-0°

RICERCA

Cellulari come l'oppio: le notifiche danno dipendenza

Chi li usa di più soffre di senso isolamento, depressione e ansia

Ricevi gratis le news
0

Sono parte integrante della nostra vita, ci permettono di rimanere sempre connessi e informati. Ma il rovescio della medaglia è che siamo diventati incapaci di ignorare suonerie e vibrazioni che ci avvertono di nuove e-mail e messaggi ricevuti sugli smartphone. Con il risultato che la "digital addiction" è il nuovo "oppio dei popoli", ovvero ci rende dipendenti in modo non troppo diverso da come lo si può essere dagli oppiacei. A evidenziare come il meccanismo che sta dietro l’abuso di telefonini e tablet non sia troppo diverso da quello di sostanze stupefacenti è uno studio pubblicato su NeuroRegulation.
«La dipendenza dall’uso di smartphone inizia a formare connessioni neurologiche nel cervello in modo simile a quelle che si sviluppano in coloro acquisiscono una dipendenza da farmaci oppioidi per alleviare il dolore», spiega Erik Peper, professore di educazione alla salute presso l’Università di San Francisco e primo autore dello studio. In un sondaggio condotto su 135 studenti, i ricercatori hanno scoperto che chi utilizzava continuamente i telefonini aveva più elevati livelli di senso di isolamento, depressione e ansia. E’ la conseguenza della sostituzione dell’interazione faccia a faccia con una forma di comunicazione in cui il linguaggio del corpo non può essere interpretato. Quegli stessi studenti erano propensi, mentre studiavano o frequentavano le lezioni, a guardare i loro smartphone, in un permanente «semi-tasking» che fa svolgere più compiti contemporaneamente ma con un risultato dimezzato rispetto a quanto si otterrebbe focalizzandosi su uno alla volta. Ma perchè accade questo? Push e notifiche che arrivano sui nostri smartphone e tablet, spiegano i ricercatori, ci fanno sentire obbligati a guardarli. Attivano infatti gli stessi percorsi neuronali che una volta ci avvisavano di un pericolo imminente, come l’attacco di un predatore. «Ma ora siamo dirottati, dagli stessi meccanismi che una volta ci proteggevano, verso le informazioni più banali», spiega Peper. Di fatto, le innate risposte biologiche al pericolo vengono manipolate per ottenere «più occhiate, più clic, più soldi». Il primo passo verso la "disintossicazione" è convincerci delle nostre potenzialità. «Così come possiamo metterci a dieta, possiamo allenarci ad essere meno dipendenti dai dispositivi». Basta disattivare le notifiche push, controllando e-mail e social in momenti specifici della giornata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa, torno alle Iene con i miei capelli

TELEVISIONE

Nadia Toffa torna stasera alle Iene Video

robbie williams vs jimmy page

vicini-nemici

La lite Williams-Page continua con i decibel dei Black Sabbath (Per dispetto)

La stagione evento di Mangiamusica: le foto della serata “Attenti al Gufo” con Roberto Brivio

PARMA

La stagione evento di Mangiamusica: le foto della serata “Attenti al Gufo” con Roberto Brivio

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il CineFilo

CINEMA

Da Maria Stuarda al film-realtà "Mia e il leone bianco": i consigli del Cinefilo Video

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

Ciclista caduto a Cabriolo: sul posto anche l'elicottero del 118

FIDENZA

Cabriolo: ferito un ciclista caduto in via Ponte Nuovo Video

L'uomo ha riportato ferite di media gravità

APPELLO

Massacro di Natale, i giudici: «Alessio senza pietà, ma subalterno al padre ed educato al cinismo e alla violenza»

WEEKEND

Benedizioni degli animali, escursioni e falò: l'agenda della domenica

FELINO

Auto fuori strada a Poggio Sant'Ilario: gravi due ragazze

Soragna

Buttano i rifiuti in tangenziale ma il sindaco li fa multare

1commento

san leonardo

Auto in fiamme in via Milano La spaventosa sequenza video

FIDENZA

Chiusi fuori casa dai ladri

FIDENZA

È morto il professor Rossini

VIDEOSORVEGLIANZA

Il vicesindaco Bosi: «Palasport a rischio furti. Interverremo»

SAN POLO D'ENZA

Vende un cellulare online ma è una truffa: denunciato 49enne

Denunciato un 49enne di Napoli. La vittima del raggiro è un 35enne di San Polo d'Enza

COMUNE

Domenica ecologica: niente veicoli inquinanti entro l'anello delle tangenziali fino alle 18,30

COLLECCHIO

Addio a «Gigetto», casaro appassionato di moto

1commento

Intervista

Raphael Gualazzi: «A Parma torno sempre volentieri»

QUATTRO CASTELLA

"Il fantasma protegge il castello": il Bianello fra suggestione, storia e turismo Video-intervista

Sono tante le storie legate al maniero matildico. Parla l'assessore alla Cultura Danilo Morini

12 tg parma

A Parma il fenomeno "Momo": allarme sui cellulari dei giovanissimi Video

san polo d'enza

Intestano smartphone ad una persona morta da tempo: tre denunce

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Cesare Battisti e il peccatore che vive in noi

di Michele Brambilla

IL DISCO

Led Zeppelin I, quando la leggenda ebbe inizio Video

di Michele Ceparano

ITALIA/MONDO

BERGAMO

Donna carbonizzata: l'ex amante del marito confessa l'omicidio

Salento

Famiglia schiava del web: chiusi in casa per 2 anni e mezzo

SPORT

tennis

Federer eliminato da Tsitsipas in Australia

SERIE A

Il Parma riparte col botto

SOCIETA'

gran bretagna

Il principe Filippo (97 anni) torna alla guida dopo l'incidente

società

Lunedì arriva il blue monday, il giorno più triste dell'anno

MOTORI

CROSSOVER

Fiat 500X: ecco la versione Mirror Cross

PROMOZIONE

Suv, l'offensiva "doppio zero" di Hyundai