20°

cerimonia

Aula Magna gremita per ricordare Loris Borghi Video

Ricevi gratis le news
1

E' passato un mese dalla tragica scomparsa dell'ex rettore (dal 2013 al 2017) Loris Borghi. Per ricordarlo e rendergli omaggio, nell’Aula Magna si è tenuta la cerimonia alla presenza di alcuni dei più importanti rettori delle università italiane. Cerimonia voluta dal'attuale Rettore dell’Università di Parma, Paolo Andrei insieme ai rettori dei tre atenei dell’Emilia-Romagna e alla Conferenza dei rettori delle università italiane – CRUI. Presenti anche i famigliari del professor Borghi, oltre alle autorità, docenti, studenti e amici: un’intera comunità che si è raccolta per ricordare l’ex Rettore ma anche per riflettere, come è stato ribadito più volte, sull’Università oggi e sul suo ruolo nella società.

Tra le autorità l’assessore Michele Guerra in rappresentanza del Comune di Parma, il prefetto Giuseppe Forlani, l’assessore regionale Simona Caselli, il presidente della Camera di commercio Andrea Zanlari, il vescovo Enrico Solmi, i sindaci di Castelnuovo Monti Enrico Bini e di Neviano Arduini Alessandro Garbasi, il vicesindaco di Roccabianca Alessandro Gattara, i direttori generali dell’Azienda ospedaliero-universitaria e dell’Ausl di Parma, Massimo Fabi ed Elena Saccenti, il direttore generale dell’Ausl di Piacenza Luca Baldino, i rappresentanti delle Università di Padova (il delegato del Rettore Mario Plebani), di Pisa (il Rettore Paolo Maria Mancarella), di Verona (il Rettore Nicola Sartor). “Ricordo la sua grande passione verso gli studenti e verso l’accademia. Loris Borghi è stato un uomo che ha speso tutta la vita nell’Università e per l’Università”, ha detto in apertura il Rettore Paolo Andrei. “L’epilogo della sua vicenda umana ci impone una seria riflessione: una riflessione sul nostro ruolo di accademia. Una comunità che non sappia cogliere questi stimoli per ripensarsi e riflettere è destinata alla decadenza”, ha aggiunto tra l’altro, concludendo con un ringraziamento:“Voglio ringraziare Loris per quanto ha saputo trasmetterci e per quanto oggi noi vogliamo celebrare in suo onore”. Da Gaetano Manfredi, Presidente della CRUI e Rettore dell’Università di Napoli Federico II, un ricordo “dell’impegno, della grande passione, del senso istituzionale, dell’attaccamento ai valori della nostra comunità” di Borghi. E una riflessione sulla grande complessità dell’Università di oggi, forse la più complessa tra le pubbliche amministrazioni, e sul valore della coesione: “Il bene più importante che ha il sistema universitario è la sua autonomia, ma una comunità per essere autonoma deve essere coesa. Ognuno di noi deve ricordarselo”. Francesco Ubertini, Rettore dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna, ha sottolineato che “Loris ha scelto di andarsene nel modo più drammatico, con un gesto estremo che lascia dietro di sé solo silenzio e rispetto” e ha proposto una considerazione sulla società di oggi: “In questa società ipertecnologica, in cui tutti siamo sempre connessi, siamo certamente meno solitari ma non meno soli. Possiamo avere tutto subito, ma tutto viene consumato molto velocemente”, ha detto, sollecitando come necessaria una riflessione sui valori. “Con il Rettore Borghi c’è stata un’empatia immediata dal momento in cui lo conobbi”, ha affermato Giorgio Zauli, Rettore dell’Università di Ferrara, ricordando“alcune delle sue battaglie, che sono anche le mie”: “Sosteneva che avere quattro Università di grande tradizione in Regione fosse una grande ricchezza, e aveva una visione innovativa, quasi stereoscopica, del futuro. Il suo sacrificio va letto come la necessità di rivendicare il ruolo dell’Università nella società: l’Università ha un ruolo centrale nella vita di una nazione, questo era il convincimento del Rettore Borghi e tutti dobbiamo ricordarlo per questo”. Un riferimento alla passione di Loris Borghi anche da Angelo Oreste Andrisano, Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia: “Ho apprezzato l’entusiasmo, la competenza, la passione che ha sempre posto nello svolgere al meglio il suo incarico. Si è sempre battuto per il ruolo dell’Università di Parma in ambito regionale e anche nazionale, senza però rinunciare a una visione d’insieme: la visione accademica di grande respiro di Loris non è mai mancata”, ha spiegato, aggiungendo che“la sua drammatica scomparsa deve essere motivo di riflessione per tutti. In sintesi: maggiore rispetto in ogni circostanza per chi ha speso la propria vita al servizio del sapere e dell’assistenza sanitaria”. “Oggi ci ritroviamo qui in toga perché non è solo il giorno del ricordo di Loris, ma è anche il giorno dell’orgoglio dell’Università. Dell’Università come dovrebbe essere. Dell’Università pubblica, orgogliosamente pubblica: perché l’Università pubblica ha nel suo DNA profondo l’idea di essere aperta a tutti”, ha osservato Patrizio Bianchi, Assessore al Coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro della Regione Emilia-Romagna, che poi è tornato sul Professor Borghi: “Quando una persona cara scompare, e in maniera così tragica, anche per lenire il dolore ci ripetiamo che non la dimenticheremo mai. Non è così, perché alcune cose si dimenticano: la voce, il sorriso… Ma quello che non possiamo dimenticare è come lui ci ha cambiato, e la traccia che ha lasciato in noi. E come ci ha cambiato anche con questo gesto estremo e terribile con cui ci ha lasciato. Questo, tutto questo, non lo dimentichiamo”.
 
Nell’occasione Gaetano Manfredi ha consegnato alla figlia del Professor Borghi, Blanca, la medaglia conferita agli ex Rettori lo scorso 22 marzo a Roma dalla CRUI, e subito dopo è stato scoperto il ritratto fotografico del Rettore Loris Borghi, collocato nella Galleria dei Rettori dell’Università di Parma.
 
La cerimonia è stata seguita da una messa celebrata nella Chiesa di San Rocco.
                                                                                                                                                            

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    15 Aprile @ 19.08

    Manifestazione inopportuna, soprattutto nei tempi, ed assolutamente irrispettosa del lavoro che ha portato l’ex rettore ad essere indagato. Si sarebbe potuto (e a parer mio, dovuto) aspettare che si fossero conclusi i processi in cui era coinvolto Borghi, per riabilitarlo così platealmente. Invece così finisce per sembrare l’autodifesa d’ufficio di una casta di baroni.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel