13°

20°

MILANO

"Italiane svegliatevi, il lavoro c'è, voi no": polemica per un annuncio di una catena di fast food

Il fondatore di Burgez ribatte alle accuse razzismo sui social: "E' la realtà"

Ricevi gratis le news
3

Della comunicazione irriverente ha fatto il suo punto di forza, ma la reazione a un suo annuncio di lavoro per un posto di cassiera forse non se l’aspettava: la catena di fast food Burgez è stata sommersa di critiche e accuse di razzismo e sessismo per aver scritto sui social «Italiane, svegliatevi! Il lavoro c'è, siete voi che non ci siete».
Una trovata di marketing che arriva dopo la pubblicità della Tirrenia, tacciata sui social di "razzismo", che con un slogan si vanta di avere a bordo delle sue navi «solo personale italiano». Burgez inverte i fattori, abdicando all’italianità, ma le critiche sono piovute lo stesso.

«Se ci chiedete perché la maggior parte delle cassiere sono ragazze filippine - si legge nel post incriminato - vi rispondiamo perchè le italiane il sabato hanno il moroso, il mercoledì hanno la palestra, la domenica la stanchezza, ecc.». «Non è vero che non vogliamo le italiane, anzi - spiega Simone Ciaruffoli, fondatore di Burgez - ne vorremmo di più in organico, ma è difficile trovarne: qualcuna viene al colloquio con la mamma, altre con il fidanzato. La palestra e la stanchezza sono solo alcune delle frasi sentite ai colloqui, che nessuna ragazza non italiana ci ha mai detto. Questo non è razzismo, ma la realtà, e allora mi chiedo: la gente ce l’ha con noi perché abbiamo detto una cosa non vera o perchè abbiamo detto una cosa vera? E’ inutile difendere l’italianità a tutti i costi, meglio spronare i giovani, tanto che da ieri a oggi - sottolinea - ci sono già arrivati 260 curricula».
«Spesso ci chiedono perché assumiamo tanti filippini, allora abbiamo messo un annuncio per dire che cerchiamo anche italiani, che sono un terzo del nostro organico, e lo abbiamo scritto - racconta Ciaruffoli - in modo provocatorio come fa Burgez, che ha la presunzione di essere una testa pensante e non solo panini. L’annuncio non è razzista nè sessista, da noi c'è di tutto, dai filippini alle romene, ma non è un segreto che il personale italiano latiti in cucina, dove ci sono turni duri e difficili. Non pensavo che si potesse scatenare tutto questo delirio, ma la gente vede ciò che vuol vedere e ha visto un razzismo al contrario che non esiste». Oltre a mail arrabbiate e post accusatori, alla catena - tre locali a Milano, due di prossima apertura nel 2018 sempre nel capoluogo lombardo - sono anche arrivati i curricula e tanta visibilità. Fin dall’apertura, a fine 2015, l’azienda ha puntato su una promozione aggressiva, tanto che alla sua comunicazione «irriverente e cattiva» è stata dedicata anche una tesi di laurea all’università Cattolica. «La vendita di panini va bene, ma parallelamente - spiega Ciaruffoli, un passato da direttore creativo in Ovo e da sceneggiatore per la tv - facciamo anche questo mestiere. Quando ho creato Burgez ho pensato a dargli un pensiero, a usare il panino come pretesto per veicolare un brand, tanto che in futuro nascerà una Burgez Academy con una parte creativa e una rivista stile 'Colors' per Benetton».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salamandra

    14 Marzo @ 09.00

    Italiane, il lavoro c'e.... se volete diventare schiave.

    Rispondi

  • Filippo

    13 Marzo @ 23.28

    Probabilmente ha una parte di ragione. Poi però bisognerebbe sapere anche quanto offre di compenso e se è adeguato ai carichi di lavoro che impone. Da una parte puo' essere facile controbattere alle accuse di razzismo, ma poi bisogna anche vedere se la contropartita è lo sfruttamento dei collaboratori.

