-4°

attacco

Saviano, duro contro Salvini: "Scortato da 11 anni, dovrei avere paura di te? Buffone" Video

Ricevi gratis le news
19

«L'Italia è il Paese occidentale con più giornalisti sotto scorta perchè ha le organizzazioni criminali più potenti del mondo, ma Matteo Salvini, ministro degli Interni, invece di contrastare le mafie, minaccia di ridurre al silenzio chi le racconta. #MinistrodellaMalavita». Così Roberto Saviano sui social, allegando un video dal titolo "Le mafie minacciano. Salvini minaccia". Il popolare giornalista-scrittore ha poi rincarato la dose:  «E secondo te, Salvini, io sono felice di vivere così da 11 anni? Da più di 11 anni. Ho la scorta da quando ho 26 anni, ma pensi di minacciarmi, di intimidirmi? In questi anni sono stato sotto una pressione enorme, la pressione del clan dei Casalesi, la pressione dei narcos messicani. Ho più paura a vivere così che a morire così. E quindi credi che io possa avere paura di te? Buffone». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola Martini

    22 Giugno @ 19.08

    La deriva a cui si è arrivati è molto inquietante. La politica nel nostro Paese, purtroppo, è arrivata a dei livelli da circo Barnum. Il problema è che c'è molto poco da ridere quando chi ha l'onere e l'onore di sedere sulla poltrona più importante del Viminale, si permette di effettuare dichiarazioni raccapriccianti all'incirca quotidianamente, per proprio tornaconto politico. Sia quest'ultimo riconducibile all'intento di sviare l'attenzione rispetto l'inerzia dell'Esecutivo in merito a promesse elettorali difficilmente realizzabili, come la riforma della Fornero, il reddito di cittadinanza, l'espulsione degli immigrati irregolari e così via dicendo oppure per acquisire un maggiore consenso in ottica plebiscitaria, magari per tornare a elezioni a breve, poco importa. Personalmente premetto che sono spesso abbastanza critico sulle posizioni tenute da Saviano e sulla sua necessità di dover spiegare urbi et orbi come va il mondo. Il dissenso penso sia più che legittimo, un'altra cosa è invece cercare di minimizzare agli occhi dell'opinione pubblica i rischi che corre un giornalista, come ha fatto il Ministro Salvini appena nella giornata di ieri. In un Paese normale, che risponde a dei requisiti minimi sotto il profilo democratico, il Ministro dell'Interno non si può e non si deve permettere di minacciare un giornalista che non è allineato al suo modo di pensare. Le parole del Ministro Salvini profferite in un contesto pubblico, infatti, è bene ribadirlo a scanso di equivoci, di fatto suonano come una minaccia e ciò è inaccettabile, non solo perché si cerca di intimidire un giornalista che è stato ritenuto a rischio sinora (diversamente non avrebbe la scorta), ma anche perché si lancia un segnale all'intera categoria attaccando frontalmente le libertà di stampa e di parola tutelate in Costituzione. Alcune organizzazioni dei giornalisti, non a caso, hanno considerato le parole del Ministro come "inaccettabili ed irresponsabili". Alla luce di tutte le "sparate" fatte da Salvini, non si può archiviare quest'ultima come una semplice ingenuità, in quanto il segretario leghista credo possa essere ritenuto tutto fuorchè un ingenuo. Detto ciò, a mio modesto parere, se il Ministro dell'Interno fosse dotato di un briciolo di dignità; quantomeno istituzionale, rassegnerebbe le dimissioni dall'incarico in quanto il suo comportamento è stato particolarmente grave. Purtroppo temo che dovremo berci ancora a lungo le sue irresponsabili smargiassate.

    Rispondi

  • filippo

    22 Giugno @ 17.56

    Saviano prima combatteva la camorra, adesso tace sulla mafia nigeriana, su quella albanese, oramai fa POLITICA...10 giorni fa in tv ha fatto un monologo fuori senso, in cui affermava che i costi per accogliere gli immigrati non pensano sui conti pubblici ( sarebbe il primo caso nella storia) e che gli stranieri combattono la mafia…. ( a Palermo si sono presi dei subappalti e a Caserta spacciano loro al posto dei casalesi,) complimenti… oramai parla come Soros e come >Renzi

    Rispondi

    • 22 Giugno @ 18.01

      (dalla redazione) E quindi, visto che non la pensa come lei, bisogna togliergli la scorta a prescindere?

