-1°

carabinieri

In manette la banda di sudamericani che colpiva in banca. Ecco come agivano: video

Ricevi gratis le news
2

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Parma hanno eseguito due provvedimenti di custodia cautelare in carcere, emessi dal Giudice delle Indagini Preliminari di Asti a carico di sei persone e dal Giudice delle Indagini Preliminari di Parma, a carico di una persona, tutte di origine sudamericana: furto aggravato con mezzi fraudolenti, il reato contestato.

Le indagini hanno preso il via il 7 dicembre 2017, quando il vice direttore dell’agenzia BNL di Piazza Garibaldi ha denunciato il furto, avvenuto intorno alle 13, di due sacchi – recapitati poco prima da personale delle vigilanza privata – contenenti 120 mila euro destinati ad alimentare il bancomat.

Dell’episodio, insolito per le modalità di esecuzione, si sono occupati i militari del Nucleo Investigativo: conclusi i rilievi tecnici ed acquisite le deposizioni dei presenti al fine di ricostruire l’esatta dinamica della vicenda, l’attenzione investigativa si è concentrata su tre persone di origine sudamericana.

Dai fotogrammi estrapolati dall’impianto di video sorveglianza emergeva che un minuto dopo l’ingresso in banca del portavalori, alle ore 12.51, erano entrate due persone, un uomo ed una donna – a viso scoperto – sostando nell’atrio. Dopo circa 2 minuti un altro uomo, a sua volta arrivato nell’atrio, ha scambiato gesti d’intesa con i primi due. Tutti erano muniti di auricolare e per quanto poi accertato, in comunicazione tra loro tramite conference call.

Quindi, mentre i primi due si sono diretti verso gli sportelli di cassa distraendo gli impiegati, il terzo complice, attraverso una porta laterale è entrato nella parte posteriore del box e si è impossessato delle borse contenenti il denaro, posizionate su un bancone distante circa 2 metri dalla postazione del cassiere.

Successivamente, i tre sono usciti  dalla banca dileguandosi rapidamente.

La dinamica del furto per modalità e rapidità di esecuzione ha evidenziato chiaramente l’elevata professionalità dei malviventi (l’intervento era stato pianificato nei dettagli e preceduto sicuramente da accurati sopralluoghi) verosimilmente maturata in analoghi fatti.

L’intuizione è stata premiata: era stato così poche settimane prima, il 18 ottobre, all’UBI banca di Alba in provincia di Asti (sottratti 1500 franchi svizzeri; 1325 sterline inglesi; 1997 dollari USA; 4 cambiali per un valore di 425 euro). Dagli accertamenti relativi a quest’ultimo episodio, si è evinto chiaramente che il soggetto che materialmente prendeva le borse contenenti il denaro a Parma corrispondeva ad uno di quelli in azione ad Alba: addirittura indossava in entrambe le occasioni lo stesso maglione. E anche ad Alba la banda in contatto mediante auricolari.

L’ esame di migliaia di dati di traffico telefonico ha consentito di rintracciare una utenza presente in entrambe le città, in circostanze di tempo compatibili con gli eventi al centro dell'indagine.

L’attività tecnica subito intrapresa ha consentito di agganciare i sospetti ma non di identificarli compiutamente visto che le utenze risultavano associate a soggetti stranieri, non censiti e attivate poco prima di commettere i furti.

Ma anche i migliori commettono degli errori: il 3 febbraio 2018, dal tenore delle conversazioni, i carabinieri hanno ritenuto di aver localizzato il gruppo a Padova, intento a preparare un altro colpo: “la banca è buona”, “ ci sono due casse”, “ entri diritto a destra e c’è la cassa grande”, “cerca la porta dove ci sono le cassette di sicurezza”, le frasi dal contenuto inequivocabile intercettate. Immediata la trasferta in Veneto e gli investigatori hanno riconosciuto in via Emanuele Filiberto di Padova l’autore del furto nell’agenzia BNL di Parma, nonostante avesse tagliato i vistosi baffi che portava nel dicembre 2017.

La serrata attività di pedinamento ha consentito di individuare ed identificare anche i complici che, a bordo di un’auto, sono stati fermati e controllati. Anche la macchina, una Focus, risultava ripresa il 7 dicembre 2017 dal sistema varchi di controllo ZTL di Parma in orario compatibile con il furto consumato alla BNL.

Il cerchio si è a quel punto stretto definitivamente intorno agli indagati: l’analisi dei dati presenti negli archivi ha consentito di appurare inoltre che erano stati controllati a bordo di un’auto segnalata a Parma in occasione di un furto in un’azienda avvenuto l’1 settembre 2017 (sottratti 3 carte di credito ed 1 di debito aziendali; 315 euro in contanti; un pc portatile; una patente di guida, una carta di credito ed bancomat di persona fisica): l’acquisizione dei filmati registrati in quella circostanza, ha consentito di riconoscerli e di far luce anche su questo episodio.

Infine, a conferma dello spessore criminale transnazionale degli indagati, uno dei destinatari del provvedimento cautelare  è stato estradato in Corea del Sud lo scorso agosto per analoghi reati.

 

Guarda il video che li vede in azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gabri

    28 Settembre @ 20.39

    Più che rapina sembra un furto con destrezza..

    Rispondi

  • filippo

    28 Settembre @ 18.00

    mancavano solo i latinos.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dopo il Grande Fratello: Benedetta Mazza torna in studio con Stefano Sala. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri

TELEVISIONE

Benedetta Mazza torna in studio con Stefano. E a Milano ritrova Veronica Ruggeri Foto

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano: foto

MUSICA

Bagno di folla per Laura Pausini in piazza Duomo a Milano Foto

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Foto dalla pagina Facebook di Laura Ciriaco

MUSICA

Sanremo Giovani: esclusa Laura Ciriaco, troppe somiglianze con una canzone di Jason Mraz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

Mario Biondi al Regio con i Quintorigo Foto Guarda chi c'era

MUSICA

Mario Biondi al Regio con i Quintorigo Foto Guarda chi c'era

PARMA

Legionella, controlli serrati dopo i nuovi 5 casi in città Video

carabinieri

Il gestore della palestra si insospettisce: incastrato il ladro seriale degli spogliatoi

12tgparma

Meteo, arriva la neve. Notte con gelate e minime sotto lo zero Video

vincita

La dea bendata fa una super tappa in via Monsignor Colli: "grattati" 500.000 euro

incidenti

Due auto fuori strada a pochi minuti di distanza: due feriti, uno è grave

FIDENZA

Scontro sulla via Emilia: tre feriti

Formaggio

Un «regalo» al Grana Padano danneggia il Parmigiano Reggiano

1commento

Anolini

Le ricette dei cuochi e la sfida: con stracotto o pane e formaggio?

3commenti

GAZZAREPORTER

"Le luci dell'Oltretorrente"

SANITA'

Quasi 9mila candidati al concorso per 7 posti da infermiere (due a Parma)

Il concorso è in programma lunedì e martedì a Piacenza

2commenti

I consigli

I carabinieri ai cittadini: «Se vedete qualcosa di sospetto, telefonate»

1commento

festa

Parma calcio, buon Natale con gli sponsor (tifosi) Foto

12tgparma

Parma, ballottaggio Biabiany-Siligardi. Mercato, spunta Hernanes Video

L'ESPERTO

L'accettazione dell'eredità. Tacita o espressa

LUTTO

Addio a Ettorina Campanini, una vita per gli studenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ma in famiglia il nemico è lo smartphone, non i compiti

di Patrizia Ginepri

NATALE

Due mesi di Gazzetta digitale con lo sconto del 50%

ITALIA/MONDO

RETROSCENA

Brexit, e adesso? Ecco i 6 scenari possibili

STRASBURGO

Funerali in Duomo a Trento per Antonio Megalizzi

SPORT

SERIE A

Il derby di Torino alla Juve. Decide CR7 su rigore

SONDAGGIO

La punizione più bella della storia recente del Parma? E' quella di Bruno Alves Video

SOCIETA'

TECNOLOGIA

Regali di Natale: ecco quelli smart

CURIOSITA'

La cometa di Natale oggi "sfiorerà'' la Terra: tutti a naso all’insù

MOTORI

SUV

Audi Q3, 5 stelle (e 4 nuovi motori)

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole