19°

33°

POLEMICA

Nina Zilli e la frase "Fanc... Salvini": "Ho diritto di esprimere il mio dissenso"

Il fulcro del discorso, sottolinea la cantante, era "il diritto alla vita di ogni essere umano"

Ricevi gratis le news
5

Dopo le polemiche su Nina Zilli che ha mandato a quel paese il ministro dell'Interno Matteo Salvini, Nina Zilli interviene sulla sua pagina Facebook. La cantante rivendica il diritto di esprimere il proprio dissenso, anche con un'espressione di uso comune come il "vaffa". Spiega inoltre che la frase al centro delle polemiche pronunciata durante uno spettacolo a Comacchio ("Fanc... Salvini, evviva i bambini") risale a più di venti giorni fa e "il fulcro del discorso era il diritto alla vita" di ogni essere umano. "Non si possono lasciare morire gli innocenti", aggiunge Nina Zilli, facendo riferimento alla questione della chiusura dei porti. Incontrando i militanti della Lega a Fontevivo, da parte sua il ministro Salvini aveva commentato con ironia: "Mi hanno attaccato Nina Zilli e Ghali, ma chi sono?" (video).


Ecco il post completo di Nina Zilli su Facebook: 

Violenze verbali in tv e in politica sono all’ordine del giorno, nel nostro paese e nel mondo. Addirittura ci si picchia davanti alle telecamere o in parlamento. Oggi, a 22 GIORNI dopo quel video e dopo tutti questi articoli, vorrei ricordare che a parte il mio ‘vaffa’ il fulcro del discorso era IL DIRITTO ALLA VITA che ogni essere umano, in questo secolo di modernità, dovrebbe avere garantito. Non sono stata l’unica ad esternare dissenso su quello che sta accadendo nel nostro Paese in diverse situazioni, partire dal Presidente della Repubblica Mattarella, passando per Roberto Saviano e un collettivo di artisti/giornalisti/scrittori. Non si possono lasciare morire gli innocenti.
Porti chiusi, dichiarazioni violente di 140 caratteri che incitano all’odio, sicuramente non mi rappresentano. E ho il diritto di esprimere il mio dissenso.
Vi ha dato fastidio il ‘vaffa’? Faccio fatica a crederci, nel senso che è espressione di uso comunissimo e senza censura, ma rispetto il vostro fastidio e come ho già detto lo posso sostituire con un moderato ‘abbasso’ ma anche scambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Sono sempre per la vita, a prescindere e Chi scappa dalla guerra colpe non ne ha. Ogni giorno un nuovo argomento per fomentare il web. Sembra che stiano vivendo dell’odio dei social, questa non e' la modernità che avevano auspicato. 
decontestualizzando quel ‘vaffa’ sembra un abominio rispetto agli altri che si sono esposti, nello stesso giorno e per gli stessi motivi?
Ritengo abominevole abbandonare innocenti in acqua e farli morire. Lo ritenevo abominevole il 6.07 e anche oggi.
Se siamo nati in italia lo dobbiamo al ‘destino’, ma se fossimo nati in Africa? Se voi e vostro figlio foste sotto le bombe cosa fareste? Non lo portereste via? Non lo difendereste con le unghie e con i denti perchè anche lui ha diritto a vivere la sua vita? E anche se mi dite di no, non ci credo. L’istinto materno o paterno, l’istinto di sopravvivenza, farebbe scappare TUTTI noi se fossimo in quelle condizioni. 



Vi ricordate quando eravamo noi a scappare dalla guerra? Pensate che non l’abbiamo mai fatto? Le migrazioni della prima e soprattutto della seconda guerra mondiale ve le hanno insegnate a scuola? La memoria storica che valore ha oggi?
Ogni guerra genera povertà per molti e ricchezza per pochi, ci strumentalizzano nascondendosi dietro a falsi slogan e ideologie populiste ma la verità è che ci sono altri obiettivi e un altro tornaconto. 
Avete mai letto Vico? Un filosofo del 500: la storia è una spirale che si ripete, cambia solo il contesto. Beh...che dire, un profeta. E a 500 anni di distanza in pochi se ne accorgono, perchè è evidente che nn è cambiato nulla. Invece abbiamo tutti gli strumenti perche' questo non accada. 
Stiamo assistendo ad una strage, nel nostro mare, ci spaventano con frasi fatte e ci sentiamo minacciati da persone che non hanno niente, ci dovrebbero spaventare quelli che danno loro le armi per combattere e quelli che inneggiano all’odio e alla violenza.
John Lennon si sta sicuramente rivoltando nella tomba, ma ci ha insegnato che la musica è più forte. Noi non abbiamo paura e difenderemo per sempre chi voce non ne ha perchè è più debole. 
Se mezzo mondo rimane semplicemnte a guardare questa strage, io non voglio fare parte di questo tacito consenso. 
mi accodo al Presidente della Repubblica Mattarella (che a differenza mia quel giorno si è espresso in modo ‘formale’, mica come me che dal palco ho usato un linguaggio colorito, in fondo sono una cantautrice, non un politico!!!!) e a tutti quelli come lui che continuano a combattere davanti alla mancanza di rispetto per la vita di altri esseri umani innocenti.
E con questo chiudo l’argomento, che ripeto, è vecchio di un mese.
Se non la chiamate strumentalizzazione questa, non so  ‍♀ 
NinJa Zilli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giorgio

    30 Luglio @ 07.57

    gioger@alice.it

    La maggior parte di questi radical-chic, se andiamo a leggere i nomi, è tutta gente che non è riuscita ad arrivare dove forse mirava, oppure gente che ci è arrivata ma ormai è alla fine della carriera e sta cadendo nel dimenticatoio. In pratica in questo modo cercano quel pizzico di notorietà che potrebbe ridare loro un minimo di visibilità. I grandi, i veramente grandi (in tutti i campi, non solo nella musica), non hanno bisogno di questi mezzucci. Il problema è che ormai il il 70% degli italiani non la pensa come loro, e quindi il loro discorso diventa controproducente: si comportano un po' come faceva Tafazzi insomma. Comunque giustamente anche loro hanno il diritto di esprimere le loro opinioni...e intanto noi del Popolo ridiamo.

