21°

30°

tg parma

Caduta in bici: grave bimbo di 4 anni Video

Ricevi gratis le news
18

Caduta in bici in strada Ponte Caprazucca: grave un bimbo di 4 anni che era sul seggiolino della bici condotta dal papà. Guarda il servizio del Tg Parma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gigiprimo

    03 Febbraio @ 07.16

    vignolipierluigi@alice.it

    Cioè vorreste dire che è obbligatorio per chi va a sciare e non per i ciclisti o meglio è obbligatorio per i professionisti, vedi Malori, purtroppo. Ma il codice della strada cosa dice? Proverò a leggerlo.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Febbraio @ 12.15

      Il casco non è obbligatorio , né per chi va a sciare , né per chi va in bicicletta , pur se sarebbe una precauzione utile .

      Rispondi

  • filippo

    02 Febbraio @ 21.38

    Bertozzi le persone intelligenti sono quelle che rispettano le regole. Ogni volta che vede quelcuno che si cappotta in macchina (vedi home page) lo chiede se rispettava il limite? No. La sicurezza stradale in Italia non funziona. Abbiamo 3000 morti l'anno. Serve il casco per le bici? No perché in Francia e Germania di morti ne hanno 1/3 e il casco obbligatorio NON c'è. Provate a domandarvi voi paladini del casco in bici se serve di più far andare le macchine in città a 30 km/h o uno stupidissimo caschetto di plastica.

    Rispondi

    • Filippo

      03 Febbraio @ 07.37

      Però lo ammetto: se ti sfracelli contro un tir il casco serve a poco. È' proprio inutile: mo che lavor...

      Rispondi

    • Filippo

      03 Febbraio @ 07.34

      Sia in Francia che in Germania i bambini lo usano tutti, oltre a tanti adulti: se avessi viaggiato oltre vicofertile lo sapresti. E se vai a vedere l'articolo su una delle ultime tragedie stradali, troverai un mio commento in cui evidenziavo che la vittima chiaramente non indossava le cinture. Per le cadute accidentali, come quella del bambino di ieri, il casco serve eccome, ma tu sposti il problema sulle auto (che ieri non erano coinvolte): il classico benaltrista.

      Rispondi

      • filippo

        03 Febbraio @ 08.03

        Tiro in ballo le auto perché l'articolo non ne escludeva il coinvolgimento. Se non è coinvolta un auto, è una casualità visto che fanno 3000 (TREMILA BERTOZZI!) morti l'anno. Non è benaltrismo: la velocità troppo elevata, il numero spropositato (siamo il paese + motorizzato d'Europa, e la sosta selvaggia e città esclusivamente a misura di automobile sono IL PROBLEMA. Una caduta accidentale è l'eccezione che conferma la regola. Sei tu Bertozzi che ti rifugi (in senso figurato) dietro al caschetto per non voler vedere i veri problemi. Mai stato ad Amsterdam? Quanti caschetti hai visto? ZERO.

        Rispondi

        • Filippo

          03 Febbraio @ 17.54

          Tu ad Amsterdam evidentemente eri impegnato a fare altro, perché io di caschi ne ho visti, ridicolmente indossati da adulti, ed anche parecchi. E una casualità una bella cippa: bimbi e ragazzini in bici cadono anche da soli, per distrazione o sconsideratezza. Se non hai a che fare con i ragazzi, taci che fai una figura migliore.

          Rispondi

        • Vercingetorige

          03 Febbraio @ 12.12

          Le principali cause di incidenti stradali sono : 1 ) il mancato rispetto della precedenza . 2 ) il sorpasso azzardato , ad esempio in curva , su un dosso , o con altri veicoli in arrivo dalla direzione opposta. Purtroppo , queste gravissime infrazioni , restano sistematicamente impunite . La velocità è causa di incidenti solo in caso di uscite di strada , che si verificano soprattutto di notte , con conducenti solitamente giovani , spesso ubriachi , ed inesperti . Ovviamente la velocità aggrava le conseguenze dell' incidente , ma non ne è la causa prima. Se, ad un incrocio , chi deve dare la precedenza non la dà , o se , chi svolta a sinistra , non dà la precedenza a chi gli arriva di fronte , avviene lo scontro , ed è ovvio che un conto è scontrarsi a 30 km/h , altro conto è scontrarsi ai 180 , ma , la colpa dello scontro , non è dei 180 , è della mancata precedenza.