    Rispondi

    • Roberto

      14 Marzo @ 11.50

      Penso che abbia piu' di una parte di ragione. Quanto poi ai motivi per cui le italiane non accettino la tipologia del lavoro, a parte il moroso, palestra etc.etc. ci sara' sicuramente il problema del compenso.Infatti le straniere (che sembra siano quelle piu utilizzate dalla ditta) pur di lavorare e quindi mantenere il permesso di soggiorno si adattano anche a 'non' contratti (tirocinio) con paghe di 450 € al mese. E' il famoso discorso che gli stranieri fanno i lavori che gli italiani rifiutano, Sono obbligati a farli in primis per avere un minimo di sostentamento, se non vogliono delinquere, il che dimostra ancora una volta che la attuale immigrazione incontrollata porta questi danni, sia per gli italiani che gli immigrati costretti ad accettare di essere sfruttati. Se guardate gli annunci di offerete lavoro, tanti sono per ricerche di personale da impiegare nella ristorazione che in effetti e' un lavoro duro ed impegnativo, quindi spessoi si utilizzano i nuovi schiavi. (grazie PD)

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

gossip

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

Stereo, pattini e maglietta: Giulia Guasti interpreta gli anni '80 negli scatti di Fabrizio Effedueotto

fotografia

Stereo, pattini e maglietta: Giulia Guasti interpreta gli anni '80 Foto

Sabato latino al New York: ecco chi c'era - Foto

GAZZAREPORTER

Sabato latino al New York: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero: evitare le doppie imposizioni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: evitare le doppie imposizioni

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Blitz dei ladri ai Corrieri: portata via la cassaforte

Furto

Blitz dei ladri ai Corrieri: portata via la cassaforte

CASO CONQUIBUS

Aversa è ai domiciliari, ma alcuni colleghi vorrebbero una sua consulenza

Coldiretti

Morto Ettore Picchi, il «paladino» degli agricoltori

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

INTERVISTA

"Sui social parliamo di libri". E l'insegnante di Borgotaro diventa... un cruciverba Video

Intervista a Massimo Beccarelli, insegnante sempre più impegnato con gli hashtag culturali.

Lutto a Ozzano

Muore il giorno dopo il compleanno

SISSA

Tentano la truffa dell'incidente, lei non ci casca

FONTANELLATO

Addio ad Afan de Rivera Costaguti

Si ribalta con l'auto: ferita gravemente una 29enne

CALCIO E TIFO

D'Aversa ha un suo Parma club

colpo

Furto in un bar di Sanguinaro, il ladro striscia (Guarda il video) ma l'allarme suona lo stesso

3commenti

anteprima gazzetta

I ladri non si fermano davanti a nulla: furti "importanti" in città e provincia

2commenti

FIDENZA

Maxi furto all'ospedale di Vaio: rubati macchinari per 300mila euro Video

3commenti

incidente probatorio

Caso Pesci, la giovane che ha denunciato gli abusi sarà interrogata lunedì Video

il caso

Comune, no alla sala civica per Fiore. Forza Nuova: "Abbiamo pagato, faremo l'incontro"

2commenti

ECONOMIA

Piano 2020: il Gruppo Custom cresce e investe a Parma Videointervista

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'esempio di Ilaria Cucchi Donna ostinata sorella di tutti

di Filiberto Molossi

4commenti

HI-TECH

Escursioni in montagna: Cairn, un aiuto dalla tecnologia

di Riccardo Anselmi

ITALIA/MONDO

napoli

Si candida (alleandosi) con Salvini: calciatrice fuori squadra

2commenti

frontiera "calda"

Migranti scaricati al confine italiano da un furgone della gendarmerie francese

1commento

SPORT

TIFOSI

Inaugurato il Parma Club "Roberto D'Aversa" in via Mantova

mondiali pallavolo

Decima vittoria consecutiva per le azzurre: battuto il Giappone, Italia in semifinale

SOCIETA'

MUSICA

I Foo Fighters fanno salire il piccolo fan sul palco. Lui suona i Metallica e stupisce tutti

LONDRA

Meghan e Harry aspettano un figlio. Nome già quotato dai bookmaker: Diana in testa

1commento

MOTORI

MOTO

Comparativa maxi enduro 21″ – Honda Africa Twin

GLAMOUR

Lapo Elkann firma Renault Captur Tokyo Edition