-0°

dopo alluvione

Via Navetta-via Po: torna la ciclabile spazzata via dal Baganza Video

Ricevi gratis le news
2

E' stata inaugurata oggi la nuova pista ciclo pedonale che corre parallela al torrente Baganza e congiunge via Po con via Navetta. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Federico Pizzarotti, l'assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi e l'assessore alla mobilità Gabriele Folli.
“Apriamo, oggi, questo tratto di ciclabile – ha spiegato il primo cittadino – che si collega a quello a valle, dove sono in corso le potature, e costituisce un unico percorso lungo il tratto che costeggia il Baganza.
L'intervento intende ridare al quartiere di vai Navetta la possibilità di utilizzare la pista ciclabile dopo l'alluvione del 2014, in vista della realizzazione del nuovo Ponte della Navetta”.
La pista rappresenta un intervento promosso dall’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Parma, tramite la società di scopo Parma Infrastrutture spa, che ha assegnato l’appalto alla ditta Dallara Costruzioni srl di Varano dei Melegari. Il costo dell’intervento ammonta a 56 mila euro ed è stato attuato nell’ambito delle opere effettuate per il ripristino del ponte dei Carrettieri a seguito dei danni dell’alluvione dell’ottobre 2014, che ha comportato un impegno di spesa per il Comune di oltre 200 mila euro.
“Con quest’intervento, che comprende anche il restauro del Ponte dei Carrettieri ed il rifacimento di via Po e piazzale Fiume per un importo di 290 mila euro – spiega l’assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi - si concludono, di fatto, le opere principali di ripristino dei danni del torrente Baganza a seguito dell’alluvione, per quanto di competenza del Comune di Parma, per un importo complessivo di interventi per oltre 4.500.000 euro. Il mio ringraziamento va ai funzionari del Settore Lavori Pubblici e di Parma Infrastrutture, che hanno curato la progettazione e la realizzazione delle opere, oltre ovviamente all’impresa, al Servizio Tecnico di Bacino e alle Piccole Figlie. Ora si attende l’inizio dei lavori del Ponte della Navetta a cura del Provveditorato Opere Pubbliche dell’Emilia Romagna, che sta perfezionando la progettazione esecutiva da mettere a base di gara, confidando in un’accelerazione dei procedimenti amministrativi”
La pista ciclabile ha una lunghezza di circa 350 metri e permette il collegamento (ciclabile e pedonale) di via Navetta con il ponte dei Carrettieri, il percorso alternativo a seguito dell'alluvione era diventato di circa 1 chilometro. Gli interventi eseguiti per la realizzazione della pista ciclo pedonale hanno previsto la preparazione del piano di posa della pavimentazione posto sul culmine dell'argine; la predisposizione dell'impianto di illuminazione della pista; l'allargamento dello sbocco su via Po e la predisposizione di tutti i sotto servizi necessari allo spostamento del grande pilone in cemento di illuminazione pubblica posto in concomitanza dell'uscita della pista su via Po. A questo si aggiungono gli interventi di realizzazione di una staccionata in legno; la predisposizione del fondo della pista, l'asfaltatura e l'eliminazione del pericolo di allagamento nel collegamento tra la nuova pista e l'esistente che proviene da via Polizzi, con contestuale sistemazione della rampa della pista esistente che proviene da via Polizzi.
Si tratta di un nuovo tratto importante, nel quadro generale della viabilità ciclabile della città, in quanto permette al quartiere Montanara di tornare a mettersi in relazione, anche da un punto di vista ciclabile con in quartiere Molinetto, dopo la distruzione del ponte ciclo pedonale della Navetta a seguito dell'esondazione del torrente Baganza del 13 ottobre 2014. Inoltre la nuova pista ciclo pedonale si inserisce in un contesto più ampio della ciclabilità a Parma.
L'assessore alla mobilità, Gabriele Folli, evidenzia “la sinergia che si è colta con Servizio Tecnico di Bacino e Piccole Figlie a seguito del crollo del ponte della Navetta, per approfittare dei lavori di consolidamento dell'argine e creare una via alternativa ciclo-pedonale che non escludesse il quartiere Montanara (e il Campus) dal collegamento con il centro città. Asse ciclabile che negli ultimi anni ha visto forti investimenti dell'amministrazione con il nuovo tratto creato tra via Bramante e il Campus, il tratto iniziato da Campus a Gaione ed alcuni interventi di manutenzione fatti e di prossima realizzazione che vanno a consolidare un asse viario di circa 8 km che collega un polo di attrazione ad alta frequentazione di studenti, lavoratori e sportivi”.
Si tratta, infatti, di un intervento che ha visto la sinergia di azione del Servizio Tecnico di Bacino della Regione che ha effettuato e sta ancora effettuando i lavori lungo l'alveo del torrente Baganza, del Comune di Parma e dell'Istituto Piccole Figlie. Nei prossimi mesi partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo ponte della Navetta. La pista ciclo pedonale che viene inaugurata oggi, rimarrà, una volta aperta la nuova infrastruttura, a beneficio della rete ciclabile funzionale al quartiere di via Navetta e via Montanara e sull'asse Centro Città – Campus e collegamenti con gli impianti sportivi presenti in zona: stadio di atletica Lauro Grossi e PalaLottici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remo