          Rispondi

  • filippo

    02 Febbraio @ 17.56

    Non mi risulta sia obbligatorio il casco in bici per fortuna, Bertozzi che cosa vuoi insinuare.

    Rispondi

    • gigiprimo

      02 Febbraio @ 23.57

      vignolipierluigi@alice.it

      è la solita deduzione italica! se non è obbligatorio non lo metto! se la vettura che sta arrivando è a dieci metri vediamo se si ferma? io sono sulle strisce! L'italia è un paese bellissimo, o meglio lo era, avevano fatto una legge con tanti obblighi e poi si sono rimangiato tutto, caproni! ma ben più ignorante chi non pensa alla propria salute e ancor peggio a quella di un innocente! Come a sciare, il casco può salvare in bicicletta!

      Rispondi

    • Filippo

      02 Febbraio @ 20.05

      Per i bambini sotto i 12 anni in bici il casco dovrebbe essere obbligatorio, anche se non lo è. Io non insinuo niente, ma le persone intelligenti capiscono quel che devono capire, e se il giornale sottolineasse che determinate leggerezze sono pericolose, forse ci sarebbero meno persone che pensano sia una fortuna che non sia obbligatorio: prova a chiedere cosa ne pensa adesso quel povero papà, nel caso il figlio non lo avesse avuto.

      Rispondi

    • salamandra

      02 Febbraio @ 19.50

      Non è obbligatorio, ma sarebbe sensato in tenera età anche se trasportati sul seggiolino. Perlomeno io l'ho sempre fatto indossare a mio figlio fino a 10 anni.

      Rispondi

  • Biffo

    02 Febbraio @ 17.03

    Dovrebbe essere assolutamente proibita l'installazione di seggiolini sulle bici; i bimbi trasportati sono in pericolo costante.

    Rispondi

    • salamandra

      02 Febbraio @ 22.15

      Ne muoiono di piú trasportati in auto. Proibiamo anche questo?

      Rispondi

      • Filippo

        04 Febbraio @ 17.41

        No, ma sospendiamo la patente ai genitori che non li assicurano con cinture e seggiolini!

        Rispondi

      • Biffo

        03 Febbraio @ 12.29

        Ma che commento sarebbe? Non ti pare che un'auto offra una maggior protezione ad un bimbo, che non una moto o una bici? Certo, a velocità compatibili con il raziocinio. La bici è un mezzo di trasporto quanto mai fragile, privo di protezione, a qualsiasi velocità; si può morire per una caduta, anche andando a passo d'uomo.

        Rispondi

      • gigiprimo

        03 Febbraio @ 08.54

        vignolipierluigi@alice.it

        A volte i trasportati in auto non sono agganciati come da regolamento, anche nei sedili posteriori sono anni che ci sono le cinture e il codice non ne obbligava l'uso!

        Rispondi

  • Filippo

    02 Febbraio @ 16.36

    Aveva il casco?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Collecchio: indimenticabile notte rosa

FESTE PGN

Collecchio: indimenticabile notte rosa Foto

La Top5 delle donne del  Mondiale: 1) Georgina Rodriguez

L'INDISCRETO

La Top5 delle donne del Mondiale

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La ricetta della domenica - Riso all'ortolana

Riso all'ortolana

LA PEPPA

La ricetta  - Riso all'ortolana

Lealtrenotizie

Spara alla moglie e si getta nel vuoto

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

PARMA CALCIO

Caso sms, domani il processo: promozione a rischio. Calaiò lascia il ritiro

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

9commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Nuovo incidente: 8 chilometri di coda

Problemi sia tra Fidenza e Parma sia fra il bivio con l'A15 e Campegine. Disagi per traffico intenso a Modena e Bologna

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

Il caso

Valsartan, lotti ritirati anche dalle farmacie di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ceta, quando il meglio è nemico del bene

di Paolo Ferrandi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

IL PIU' GRAVE SULLA A1

Drammatico weekend sulle strade italiane, 9 morti in incidenti

NELLA NOTTE

Cinque colpi di pistola contro la casa di un giornalista a Padova

SPORT

RUSSIA 2018

Da Messi a Lewandowski: la "flop 11" del Mondiale

calcio

Ronaldo è arrivato: eccolo appena sbarcato a Caselle Video

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

PONTREMOLI

Villa Dosi Delfini: visite guidate in estate

MOTORI

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery

IL TEST

Nuovo Jeep Wrangler: come cambia in 5 mosse Foto