      Rispondi

  • Pier Luigi

    22 Giugno @ 15.01

    Rimane sempre il fatto che può darsi che la marionetta sia lui!?

    Rispondi

  • Giorgio

    22 Giugno @ 12.28

    Quando" mamma comanda, picciotto va e fa". O con la scorta,o seza scorta.

    Rispondi

    • 22 Giugno @ 15.18

      (dalla redazione) Quindi aboliamo le scorte, ci pare di capire.

      Rispondi

  • Valerio

    22 Giugno @ 11.27

    raq.cantiere.hera@gmail.com

    Saviano, ha tutto il mio supporto per quanto ha fatto contro le mafie, ma purtroppo, si è lasciato contagiare dal lato oscuro della politica. ormai Saviano non è più un personaggio scomodo alla mafia, ma un personaggio di spettacolo manovrato dalla politica. Che torni a scrivere libri e combattere le mafie piuttosto che fare politica spiccia da 4 soldi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

X-Factor, Anastasio vince la dodicesima edizione

televisione

X-Factor, Anastasio vince la dodicesima edizione

Il concerto di Natale di Ian Anderson e Andrea Griminelli a Reggio Emilia

Musica

Il concerto di Natale di Ian Anderson e Andrea Griminelli a Reggio Emilia Video

Rock senza tempo: 60 anni dopo Buddy Holly torna nella Top 10 in Inghilterra

musica

Rock senza tempo: 60 anni dopo Buddy Holly torna nella Top 10 in Inghilterra

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

WORLD CAT

Ecco la Top10 delle nostre classifiche: Teodoro sempre al comando

Lealtrenotizie

BORGO XX MARZO

carabinieri

Superano la prima porta, arrestati mentre forzano la seconda: colpo fallito all'assicurazione

presentazione

Il Comune stanzia 141 milioni di euro in tre anni: ecco i progetti principali

carabinieri

Colorno, teneva armi e droga nel bar e in cantina: arrestato 27enne

12 tg parma

Pizzarotti: "Rifiuti da Roma? Non credo che verranno a bussare qui..." Video

il caso

"Ci sono due bombe dentro e fuori il tribunale": scatta il piano di sicurezza Foto

1commento

In via Rossi

Bollette non pagate: è tornato il riscaldamento nella palazzina

Inchiesta

Amministratori infedeli: chi c'è nella «lista nera»

4commenti

TIZZANO

Mirella, stroncata da una malattia a 8 anni

1commento

Sorbolo

Addio ad Ercole Allodi, professionalità e cortesia nell'autosalone

Fede

Il vescovo: «Non oscuriamo il vero messaggio del Natale»

gazzareporter

Via Malaspina, desolazione rifiuti: "Tra inciviltà e mancata raccolta" Foto

FIDENZA

Angelo Conforti, il prof che amava in cinema

LEGGE DI BILANCIO

Pizzarotti attacca la Lega, Cavandoli al contrattacco

1commento

Cultura

Toscanini «raccontato» da Sachs

SQUADRA MOBILE

"Tira fuori la droga": tre dominicani rapiscono un uomo e lo torturano a Vicofertile Video

Emergono nuovi particolari sui tre arrestati. Violenze inaudite su un connazionale per questioni legate allo spaccio

LA SFIDA

Il miglior anolino 2018 è di "Greci". Guarda il podio e la classifica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Cherif Chekatt, un criminale diventato terrorista

di Paolo Ferrandi

NATALE

Due mesi di Gazzetta digitale con lo sconto del 50%

ITALIA/MONDO

GENOVA

Ponte Morandi: da Autostrade 50 milioni ai familiari delle vittime

FRANCIA

Strasburgo, fine dell'incubo Chekatt. Uno dei fratelli arrestato in Algeria

SPORT

calciopoli

Juve a bocca asciutta, Cassazione: lo scudetto 2005/2006 resta all'Inter

2commenti

EUROPA LEAGUE

Crollo Milan in Grecia: rossoneri eliminati

SOCIETA'

PGN

La passerella per le spose di Asa T. da Bertinelli Foto

NATALE

I video-auguri dei bambini albini della Tanzania

MOTORI

IL TEST

Honda CR-V diventa ibrida E cambia le regole

SUV

Seat, l'anno del «Triplete»: fate largo a Tarraco