    10 Settembre @ 14.34

    elezioni in vista? ;-)

    Rispondi

  • Michele

    10 Settembre @ 14.30

    mandra_sala@libero.it

    Solo un piccolo tratto è stato ripristinato. Quello meno costoso e meno utilizzato. Il grande costo ed il grande lavori verrà lasciato in eredità alla prossima giunta, primavera 2017. E poi... ricordiamoci di chi è la responsabilità di questi disastri. . Pizzarotti non ha fatto pulire il letto del Baganza. Alle prime avvisaglie doveva farlo, lo aveva lasciato scritto anche CICLOSI il commissario che ha messo il freno al debito di Parma.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

musica

Bohemian Rapsody la canzone più ascoltata del XX secolo - Ascoltala e guardala

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo

VELLUTO ROSSO

Lopez-Solenghi e Mario Biondi al Regio, Gino Paoli al Nuovo Video

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

ricerche on line

Mondiali, Marchionne e ponte, l'Italia (e il mondo) su google nel 2018

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Bollette non pagate, palazzo al freddo

Zona Montebello

Bollette non pagate, palazzo al freddo

LA SFIDA

Gara degli anolini, ecco i migliori

Soragna

Installata e subito rimossa la pista di pattinaggio

Strasburgo

Il salsese Marco Ricorda racconta il dramma nell'Europarlamento

Intervista a Munari

«Sono pronto. Vorrei ancora giocare in A»

Calcio

Fidenza, tre squadre sono molte. Troppe?

FIDENZA

Rifiuti, il servizio di raccolta riaffidato alla «San Donnino»

SOLIGNANO

Addio al ristoratore Giovanni Pettenati

spaccio di droga

Le torture e le sevizie iniziano a Pisa e finiscono a Parma: arrestati nel Parmense 3 dominicani

1commento

collecchio

Ladri messi in fuga dagli agenti della Municipale: inseguimento, caccia alla banda

2commenti

incidente

Frontale auto-camion a Vicomero: un ferito grave. Provinciale chiusa

12 tg parma

Cantiere sotto sequestro in via Spezia Video

27-29 giugno

E' ufficiale, il campionato italiano di ciclismo pro nella Valtaro

maltempo

Prevista neve in città: mezzi del comune pronti ad intervenire Video

Incidente

Colto da malore al volante, si schianta contro un garage in via Brenta: è in gravi condizioni

parma calcio

I tifosi crociati di tutto il mondo cantano "Grazie capitano". Il video è da lacrime

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il sacrificio di Eleonora per la sua bambina

di Filiberto Molossi

PGN

Natale, guida ai regali per lui

ITALIA/MONDO

STRASBURGO

Il killer in fuga avrebbe agito per vendicare "i fratelli della Siria"

francia

Strasburgo, Antonio Megalizzi lotta tra la vita e la morte. Il killer forse fuggito in Germania

SPORT

CINA

Mondiali di nuoto in vasca corta: Panziera e staffetta mista in finale

CHAMPIONS

La Juve scivola a Berna: 2-1 per lo Young Boys

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

NATALE

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco