20°

30°

reggio emilia

Il video choc del cutrese ai reggiani diventa un caso

Ricevi gratis le news
23

Un video che diventa un caso. Ma potrebbe essere molto, molto di più. E grave. La prima puntata è il post su facebook del consigliere Regionale della Lega Nord Gabriele Delmonte in cui Alfonso Mendicino, fra i nomi degli gli indagati dell’inchiesta AEmilia, lancia un messaggio - delirante - ai reggiani, che “avevano i gabinetto nel sottoscala e crescevano i maiali fino a 35 anni fa, e che noi cutresi quando siamo venuti qui abbiamo reso dei signori”. Non solo: “Vi abbiamo costruito fogne, strade, molti di voi hanno avuto a che fare con noi, come quelli del Comune, i poliziotti e i carabinieri… non è che ora i cutresi fanno schifo e i reggiani sono i signori”. Poi: “I cutresi sono dei signori. Voi facevate la pipì fuori come dei maiali. Noi vi abbiamo dato da mangiare mentre voi mangiavate la mangime come i maiali”. Prosegue con frasi del tipo: “La sinistra e i comunisti oggi mangiano sugli extracomunitari, perchè i cutresi, visto che non si cotruisce più, non sono buoni”, "Il 40% dei reggiani sono cresciuti con noi e sanno che gente siamo e che siamo dei signori”, "La ‘Ndrangheta non esiste e se esiste… vi abbiamo fatto signori!”. Delmonte ha presentato un’interrogazione in Regione sul video e sul fatto che «viene fatto accenno ad un eventuale collusione, negli anni, tra forze dell’ordine, i Comuni reggiani e la stessa comunità cutrese».  Delmonte chiede di «verificare, tramite la collaborazione con magistratura e forze dell’ordine, le gravi dichiarazioni espresse dall’indagato, Alfonso Mendicino»

La seconda puntata, purtroppo, sono le minacce vocali dello stesso Mendicino a Delmonte. In sintesi: "Sei un porco e noi calabresi con i maiali facciamo le salsicce, le soppressate, i capocolli, le costate, la pancetta… questo facciamo dei maiali noi”.  L'esponente leghista ha sporto denuncia. Ma Mendicino si difende: “Non erano minacce, non ho minacciato nessuno. E’ lui che le ha fatte passare per minacce. Fanculo alla ‘ndrangheta non lo dirò mai nella mia vita, non c’è niente da aggiungere”.

All’episodio sono seguite espressioni di solidarietà bipartisan da parte della politica emiliano-romagnola.
«La violenza e le minacce devono essere condannate senza appello perchè mai possono appartenere al vivere civile della nostra comunità», ha detto Simonetta Saliera, presidente del Consiglio regionale, esprimendo la sua vicinanza a Delmonte.
«Le minacce mafiose rivolte al consigliere regionale Gabriele Delmonte - ha detto Massimo Mezzetti, assessore alla legalità della Regione Emilia-Romagna - sono gravissime e inaccettabili, sintomo di un’emergenza, anche nella nostra regione, che non deve essere sottovalutata e ci deve spingere con sempre maggiore determinazione, ciascuno per le proprie competenze, a contrastare con ogni mezzo la diffusione di questa cultura criminale».
Anche Fabio Rainieri, consigliere regionale della Lega Nord, ha invitato a non abbassare la guardia e non sottovalutare le minacce. «Frasi come quelle pronunciate da questo ben poco signore - ha detto - che prima definisce Delmonte un maiale, poi ricorda che in Calabria con i maiali si fanno le salsicce, le soppressate, i capocolli, le costate e la pancetta, sono inaccettabili. La lotta alla mafia è una lotta che tutti dobbiamo condividere, per questo invito tutte le istituzioni a fare quadrato attorno a Gabriele Delmonte». I

Anche il Pd ed il M5s hanno espresso solidarietà a Gabriele Delmonte, il consigliere regionale della Lega Nord che ha ricevuto minacce di morte da un imputato nel processo Aemilia, del quale aveva pubblicamente criticato un video postato su Facebook.
«Desideriamo esprimere - hanno detto il segretario e il capogruppo in Regione del Pd, Paolo Calvano e Stefano Caliandro - la più sincera solidarietà e vicinanza al consigliere Gabriele Delmonte, vittima di gravissime e inaccettabili minacce. Ci teniamo a sottolineare la nostra condanna di questo gesto mafioso e a ribadire che come rappresentanti di quella stessa Istituzione di cui Delmonte fa parte non ci faremo intimidire, ma saremo sempre uniti nel combattere ogni forma di criminalità e di angheria, e nel riaffermare il rispetto della legalità».
Anche dal M5s (la parlamentare Maria Edera Spadoni, il consigliere regionale Gianluca Sassi e il capogruppo in Comune di Reggio Norberto Vaccari) è arrivata «piena solidarietà al consigliere regionale della Lega Gabriele Delmonte minacciato dal Alfonso Mendicino con deliranti parole. Ben conosciamo gli inaccettabili metodi di queste persone, visto che lo scorso anno fummo noi stessi obiettivo di minacce per aver pronunciato il nome del boss Grande Aracri in piazza Martiri del 7 Luglio. Di fronte a queste minacce, noi il nome Grande Aracri e degli 'ndranghetisti, camorristi e mafiosi che distruggono il tessuto democratico, economico e sociale della nostra Reggio lo urleremo sempre più forte». Il Presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha telefonato al consigliere regionale Gabriele Delmonte per esprimergli la solidarietà della Giunta per le parole che gli sono state inviate da Alfonso Mendicino, imputato nel processo Aemilia.
«La lotta alla mafie - ha detto Bonaccini - deve essere pilastro dell’azione di governo e su questo dobbiamo marciare uniti per sconfiggerle e sradicarle».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • xxl

    14 Ottobre @ 10.14

    Solite cose all'italiana, ci si stupisce e ci si indigna per le parole come se ció che viene detto fosse una cosa che nessuno sa. Continuamo a guardare il dito e non la luna...

    Rispondi

  • Oldsailor

    17 Agosto @ 19.59

    Brescello una volt si chiamava così; ora si chiama Cutrello; e non è più il paese di Don Camillo; ma bensì quello di Don Calogero!

    Rispondi

  • jeffroy

    10 Agosto @ 17.53

    Ah ecco perchè uscendo dal casello di RE c'è una bretella intitolata a CUTRO; fateci caso, è indicativo che sia stato concesso a qualcuno di dedicare una strada a questa località che nemmeno certi calabresi conoscono ma che ha una rilevanza simbolica per chi deve interpretare il segnale.

    Rispondi

  • Bastet

    09 Marzo @ 15.24

    ...anziché " noi vi abbiamo fatto qui....senza di noi la" a cutrese............................FATTI 'NA CULTURA E STUDIA,VA LA! Che i reggiani si sarebbero arrangiati benissimo anche da soli!...e mi tocca difendere anche le cugine teste quadre xD ;) ^^ ma invece,chiediamo pure agli abitanti di Salso se loro sono lieti ,di tutti questi " cutresi" .... ma robe dell'altro mondo!

    Rispondi

  • ubaldo degli ubaldi

    17 Febbraio @ 22.31

    ma che brutta gente ci mandate? Viene da rimpiangere gli anni '30, quando l'emigrazione interna era vietata. Sarà che "qualcuno" si era accorto che questa gente è un TUMORE ?! Che parassita presuontoso

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

Gazzetta domani

Parma a processo, lo stillicidio delle indiscrezioni sulle richieste dell'accusa

PARMA CALCIO

Caso sms, promozione a rischio: Calaiò lascia il ritiro per partecipare al processo

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

23commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Veicolo in avaria: 6 km di coda

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

CASSAZIONE

La vittima di stupro è ubriaca: esclusa l'aggravante

Milano

Rapinano una donna in hotel ma fuggono con soldi falsi: la vittima era una truffatrice

SPORT

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

3commenti

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery