19°

31°

usa

La lezione del papà al figlio bullo: a scuola sotto la pioggia Video

Ricevi gratis le news
8

Il bambino di dieci anni si era comportato da bullo e per questo motivo era stato bandito dallo scuolabus per tre giorni. Il padre, Bryan Thornhill, ha voluto infliggere al figlio una punizione esemplare: zainetto sulle spalle che va a scuola di corsa sotto la pioggia mentre lui lo segue in auto, per circa 2 chilometri. Nel video l'uomo spiega i fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    08 Marzo @ 08.37

    Finalmente un padre che si prende la responsabilità di essere genitore! fare gli yes man coi figli crea solo danni. Bisogna insegnare il rispetto per sè e per gli altri e quando è il caso punire. Siamo genitori non amici, il ruolo è molto molto diverso! Bravo!

    Rispondi

  • Filippo

    07 Marzo @ 20.24

    Va bene punirlo, ma lo zaino glielo poteva risparmiare...

    Rispondi

    • Michele E

      08 Marzo @ 15.39

      Ma assolutamente no: non è "ginnastica", è la GIUSTA punizione per aver PERSO il DIRITTO ad andare con lo scuolabus. Bravo papà!

      Rispondi

      • Filippo

        08 Marzo @ 17.14

        Lo zaino scolastico di mio figlio pesa parecchio: farlo correre con quel tipo di fardello, rischia di provocargli dei danni seri alla colonna vertebrale.

        Rispondi

        • Michele E

          09 Marzo @ 11.44

          Può partire prima e correre più piano, oppure camminare, ma scommettiamo che così LA CAPISCE?? Che effetto hanno fatto le campagne contro il bullismo, che si ripropongono UGUALI ad OGNI episodio? NESSUNO!

          Rispondi

        • Filippo

          09 Marzo @ 13.34

          Ma cosa c'entra?! Non è un bimbo di dieci anni che può capire se gli fa male correre per due chilometri con uno zaino in cui i libri si spostano ad ogni passo. Un padre così è un (...), non per la punizione, giustissima, ma per quello che impone. Se gli avesse tolto il cellulare per un mese, probabilmente avrebbe ottenuto lo stesso effetto, senza rischiare di fargli del male. Portando all'estremo il tuo ragionamento bislacco, si arrivano a giustificare anche i padri musulmani che segregano in casa, se non peggio, le figlie che escono senza velo.

          Rispondi

        • Daniela

          09 Marzo @ 14.24

          No! non è assolutamente paragonabile la punizione al figlio che ha fatto il bullo sullo scuolabus alla segregazione per in casa perchè non si segue una pseudo regola religiosa. La punizione ci sta tutta e anche la modalità. Poi magari posso essere d'accordo che lo zaino poteva essere evitato per salute della schiena...ma un pò di sudore non ha mai fatto male a nessuno e anzi fa arrivare il messaggio più in fretta.

          Rispondi

        • Filippo

          09 Marzo @ 15.57

          No la logica è la stessa: una punizione sproporzionata. E se leggi quel che scrivo, prima di rispondermi, forse ti accorgi che ho scritto che punire era giusto. "La punizione ci sta tutta e anche le modalità. Poi posso esser d'accordo...": non ti rendi conto che ti contraddici?

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

E' morta Aretha Franklin

STATI UNITI

E' morta Aretha Franklin

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Parmigiano pestato dai buttafuori della Capannina: mascella rotta

forte dei marmi

Parmigiano pestato dai buttafuori della Capannina: mascella rotta

1commento

INCHIESTA

I «nostri» ponti sul Po: vecchi e ammalati

WEEKEND

Finale della fiera a Felino, cene sull'aia e visite a castello: l'agenda del sabato

CALCIOMERCATO

Parma: Gervinho, Sprocati e Deiola gli acquisti "last minute" di Faggiano

Sfumate in extremis le trattative per Edera, Di Gennaro e Karamoh

Calcio

Tifosi, piace il nuovo Parma

Sorbolo

Addio ad Andrea Battilocchi, infermiere per passione

IL '68 A PARMA

Duomo occupato, le tre ore che sconvolsero la Chiesa parmigiana

IL CASO

Quattro decreti d'espulsione, ma rubava ancora: condannato

PANOCCHIA

La storia di Fiorello, un cavallo adottato da tutto il paese

AVEVA 59 ANNI

Annunziata Squitieri, una vita ad aiutare i più deboli

bolzano

Uccisa in albergo in Val Gardena: Zoni tace davanti al giudice. E resta in carcere

viabilità

Ponti e gallerie parmensi, Serpagli: "Per ora nessuna necessità di chiusura" La situazione

3commenti

Testimonianza

«Io e mio figlio fermi sul ponte a 50 metri dal baratro»

incidente

Precipita da impalcatura: resta gravissimo il 61enne di Roccabianca

Anteprima Gazzetta

Bruttissima serata per quattro parmigiani alla Capannina

Baseball

Il Parma batte Rimini 5-3

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Genova, il governo fa demagogia sui morti

di Domenico Cacopardo

3commenti

EDITORIALE

Ma Autostrade ha colpe molto gravi

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

COSENZA

'Ndrangheta: arrestato il boss Luigi Abbruzzese, tra i ricercati più pericolosi

PONTE MORANDI

Conte: "Al via la procedura di revoca della concessione di Autostrade"

SPORT

Calcio

L'addio di Marchisio alla Juventus Video

MOTORI

Alex Zanardi torna in pista dopo tre anni a Misano

SOCIETA'

Cantautori

E' morto Claudio Lolli, simbolo degli anni '70

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

MOTORI

NOVITA'

La Opel Corsa diventa GSI. E ha 150 Cv

TECNOLOGIA

Ford mette un freno alla guida... contromano. Ecco Wrong Way Alert