    Rispondi

  • Andrea

    29 Luglio @ 22.38

    Potete anche cambiare paese!!

    Rispondi

  • remedello di sopra

    29 Luglio @ 16.16

    Diffamazione, se non vilipendio. E se la passa liscia? Non è giusto. Ma oramai di cosa ci si può piu stupire? Una minoranza di illiberali che si finge illuminata sta offendendo a ruota libera la maggioranza degli Italiani. Spero che la loro giusta punizione sia la lenta sottomissione alle civili regole che la loro assoluta ignoranza ed il loro egocentrismo di artisti da quattro soldi hanno tuttora impedito di capire.

    Rispondi

    • 1999NA

      29 Luglio @ 20.07

      Pensa quando il futuro ministro insultava i napoletani.Se sei invidioso di paesi coma la Turchia di Erdogan, o la Russia di Putin, dove il dissenso è curato con il carcere, puoi trasferirti là, così nessuno la passa liscia.

      Rispondi

  • Biffo

    29 Luglio @ 12.34

    Rispondere in modo volgare ad una persona volgare non è giustificabile. Chi si oppose ai nazifascisti, non applicava loro le medesima modalità infami di rappresaglia. Inoltre, i nostri migranti, dalla fine dell’800 ad oggi, andavano per il mondo per lavorare, eccome, non per spacciare o per perpetrare altre azioni illegali. Sì, c’erano anche allora la Mano Nera e poi Cosa Nostra, ma era una malefica minoranza. La Zilli eviti poi di tirare in ballo in modo discutibile un filosofo come Vico. Pensi a cantare, invece di fare la Pasionaria de noantri. C’ è un famoso detto lombardo: Ufelé fa’ el to mestè, ossia Fornaio, fa’ il tuo mestiere. Od anche, in latino: Sutor, ne supra crepidam, Ciabattino, non andare oltre la suola.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

Spettacolo

Molestie: Asia Argento ha risarcito accusatore. E ora Sky la vuole fuori da X Factor

2commenti

Flop al botteghino per Kevin Spacey

Spettacolo

Flop al botteghino per Kevin Spacey

1commento

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Far ricrescere i capelli si può, nuova tecnica tutta italiana

Foto d'archivio

SALUTE

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

Lealtrenotizie

Lacrime e applausi al funerale di Mirko Vicini. E il cugino fa riascoltare la sua voce Foto

GENOVA

Lacrime e applausi al funerale di Mirko Vicini. E il cugino fa riascoltare la sua voce Foto

carabinieri

Arrestato l'autore della rapina violenta in borgo XX Marzo: tradito da impronta digitale Video

Via Casa Bianca

In strada sanguinante: «Pestata dal patrigno»

roccabianca

Incornato da un toro: grave un agricoltore

terremoto

Doppia scossa nel Reggiano, la più forte di 3.9: anche Parma trema. I lettori: "Svegliati da un boato"

5commenti

fidenza

Schianto tra auto e furgone in A1: tre feriti, una 34enne in Rianimazione Video

Il dramma di Martorano

Anche Lesignano ricorda di Elisa Baldi

IL RICORDO DELLA FOCHI

Le sue miss: «Mirka? Era la guerriera della bellezza»

Palazzo Ducale

Scoperto un ciclo di affreschi

FIDENZA

Prende la compagna per il collo: arrestato un 25enne

polizia

Biciclette ritrovate: di chi sono? Foto

BUSSETO

Caffarra, addio a una colonna del volontariato

Strada Cairoli

La rastrelliera? Self service per i ladri di bici

1commento

sociale

Qui Parma: il servizio civile raccontato da... chi lo fa Video

BARDI

La Pala del Parmigianino è tornata a «casa»

12 tg parma

E' morta Mirka Fochi. Per oltre trent'anni la signora delle Miss a Parma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dramma di Genova e la dittatura dell'istante

di Paolo Ferrandi

EDITORIALE

Basta bufale. Pretendiamo la verità. A tutti i costi

di Filiberto Molossi

3commenti

ITALIA/MONDO

GENOVA

Autostrade: "Un nuovo ponte in acciaio in 8 mesi"

cosenza

Travolti dalla piena, il soccorritore: "Non scorderò mai la mano della bimba salvata"

SPORT

BUENOS AIRES

E' morta Maria Mariani, la fondatrice delle Nonne di Plaza de Mayo

Pallavolo

Il parmigiano Carlo Magri si è dimesso dalla giunta del Coni

SOCIETA'

Mondo

Cerca di salvare il cane, uccisa da alligatore

MILANO

Ha l'auto in un parcheggio vicino a Malpensa, 16 ore per trovarla

ESTATE

METEO

Non ci sono più le estati di una volta. Ecco perché

animali

Oltre 50 tartarughine escono dal nido tra i teli dei bagnanti all'isola d'Elba