana in corsa per il titolo nazionale

FIDENZA

Grande Guerra, torna a casa la piastrina del soldato

Arbitri

La festa delle giacchette nere

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Per Salvini sarà comunque una vittoria

di Luca Tentoni

INIZIATIVE

Nell'inserto economia si parla di Rider e Gig Economy

ITALIA/MONDO

strage di erba

Addio a Carlo Castagna: aveva perdonato Rosa e Olindo

Il caso

Rossella fu abusata per settimane dalla banda di Izzo

SPORT

baseball

Il Parma Clima dilaga contro il Padule: ora è terzo

Calcio

Il Real batte il Liverpool e vince la Champions per la terza volta consecutiva

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional