21°

31°

EUROPEI 2016

Follia hooligan a Marsiglia, inglese in fin di vita Il video-choc

Ricevi gratis le news
1

Una giornata di guerriglia urbana a Marsiglia, che si è risvegliata così come si era addormentata, in balia degli hooligan inglesi e russi, e con il coinvolgimento di alcuni gruppi di ultrà francesi, decisi a lasciare il segno in un europeo già condizionato dalla paura del terrorismo. Dopo la temutissima sfida Inghilterra-Russia al Velodrome, finita 1-1, la tensione resta alta in città dove ci si prepara ad un’altra notte di violenze, che non sono mancate nemmeno all’interno dello stadio. Tifosi russi hanno attaccato gli inglesi poco dopo il pareggio in extremis della loro squadra e ci sono stati scontri all’uscita. Rischia quindi di allungarsi ancora il bilancio dei feriti della giornata, che vede sei persone fermate e 31 ferite, una in modo molto grave. Si tratta di un tifoso inglese, ricoverato in ospedale e rianimato dopo un massaggio cardiaco, che lotta tra la vita e la morte, mentre anche un russo sarebbe in gravi condizioni.
Non accenna quindi a placarsi la furia degli hooligan che negli ultimi due giorni si è abbattuta su questo europeo di Francia come non accadeva ormai da diversi anni: da quando gli inglesi devastarono Charleroi. Il teatro di guerra di questa terza giornata di scontri è ancora Marsiglia, il palcoscenico sempre il Porto Vecchio, prima dalla sfida del Velodrome. Secondo fonti della sicurezza, si trovano nel Paese per gli Europei circa 1.100 hooligan inglesi ai quali era stato applicato il divieto di lasciare il territorio nazionale. A questi tifosi violenti il divieto di lasciare il territorio era stato comminato con scadenza 2016 e dal 1 giugno sarebbero tornati in possesso dei documenti regolari di espatrio e sarebbero ora in Francia, molti verosimilmente a Marsiglia.
Gli scontri nel cuore di Marsiglia sono ripresi nel primo pomeriggio dopo la tensione accumulata nei giorni scorsi, con la città letteralmente invasa da tifosi inglesi e russi, in tutto sarebbero circa centomila. Fa caldissimo, un caldo che alimenta l'instancabile sete degli hooligan, quasi tutti a torso nudo mentre gridano cori sempre più rauchi, tra cui si sente anche quello di minaccia ai terroristi dell’Isis «dovete aver paura, gli inglesi sono quì. Quando la zone del Porto Vecchio si è riempita all’inverosimile, gli scontri sono divampati. Inglesi contro russi, francesi contro inglesi e russi: ci si picchia in terribili corpo a corpo, uomo contro uomo, gruppi contro gruppi. La polizia francese, schierata con oltre mille agenti, cerca di ristabilire un impossibile ordine. Volano bottiglie, e la strada ne è subito lastricata. La polizia spara lacrimogeni e spray urticanti, effettua cariche continue.
Cadono a terra i primi hooligan, c'è sangue ovunque, si vedono i primi feriti. A un tifoso inglese viene praticato un massaggio cardiaco di alcuni minuti prima di rianimarlo e poi condurlo in ospedale dove sta lottando tra la vita e la morte: un testimone l’ha visto a terra ripetutamente colpito dai calci di un avversario. Ma ci sarebbe anche un tifoso russo, rimasto ferito, in gravi condizioni. Marsiglia è una città in assetto di guerra, impaurita da una notte che si preannuncia difficile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    24 Gennaio @ 13.53

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    E fare le partite a porte chiuse no eh?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Trintignant, "per me la carriera è finita"

cinema

Trintignant, "per me la carriera è finita"

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

Lealtrenotizie

Public money, ecco tutte le condanne

SENTENZA

Public money, ecco tutte le condanne

Scuola

I bravissimi della maturità: diplomati con 100 e 100 e lode

incidente

Schianto tra due auto a Ramiola: feriti due giovani Foto

weekend

Sgranfignone, anatra, disfide tra cuochi: il sabato è a tutto gusto L'agenda

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Busseto

Raffica di furti, rubata anche una macchinetta spartineve

Cinema

Ciak, a Parma si gira: la mappa dei set

Parma calcio

Rigoni, esperto in salvezza

IL CASO

Sgarbi: «Leonardo per l'ultima cena si ispirò all'affresco di Monticelli d'Ongina»

Lutto

Tarsogno dà l'addio a Lidia Calestini, la regina delle rezdore

L'appello

«Basta con i botti alle feste d'estate: per gli animali sono pericolosi. Usate quelli silenziosi»

12Tg Parma

Public Money, condannati in primo grado Costa, Villani e Buzzi Video

parma calcio

Chiude la prima parte del ritiro crociato: il video-bilancio di Sandro Piovani

calcio

Sorteggio di Coppa Italia: inizio nostalgia (e rivalità) per il Parma il 12 agosto

12Tg Parma

Felino, lite condominiale finisce a pugni Video

Dda

In progetto furto delle salme di Pavarotti e Ferrari: condannata banda sardo-parmigiana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Maltrattare gli animali, tradire l'amicizia

di Filiberto Molossi

5commenti

DIGITALE

Ecco la Summer Promo: 2 mesi di Gazzetta a prezzo di 1

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Ladri "con i bigodini": raid nei saloni, caccia alla banda dei parrucchieri

Chiaia di Luna

Lo spaventoso crollo di rocce a Ponza

SPORT

calcio e tribunale

Avellino non ammesso al campionato. Escluse altre due società di serie B e tre di serie C

ciclismo

Tour, 13ª tappa: tripletta Sagan in volata a Valence

SOCIETA'

gazzareporter

“Cala” la luna in Val Baganza

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

MOTORI

Motori

Jeep Wrangler, il mito Usa è sempre pronto a tutto

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita